WSBK
G
Imola
08 mag
-
10 mag
Evento concluso
G
Donington Park
03 lug
-
05 lug
Postponed
31 lug
-
02 ago
Canceled
21 ago
-
23 ago
Postponed
G
Aragon
28 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
84 giorni
G
Algarve
04 set
-
06 set
Prossimo evento tra
91 giorni
G
Barcelona
18 set
-
20 set
Prossimo evento tra
105 giorni
G
Magny-Cours
02 ott
-
04 ott
Prossimo evento tra
119 giorni
G
Villicum
09 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
126 giorni
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
140 giorni
G
Misano
06 nov
-
08 nov
Prossimo evento tra
154 giorni

Buriram, Gara 2: Rea fa 4 su 4! Sykes beffa ancora Melandri

condivisioni
commenti
Buriram, Gara 2: Rea fa 4 su 4! Sykes beffa ancora Melandri
Di:
12 mar 2017, 10:22

Quarto centro consecutivo del pilota della Kawasaki, che scappa dopo la bandiera rossa. Melandri cede la piazza d'onore a Sykes all'ultima curva. Davies cade prima dell'interruzione e poi risale al sesto posto, ma ora è a -30.

Podio: il vincitore della gara Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Il vincitore della gara Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Tom Sykes, Kawasaki Racing
Tom Sykes, Kawasaki Racing
Marco Melandri, Ducati Team
Marco Melandri, Ducati Team
Alex Lowes, Pata Yamaha
Michael van der Mark, Pata Yamaha, Alex Lowes, Pata Yamaha
Jordi Torres, Althea BMW Racing
Jordi Torres, Althea BMW Racing
Chaz Davies, Ducati Team
Chaz Davies, Ducati Team
Nicky Hayden, Honda World Superbike Team
Nicky Hayden, Honda World Superbike Team
Eugene Laverty, Milwaukee Aprilia World Superbike Team
Eugene Laverty, Milwaukee Aprilia World Superbike Team

100 punti in quattro manche. Il ruolino di marcia di Jonathan Rea continua ad essere perfetto in questo Mondiale Superbike 2017. Neppure la cervellotica griglia invertita di gara 2 gli ha impedito di lasciare il segno nella domenica di Buriram, centrando la quarta affermazione consecutiva.

E' vero però che la gara è stata interrotta dopo quattro giri a causa di un brutto incidente che ha avuto per sfortunato protagonista Lorenzo Savadori: la sua Aprilia ha accusato un cedimento meccanico, perdendo olio ed innescando un brutto highside che per lui si è chiuso con diverse contusioni ed una distorsione cervicale.

E' altrettanto vero però che quei quattro giri erano bastati al campione del mondo per portare la sua Kawasaki dal nono posto in griglia al primo. Dunque, quando la gara è ripartita in versione ridotta, per appena 16 giri, la sua ZX-10R era nuovamente al palo.

Solo Marco Melandri ha provato a tenere il suo ritmo per qualche giro, ma poi "Johnny" ha preso il largo in maniera abbastanza semplice, involandosi verso quella che è anche la 200esima vittoria di un pilota britannico tra le derivate di serie.

Proprio come ieri, Melandri ha invece lamentato dei problemi con i freni della sua Ducati. E proprio come ieri si è dovuto arrendere proprio all'ultima curva alla rimonta della Kawasaki di Tom Sykes, che gli ha soffiato la seconda posizione. Poco male per Marco, che comunque ha ammesso di non avere il ritmo per stare con Rea e comunque si è portato a casa il secondo podio stagionale.

Ai piedi del podio c'è la Yamaha di Alex Lowes, che ha fatto sostanzialmente una gara in solitaria alle spalle del terzetto di testa. Più sfortunato invece il compagno di squadra Michael van der Mark, che non ha potuto neppure prendere il via alla manche a causa di un problema tecnico accusato dalla sua R1.

Completa la top five un ottimo Jordi Torres, che porta a casa un risultato che sembra al momento oltre la portata della sua BMW Althea. Lo spagnolo è stato bravo nel finale a respingere il ritorno di Chaz Davies, che se non altro è riuscito a limitare i danni dopo essere finito ruote all'aria nella prima manche.

Il pilota della Ducati ha preso il via della seconda parte di gara dalla 19esima piazza, ma è riuscito ad artigliare dei punti che si potrebbero rivelare preziosi nel proseguimento della stagione, anche se ora iniziano già ad essere 30 le lunghezze da recuperare su Rea per lui.

Nel trenino che lottava per la quinta posizione c'erano anche Eugene Laverty e Leon Camier, ma per entrambi la gara ha avuto un epilogo sfortunato: il pilota dell'Aprilia è scivolato a pochi giri dal termine, mentre quello della MV Agusta è stato tradito dal propulsore della sua F4.

In settima posizione troviamo quindi la Honda di Nicky Hayden, ma la nuova CBR1000RR è ancora ben lontana dall'essere competitiva. Inoltre Stefan Bradl fatica a trovare il feeling, perché la sua gara si conclusa con una scivolata avvenuta all'ultima curva dopo appena 5 giri.

A completare la top ten ci sono Xavi Fores, Roman Ramos e Markus Reiterberger, mentre subito fuori troviamo Alex De Angelis e Riccardo Russo. Un paio di punticini li porta a casa anche Ayrton Badovini, 14esimo con la Kawasaki del Grillini Racing.

Cla #PilotaMotoGiriTempoGapDistaccoRitiratoPunti
1   1 united_kingdom Jonathan Rea Kawasaki 16 25'02.029       25
2   66 united_kingdom Tom Sykes Kawasaki 16 25'06.107 4.078 4.078   20
3   33 italy Marco Melandri Ducati 16 25'06.224 4.195 0.117   16
4   22 united_kingdom Alex Lowes Yamaha 16 25'12.034 10.005 5.810   13
5   81 spain Jordi Torres BMW 16 25'16.762 14.733 4.728   11
6   7 united_kingdom Chaz Davies Ducati 16 25'19.001 16.972 2.239   10
7   69 united_states Nicky Hayden Honda 16 25'22.572 20.543 3.571   9
8   12 spain Javier Fores Ducati 16 25'26.312 24.283 3.740   8
9   40 spain Roman Ramos Kawasaki 16 25'26.893 24.864 0.581   7
10   21 germany Markus Reiterberger BMW 16 25'28.037 26.008 1.144   6
11   15 san_marino Alex de Angelis Kawasaki 16 25'29.628 27.599 1.591   5
12   84 italy Riccardo Russo Yamaha 16 25'36.829 34.800 7.201   4
13   37 czech_republic Ondřej Ježek Kawasaki 16 25'49.119 47.090 12.290   3
14   86 italy Ayrton Badovini Kawasaki 16 25'49.724 47.695 0.605   2
15   50 united_kingdom Eugene Laverty Aprilia 15 26'23.945 1 giro 1 giro   1
  dnf 2 united_kingdom Leon Camier MV Agusta 10 6 laps 6 giri 5 giri Mechanical  
  dnf 88 switzerland Randy Krummenacher Kawasaki 5 11 laps 11 giri 5 giri Ritirato  
  dnf 6 germany Stefan Bradl Honda 5 11 laps 11 giri 0.000 Ritirato  
  dnf 60 netherlands Michael van der Mark Yamaha 0       Ritirato

 

Prossimo Articolo
Buriram, Gara 1: Rea cala il tris, Sykes soffia il podio a Melandri

Articolo precedente

Buriram, Gara 1: Rea cala il tris, Sykes soffia il podio a Melandri

Prossimo Articolo

Fotogallery: le due gare del Mondiale Superbike a Buriram

Fotogallery: le due gare del Mondiale Superbike a Buriram
Carica commenti