Alex Lowes: “Punteremo sempre al podio”

condivisioni
commenti
Alex Lowes: “Punteremo sempre al podio”
21 mar 2018, 11:52

I due piloti Yamaha sono pronti ad affrontare il secondo appuntamento della stagione e hanno ben chiaro l’obiettivo in vista del round tailandese: il podio.

Alex Lowes, Pata Yamaha, Andrew Pitt, Crew Chief Pata Yamaha
Alex Lowes, Pata Yamahax
Alex Lowes, Pata Yamaha Pirelli, cambio gomme
Michael van der Mark, Pata Yamaha
Michael van der Mark, Pata Yamaha

Il secondo round stagionale è ormai alle porte, la Superbike vola in Tailandia per riaccendere i motori e dar vita allo spettacolo. Dopo quasi un mese dal primo appuntamento del 2018, i piloti tornano in pista per continuare a fare passi avanti e

Attese Ducati e Kawasaki, la prima pronta a confermarsi dopo l’egemonia in Australia, la seconda determinata a frenare il dominio italiano su un tracciato in cui in passato ha ottenuto ottimi risultati. Ma sarà da tenere d’occhio Yamaha, che in pista porta i suoi due piloti con un obiettivo ben preciso: il podio. L’altro colosso giapponese sta lavorando per colmare il gap con i due team di testa e, dopo i risultati di Phillip Island, sarà un rivale da non sottovalutare.

Si registra solo un podio qui al Buriram per Alex Lowes, che però ha molta voglia di far bene, consapevole anche dei progressi della sua Yamaha. Forte del sesto e del quinto posto dell’Australia, arriva in Tailandia carico di aspettative e di voglia di scendere in pista, su un tracciato opposto a quello di Phillip Island, ma non meno intrigante:

“La gara tailandese mi piace molto, così come il tracciato. Ha una prima parte più semplice,mentre la seconda è più tecnica. Cercheremo di avere una moto stabile in modo da affrontare al meglio questo circuito con caratteristiche particolari. Sarà su questo aspetto che infatti mi concentrerò”

“Arriviamo in Tailandia dopo un primo round positivo e siamo motivati. Ma io voglio lottare ogni weekend per il podio e anche qui sarà questo l’obiettivo. Quindi sono prontissimo per questo secondo appuntamento stagionale.”

Michael Van Der Mark qui al Chang ha ottenuto la prima pole position, datata 2016 e, con il podio lo stesso anno, sicuramente conserva un bel ricordo di questo tracciato. Meno positivi sono i risultati della scorsa stagione, ma daranno una spinta in più per far bene quest’anno. Il pilota olandese vorrà inoltre riscattarsi da Phillip Island, dove non è andato oltre il nono posto in Gara 1 ed il settimo in Gara 2 ed è pronto a dare battaglia:

“Se guardiamo i risultati dell’Australia non è stato un bel weekend, anzi. È stata una delusione, ma abbiamo imparato comunque qualcosa prendendo gli aspetti positivi. Adesso non vedo l’ora di correre in Tailandia, su un circuito che mi piace molto.”

“Il tracciato tailandese è particolare, ma lo apprezzo. Inoltre abbiamo lavorato moltissimo per arrivare qui pronti e continuiamo a lavorare per dare il massimo ed ottenere il miglior risultato possibile. Siamo pronti per affrontare questo weekend!”

Prossimo articolo WSBK
Dopo il buono visto in Australia, Aprilia punta in alto in Thailandia

Previous article

Dopo il buono visto in Australia, Aprilia punta in alto in Thailandia

Next article

Melandri: "Ora conosco meglio la Ducati, a Buriram possiamo fare bene"

Melandri: "Ora conosco meglio la Ducati, a Buriram possiamo fare bene"

Su questo articolo

Serie WSBK
Evento Buriram
Location Chang International Circuit
Tipo di articolo Preview