Assen, Libere 3: Rea spinge e fa il vuoto. Savadori quinto

Il due volte iridato in carica della Kawasaki infligge oltre 8 decimi di distacco al secondo e al terzo, ovvero Ton Sykes e Chaz Davies. Ottima prestazione per Forés e Savadori, appena dietro ai due piloti britannici.

Assen, Libere 3: Rea spinge e fa il vuoto. Savadori quinto
Chaz Davies, Ducati Team
Eugene Laverty, Milwaukee Aprilia World Superbike Team
Marco Melandri, Ducati Team
Eugene Laverty, Milwaukee Aprilia World Superbike Team
Stefan Bradl, Honda World Superbike Team
Leon Camier, MV Agusta
Michael van der Mark, Pata Yamaha

La mattinata di Assen si è aperta con l'ultimo turno di prove libere della World Superbike e Jonathn Rea ha voluto mettere in chiaro le cose: per tentare di vincere una delle due manche previste sul tracciato olandese chiunque tenterà di farlo dovrà fare i conti con lui.

Il campione del mondo in carica ha infatti ottenuto il miglior tempo assoluto grazie a un crono eccellente: 1'34"564. Ma non è tanto la prestazione sul giro secco a impressionare, quanto il distacco inflitto agli avversari e il passo gara, che sembra molto competitivo.

Tom Sykes, che ha chiuso in seconda posizione, ha dovuto rendersi conto del divario dal due volte iridato in carica: oltre 8 i decimi di gap dal nord-irlandese. Molto più accesa la lotta per il secondo posto, perché la Ducati di Chaz Davies si trova ad appena 92 millesimi dalla Kawasaki Ninja di Sykes.

Ottima prestazione anche per un'altra Ducati, ma non si tratta di quella ufficiale, bensì della Panigale R preparata dal team Barni Racing. Xavi Forés ha terminato le Libere 3 in quarta posizione, anche se staccato di 7 decimi dalla coppia Sykes-Davies.

E' tornato a far segnare tempi interessanti Michael van der Mark, quinto assoluto in sella alla prima Yamaha YZF-R1 ufficiale davanti al primo degli italiani: Lorenzo Savadori. Il nostro centauro ha dimostrato di essersi ripreso bene e in questo fine settimana sta facendo segnare tempi di tutto rispetto.

Alex Lowes ha portato la seconda Yamaha ufficiale in settima posizione, davanti alla Honda CBR1000RR SP2 Fireblade di Nicky Hayden. Questo risultato sembra confermare che la neonata di casa Honda ha fatto qualche passo avanti dopo un avvio di stagione a dir poco pessimo. Bene Leon Camier, issatosi in nona posizione con l'unica MV Agusta iscritta al Mondiale, mentre la Top 10 è completata da un ottimo Randy Krummenacher, che sta prendendo le misure al campionato e alla Kawasaki Ninja del team Puccetti Racing.

Solo in 12esima posizione Marco Melandri, che sta faticando molto in questo avvio di fine settimana a trovare la giusta confidenza con la moto e il tracciato di Assen. Passo indietro anche per Jordi Torres, che non è riuscito a ripetere l'ottima prestazione di ieri rimanendo fermo in 11esima piazza.

Cla#PilotaBikeGiriTempoGapDistaccokm/h
1 1 united_kingdom Jonathan Rea  Kawasaki 11 1'34.564     172.911
2 66 united_kingdom Tom Sykes  Kawasaki 14 1'35.426 0.862 0.862 171.349
3 7 united_kingdom Chaz Davies  Ducati 12 1'35.518 0.954 0.092 171.184
4 12 spain Javier Fores  Ducati 12 1'36.227 1.663 0.709 169.923
5 60 netherlands Michael van der Mark  Yamaha 15 1'36.412 1.848 0.185 169.597
6 32 italy Lorenzo Savadori  Aprilia 11 1'36.557 1.993 0.145 169.342
7 22 united_kingdom Alex Lowes  Yamaha 12 1'36.632 2.068 0.075 169.211
8 69 united_states Nicky Hayden  Honda 11 1'36.682 2.118 0.050 169.123
9 2 united_kingdom Leon Camier  MV Agusta 13 1'36.781 2.217 0.099 168.950
10 88 switzerland Randy Krummenacher  Kawasaki 10 1'36.794 2.230 0.013 168.927
11 81 spain Jordi Torres  BMW 14 1'36.847 2.283 0.053 168.835
12 33 italy Marco Melandri  Ducati 10 1'36.882 2.318 0.035 168.774
13 6 germany Stefan Bradl  Honda 13 1'36.940 2.376 0.058 168.673
14 50 united_kingdom Eugene Laverty  Aprilia 10 1'36.978 2.414 0.038 168.607
15 36 argentina Leandro Mercado  Aprilia 12 1'37.104 2.540 0.126 168.388
16 15 san_marino Alex de Angelis  Kawasaki 4 1'37.176 2.612 0.072 168.263
17 84 italy Riccardo Russo  Yamaha 11 1'37.429 2.865 0.253 167.826
18 35 italy Raffaele De Rosa  BMW 12 1'37.511 2.947 0.082 167.685
19 86 italy Ayrton Badovini  Kawasaki 8 1'37.600 3.036 0.089 167.532
20 40 spain Roman Ramos  Kawasaki 14 1'37.941 3.377 0.341 166.949
21 37 czech_republic Ondřej Ježek  Kawasaki 10 1'38.361 3.797 0.420 166.236
condivisioni
commenti
Assen, Libere 2: è duello Kawasaki-Ducati con Rea e Davies
Articolo precedente

Assen, Libere 2: è duello Kawasaki-Ducati con Rea e Davies

Prossimo Articolo

Rea, che pole ad Assen: record SBK e più rapido della MotoGP!

Rea, che pole ad Assen: record SBK e più rapido della MotoGP!
Carica commenti
Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike? Prime

Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike?

Axel Bassani ha sfiorato il podio in Argentina, dopo essere stato in lotta con i tre grandi protagonisti del mondiale. Un weekend incredibile quello del pilota del team Motocorsa, che conferma il grande cammino di crescita e fa pensare che un futuro roseo per Ducati possa essere proprio nelle sue mani.

WSBK
20 ott 2021
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021
Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo Prime

Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo

Al termine del round di Assen, i volti di Redding e Rinaldi sono tutt’altro che distesi. L’incostanza è il comune denominatore di una stagione che prende una piega sempre più ‘nipponica’, e i due portacolori ufficiali chiedono un maggiore sviluppo se vogliono continuare a lottare per il titolo.

WSBK
4 ago 2021