WRC, Toyota: la Yaris non avrà grossi aggiornamenti quest'anno

Il team giapponese ha pensato a piccoli miglioramenti per la macchina di riferimento del WRC, ma niente rivoluzioni. La GR Yaris sarà sfruttata come laboratorio per la vettura ibrida 2022?

WRC, Toyota: la Yaris non avrà grossi aggiornamenti quest'anno

Il detto "squadra che vince non si cambia" nello sport ha una valenza importante, ma non può certo essere applicata alle vetture. Di solito, gli aggiornamenti portati con una certa frequenza consentono alle vetture di recuperare il gap dai migliori o, nel caso già siano al top, di rimanervi e aumentare il margine dagli inseguitori.

Non la pensa così Toyota, che si appresta a ricominciare il Mondiale Rally a inizio settembre con il Rally Estonia previsto dal 4 al 6. Nelle 5 gare che saranno disputate da dopo agosto fino a novembre, la Casa giapponese non spingerà a fondo sulle novità per la Yaris.

Questa dovrebbe rimanere pressoché la medesima, con l'inserimento di piccoli aggiornamenti che, per altro, sono stati provati nei test di sviluppo iniziati a giugno sugli sterrati finlandesi. Si tratta di piccoli aggiustamenti all'aerodinamica anteriore, che però dovrebbero portare alle vetture nipponiche benefici non di poco conto.

A confermare questa indiscrezione è stato Tommi Makinen, responsabile di Toyota Gazoo Racing WRC: "Ci sono solo alcuni piccoli aggiornamenti, nulla di particolarmente grosso. Abbiamo fatto qualche test, ma avevamo solo piccoli aggiornamenti in alcune aree, nulla di specifico".

E' chiaro come Toyota abbia sfruttato i primi test - ha svolto 2 sessioni in poche settimane - per far riprendere confidenza con le vetture e le alte velocità ai propri piloti. Ma non ha rinunciato a lavorare anche per il futuro.

GR Yaris, un test a sorpresa

Juho Hanninen, Toyota Yaris WRC 2021

Juho Hanninen, Toyota Yaris WRC 2021

Photo by: Jose Luis Arcos-Almunari

Nell'utima giornata dell'ultimo test svolto in Finlandia pochi giorni fa, è riapparsa a sorpresa la GR Yaris WRC. Si tratta della vettura che Toyota aveva deciso di far esordire nel 2021 sostituendo l'attuale modello. La GR Yaris avrebbe dovuto correre per una sola stagione, per poi lasciare posto l'anno successivo al modello ibrido che, stando alle informazioni raccolte da Motorsport.com, dovrebbe esordire già alla fine di quest'anno nei primi test.

Toyota, poche settimane fa, ha deciso di abortire il progetto causa pandemia da COVID-19 che ha ritardato la preparazione della macchina, dunque anche nel 2021 correrà il modello attuale di Yaris. Proprio per questo lo stupore di veder impiegata la GR Yaris nei test ha destato scalpore.

Al volante della vettura camuffata c'era Takamoto Katsuta, dunque il quarto pilota del team che correrà in Estonia. E' possibile che il team abbia voluto fare comparazioni sui due modelli per lavorare meglio sull'attuale, ma c'è chi giura di aver sentito un rumore diverso dal solito ai passaggi della GR Yaris.

Difficile, se non impossibile, che Toyota abbia già provato l'ibrido. Compact Dynamics, l'impresa che fornirà il motore elettrico di 100 kW a tutti i team, dovrebbe approntare il nuovo sistema tra poco, ma avrà bisogno dei collaudi al banco prima di essere installato su una vettura WRC.

condivisioni
commenti
WRC, Hyundai: provate al Rally di Alba le novità aerodinamiche
Articolo precedente

WRC, Hyundai: provate al Rally di Alba le novità aerodinamiche

Prossimo Articolo

WRC: Ciesla ha lasciato il ruolo di leader dei promotori del WRC

WRC: Ciesla ha lasciato il ruolo di leader dei promotori del WRC
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri Prime

Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri

Prosegue la nostra review PRIME delle gare più belle del 2021. Questa volta è il turno del Rally dell'Acropoli di WRC, con Rovanpera che coglie il secondo successo in carriera dopo il Rally d'Estonia, ma è il primo in cui domina in lungo e in largo. Non c'è mai stata storia e il futuro sembra suo.

WRC
27 dic 2021
Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato Prime

Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato

Il Rallye Monte-Carlo, ovvero l'evento più conosciuto al mondo per quanto riguarda il WRC, ha regalato nel 2021 un'edizione in cui abbiamo potuto assistere all'one man show di Sébastien Ogier, diventato il pilota più vincente della storia nel Principato grazie a una prova di forza senza precedenti.

WRC
23 dic 2021
I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC Prime

I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC

Sébastien Loeb correrà part time nel WRC con M-Sport, al volante della Ford Puma Rally1 ibrida. Analizziamo pro e contro di questa scelta che riporta il 9 volte iridato nel Mondiale Rally all'età di 47 anni.

WRC
21 dic 2021
Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra Prime

Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra

Quando punti i tuoi fondi al 2022 e quando punti sull'inesperienza, ottieni il 2021 di M-Sport. Andiamo ad analizzare il campionato del team britannico in questo video di Motorsport.com, con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
14 dic 2021
WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo Prime

WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo

Andrea Adamo ha lasciato la guida di Hyundai Motorsport WRC dopo 36 mesi e 2 titoli iridati, i primi della storia per la casa coreana nel Mondiale Rally. Ecco qual è l'eredità del manager italiano e quali sono i punti da cui Hyundai dovrà ripartire.

WRC
8 dic 2021
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
7 dic 2021
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021