Caos gomme in SBK: la Pirelli minaccia di lasciare!

Caos gomme in SBK: la Pirelli minaccia di lasciare!

Ridotto il numero di gomme per weekend e Barbier attacca: "Senza sviluppo, la Superbike non ci interessa"

Dopo la conclusione dei test collettivi, domani sbarcheranno a Phillip Island la FIM e la Dorna, ma non troveranno un clima idilliaco ad attenderle. Il nuovo regolamento del Mondiale Superbike ha infatti sollevato un bel polverone relativo alle norme che riguardano l'allocazione degli pneumatici. A turbare è la modifica apportata all'articolo 2.4.7 del regolamento tecnico: se fino allo scorso anno il contingentamento delle gomme riguardava escludeva le gare, nella nuova versione le due manche sono comprese tra le sessioni da completare con le 10 gomme anteriori e le 14 posteriori a disposizione. Una situazione che imporrebbe alle squadre di risparmiarsi in vista delle corse, per non rimanere senza gomme nel momento chiave del weekend. Ma soprattutto una situazione che non piace affatto alla Pirelli, che ha minacciato di abbandonare la scena della SBK, della quale è fornitore unico dal 2003, se la norma non verrà chiarita: "E' un contingentamento che metterà in difficoltà squadre, piloti e fornitore. Gli accordi con FIM e Dorna erano diversi, sospetto che la norma sia stata scritta male per equivoco. Perchè ci impedirebbe di fare sviluppo e trasferire tecnologia sul prodotto stradale. Se la SBK diventa passserella non ci interessa, abbiamo già la Formula 1" ha tuonato Giorgio Barbier dalle colonne della Gazzetta dello Sport. Sicuramente questo sarà uno dei temi caldi dei prossimi giorni, anche perchè va trovata una soluzione entro il fine settimana, quando scatterà ufficialmente il campionato con il round australiano.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Evento Phillip Island
Circuito Phillip Island Grand Prix Circuit
Articolo di tipo Ultime notizie