Ciabatti: "Ducati ha scelto Bautista al posto di Melandri per avere una maggiore continuità di risultati"

condivisioni
commenti
Ciabatti:
Di: Lorenzo Moro
24 ago 2018, 09:28

Intervistato a proposito dell'affaire Bautista, il direttore sportivo di Ducati Corse Paolo Ciabatti ci ha rivelato i retroscena della scelta che vedrà Melandri fuori dal team Ducati il prossimo anno in favore di Alvaro Bautista.

Ormai è ufficiale, con un comunicato di ieri Ducati ha presentato la coppia di piloti che prenderà parte al futuro campionato 2019 in sella alla Panigale V4: Chaz Davies e Alvaro Bautista saranno i piloti ufficiali Ducati per il prossimo anno. A rimetterci sarà Marco Melandri, che verrà "lasciato a piedi". Nonostante un inizio di stagione roboante, il pilota ravennate non è più riuscito a ritrovare la continuità e la costanza di risultati necessari per tenere testa allo stravincente Jonathan Rea. 

Leggi anche:

Proprio di questo abbiamo parlato con Paolo Ciabatti, direttore sportivo di Ducati Corse, che ha rivelato ai nostri microfoni i retroscena della decisione di "assumere" Alvaro Bautista a scapito proprio del campione ravennate.

Quando sono iniziati i contatti con Alvaro?
"È stato nei giorni del gran premio di Misano della Superbike. Stavamo guardando quali fossero le possibilità per il futuro qualora, per una qualunque ragione, non avremmo potuto continuare con i piloti attuali. Era un momento in cui il mercato era abbastanza movimentato e lì abbiamo iniziato una conversazione con Alvaro; vedendo i suoi buoni risultati e le sue performance in questa seconda parte di stagione abbiamo trovato in lui un buon candidato per un posto sulla futura V4 ed abbiamo infine concluso il tutto la settimana scorsa".

Ma come mai la decisione di tenere Chaz al posto di Marco e non viceversa?
"Quando prendi una decisione del genere ci sono sempre da considerare i vari pro e contro: ci saranno sempre persone che saranno d'accordo e altre che non lo saranno. Io credo che la nostra decisione sia nella direzione di creare un team per il prossimo anno il più competitivo possibile. Non sto però dicendo che Marco non sia competitivo, anzi, è un pilota molto veloce ma credo che con Alvaro potremmo contare su una maggiore continuità di risultati. Non è stata una scelta facile, Marco con noi è andato alla grande, ha lavorato sempre in maniera molto professionale, ha avuto un inizio di stagione perfetto... solo il tempo ci dirà se è stata o meno una buona decisione".

Per il prossimo anno ci sono chance di vedere Marco in Superbike? Magari su una Ducati Barni?
"A noi Marco piace e ci piacerebbe vederlo ancora su una Ducati ma c'è anche da dire che, essendo Marco un vero professionista ed un pilota con una certa esperienza, è un pilota che giustamente vuole venire pagato per il proprio lavoro ma al momento non vedo alcun team in Superbike capace di offrirgli un ingaggio tale da poterlo interessare concretamente. Ci piacerebbe vederlo ancora su una Ducati ma è molto molto difficile".

Parliamo un attimo di Alvaro, ci sono possibilità di vederlo su una V4 prima dei test ufficiali che avverranno in novembre?
"Al momento lui è molto impegnato e probabilmente prima della fine del campionato MotoGP sarà molto difficile distoglierlo dal suo impegno in quel campionato. L'ultima gara di quest'anno (Valencia n.d.r.) sarà piuttosto avanti quindi probabilmente lo vedremo in sella alla nuova V4 subito prima o subito dopo i test della MotoGP a Jerez. Quella sarà sicuramente la prima opportunità di vederlo in sella alla nuova moto. Chaz invece probabilmente avrà modo di provarla nei test della Superbike che si terranno ad Ottobre, subito dopo la fine del campionato".

Per il futuro di Xavi Forés e del team Barni invece, che programmi ci sono?
"Noi supportiamo il team Barni fornendo loro materiale factory (un po' come in MotoGP con il team Pramac) ed il piano è di continuare nella stessa maniera. Barni continuerà con un pilota solo, il fatto di correre con un pilota solo o con due dipende dagli sponsor e dalla quantità di denaro che è possibile investire, è una cosa che comunque sapremo con certezza entro la metà di settembre quando verranno effettuati gli ordini delle moto e dei motori per la stagione 2019. Per quanto riguarda il BSB invece lì continueremo con tre piloti come già ora stiamo facendo". 

Prossimo articolo WSBK
Test Portimao, Giorno 1: Melandri davanti a tutti nel giorno della conferma del suo addio alla Ducati

Articolo precedente

Test Portimao, Giorno 1: Melandri davanti a tutti nel giorno della conferma del suo addio alla Ducati

Prossimo Articolo

Test Portimao, Giorno 2: Rea torna in cattedra davanti alla Yamaha di Alex Lowes

Test Portimao, Giorno 2: Rea torna in cattedra davanti alla Yamaha di Alex Lowes
Carica commenti

Su questo articolo

Serie WSBK
Piloti Marco Melandri , Alvaro Bautista
Team Ducati Team Acquista adesso
Autore Lorenzo Moro
Tipo di articolo Intervista