Cannibale Rea: doppietta a Phillip Island battendo le Ducati di un soffio!

Jonathan Rea centra il bis a Phillip Island precedendo in Gara 2 Chaz Davies (Ducati) per appena 25 millesimi. Completa il podio Marco Melandri. Ancora bene Lowes (Yamaha): quarto.

Cannibale Rea: doppietta a Phillip Island battendo le Ducati di un soffio!
Jonathan Rea, Kawasaki Racing leads Chaz Davies, Ducati Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Eugene Laverty, Milwaukee Aprilia World Superbike Team, Michael van der Mark, Pata Yamaha
Markus Reiterberger, BMW Althea Racing
Leon Camier, MV Agusta
Podio: il vincitore della gara Jonathan Rea, Kawasaki Racing festeggia con lo champagne
Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Jonathan Rea, Kawasaki Racing precede Tom Sykes, Kawasaki Racing
Marco Melandri, Ducati Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing al comando

Jonathan Rea ha ricevuto nel corso dell'inverno le chiavi del circuito di Phillip Island. Una cerimonia simbolica per il grande feeling mostrato negli anni passati con la pista australiana (e la moglie originaria del luogo). A conferma di quanto "Johnny" sia a proprio agio sul layout a pochi passi dall'Oceano è arrivata la clamorosa doppietta centrata in questo fine settimana che ha aperto il Mondiale 2017 di Superbike.

Dopo aver vinto Gara 1 ieri per 42 millesimi di vantaggio sulla Ducati di Chaz Davies, Rea si è ripetuto in maniera quasi perfetta. Il due volte campione del mondo della Kawasaki ha infatti centrato il successo anche in Gara 2, ma questa volta il vantaggio sotto la bandiera a scacchi nei confronti del rivale è stato di appena 25 millesimi di secondo!

Per Rea si tratta della vittoria numero 40 in Superbike, la 25esima da quando difende i colori della Kawasaki. In più, c'è da segnalare il grande debutto della Ninja ZX-10RR, che ha subito fatto vedere grandi doti vincendo entrambe le manche.

In casa Ducati c'è dispiacere, perché perdere due manche di fila per una manciata di millesimi è un boccone amaro difficile da accettare. Ma a Borggo Panigale devono guardare il bicchiere mezzo pieno: Chaz Davies è in grande forma e i due secondi posti lo testimoniano. Marco Melandri è andato subito a podio dopo una prima manche sfortunata, impressionando favorevolmente da subito dopo un anno di astinenza dalle corse. Poi non bisogna sottovalutare i grandi passi avanti fatti dalla Panigale R. La Rossa sembra aver colmato ulteriormente il gap dalla Kawasaki. Il Mondiale è appena iniziato e per Ducati i segnali sono più che positivi.

Quarta posizione per Alex Lowes in sella alla prima Yamaha YZF-R1. Il pilota britannico era scattato dalla pole position grazie alla nuova regola della griglia invertita che riguarda le prime tre file dello schieramento. Per questo il centauro di Iwata ha potuto condurre la corsa nei primi passaggi, ma nulla ha potuto con il ritorno di Rea, Davies e Melandri.

Grande soddisfazione in casa Ducati e nel team Barni Racing per la quinta posizione assoluta di un solido e veloce Xavi Forés. Lo spagnolo si è confermato molto competitivo in Australia, portando a casa due risultati di alto livello in sella a una moto che pare non differire troppo da quelle ufficiali.

E' andata peggio a Tom Sykes, il quale non è riuscito a tenere il passo del compagno di squadra e si è dovuto accontentare di seguire la lotta per la vittoria dalle retrovie. Il pilota del team Kawasaki ufficiale ha chiuso la corsa in sesta posizione, davanti alla Yamaha ufficiale di Michael van der Mark e alla MV Agusta di Leon Camier. La Top 10 è stata completata dalle Aprilia del team Milwaukee affidate al nostro Lorenzo Savadori e a Eugene Laverty.

Piuttosto sfortunata la gara di Jordi Torres. Lo spagnolo del team Althea BMW Racing si è dovuto ritirare a causa di un problema tecnico comparso sulla sua S1000RR addirittura nel warm up. Ritiri anche per Nicky Hayden con la nuova Honda CBR1000RR SP2 Fireblade (a 14 giri dalla fine) e per i nostri Riccardo Russo e Ayrton Badovini.

World Superbike, Phillip Island - Gara 2

Cla #PilotaBikeGiriTempoGapDistaccoRitiratoPunti
1   1 united_kingdom Jonathan Rea  Kawasaki 22 33'52.785       25
2   7 united_kingdom Chaz Davies  Ducati 22 33'52.8100 0.025 0.025   20
3   33 italy Marco Melandri  Ducati 22 33'53.0340 0.249 0.224   16
4   22 united_kingdom Alex Lowes  Yamaha 22 33'53.7410 0.956 0.707   13
5   12 spain Javier Fores  Ducati 22 33'55.1050 2.320 1.364   11
6   66 united_kingdom Tom Sykes  Kawasaki 22 33'57.5660 4.781 2.461   10
7   60 netherlands Michael van der Mark  Yamaha 22 34'00.0920 7.307 2.526   9
8   2 united_kingdom Leon Camier  MV Agusta 22 34'02.5410 9.756 2.449   8
9   32 italy Lorenzo Savadori  Aprilia 22 34'03.9200 11.135 1.379   7
10   50 united_kingdom Eugene Laverty  Aprilia 22 34'12.9080 20.123 8.988   6
11   15 san_marino Alex de Angelis  Kawasaki 22 34'18.5840 25.799 5.676   5
12   25 australia Joshua Brookes  Yamaha 22 34'18.6640 25.879 0.080   4
13   21 germany Markus Reiterberger  BMW 22 34'18.7020 25.917 0.038   3
14   40 spain Roman Ramos  Kawasaki 22 34'19.0770 26.292 0.375   2
15   6 germany Stefan Bradl  Honda 22 34'21.2250 28.440 2.148   1
16   88 switzerland Randy Krummenacher  Kawasaki 22 34'26.4640 33.679 5.239    
17   37 czech_republic Ondřej Ježek  Kawasaki 21 1 lap 1 giro 1 giro    
  dnf 69 united_states Nicky Hayden  Honda 8 14 laps 14 giri 13 giri Ritirato  
  dnf 86 italy Ayrton Badovini  Kawasaki 7 15 laps 15 giri 1 giro Accident  
  dnf 84 italy Riccardo Russo  Yamaha 2 20 laps 20 giri 5 giri Accident  
  dnf 81 spain Jordi Torres  BMW 0 22 laps 22 giri 2 giri Mechanical
condivisioni
commenti
Rea: "I vantaggi avuti oggi sono frutto del lavoro fatto in inverno sulla Ninja"
Articolo precedente

Rea: "I vantaggi avuti oggi sono frutto del lavoro fatto in inverno sulla Ninja"

Prossimo Articolo

Fotogallery: la seconda manche di gara della Superbike a Phillip Island

Fotogallery: la seconda manche di gara della Superbike a Phillip Island
Carica commenti
SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale Prime

SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale

Toprak Razgatlioglu è il nuovo campione del mondo della Superbike, il turco è riuscito a battere Rea dopo sei anni di dominio incontrastato. Ma il titolo del pilota Yamaha non rappresenta solo un cambiamento al vertice, segna anche il rinnovo del campionato, un ricambio generazionale che disegna un bel futuro per le derivate di serie.

WSBK
24 nov 2021
Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike? Prime

Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike?

Axel Bassani ha sfiorato il podio in Argentina, dopo essere stato in lotta con i tre grandi protagonisti del mondiale. Un weekend incredibile quello del pilota del team Motocorsa, che conferma il grande cammino di crescita e fa pensare che un futuro roseo per Ducati possa essere proprio nelle sue mani.

WSBK
20 ott 2021
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021