WRC: titolo a Evans, Ogier o Neuville? Ecco le combinazioni

Evans, ma anche Ogier, Neuville e Tanak hanno la possibilità matematica di vincere il titolo iridato WRC 2020. A una gara dal termine, scopriamo le combinazioni che potrebbero dare il titolo a uno dei 4 contendenti.

WRC: titolo a Evans, Ogier o Neuville? Ecco le combinazioni
Carica lettore audio

In questo weekend si terrà l'ACI Monza Rally Italia, ultimo appuntamento del Mondiale Rally 2020. I titoli iridati devono ancora essere assegnati, ma al termine dell'atipica gara brianzola sapremo chi sarà il pilota e il team campione del mondo di questa stagione.

Per quanto riguarda il Mondiale Piloti, Elfyn Evans e il suo navigatore Scott Martin sono a un passo dal portare a casa il primo titolo iridato della loro carriera.

L'equipaggio del team Toyota Gazoo Racing arriva all'ACI Rally Monza Italia con 14 punti di vantaggio nei confronti di un altro duo che difende i colori del team giapponese, quello formato da Sébastien Ogier e Julien Ingrassia.

10 punti più indietro, dunque a 24, troviamo Thierry Neuville e Nicolas Gilsoul, primi esponendi di Hyundai Motorsport. Dietro di loro, a 28 lunghezze da Evans, i campioni del mondo in carica Ott Tanak e Martin Jarveoja.

Scopriamo quali sono le combinazioni che possono dare il titolo a questi equipaggi, considerando che Evans e Martin partiranno con i favori del pronostico per il vantaggio in classifica nei confronti dei diretti rivali.

Considerando i 25 punti per l'equipaggio vincitore dell'evento e i 5 punti per chi ottiene il miglior tempo nella Power Stage, a Evans e Martin basterà ottenere 17 punti totali per essere i nuovi campioni del mondo.

In questo modo, con un secondo posto o un quarto e il miglior tempo nella Power Stage i due saranno i nuovi iridati WRC e lo saranno per la prima volta in carriera.

Qualora invece i leader del Mondiale dovessero ritirarsi, Ogier e Ingrassia dovranno ottenere il terzo posto in gara, oppure un quarto posto e almeno il terzo tempo nella Power Stage. Ricordiamo infatti che Evans è l'unico pilota WRC ad aver vinto almeno 2 gare in stagione. Per questo Ogier, o chi per lui, non potrà accontentarsi di un piazzamento per arrivare a pari punti con il gallese.

Molto più impervia la strada verso il titolo di Neuville. Per vincere il primo iride, il belga dovrà sperare nel ritiro di Evans, vincere la gra e cogliere almeno 11 punti in più di Ogier. Poche probabilità per lui, ma la gara si preannuncia a dir poco insidiosa per tutti.

Infine arriviamo a Ott Tanak. L'estone, indietro di 28 punti, dovrà vincere la gara e la Power Stage, sperando inoltre nella contemporanea debacle di Séb Ogier e del compagno di squadra Thierry Neuville. Una missione quasi impossibile per il talentuoso 33enne.

Per quanto riguarda il Mondiale Costruttori, le uniche 2 Case rimaste in lizza per l'iride sono Hyundai Motorsport e Toyota Gazoo Racing. Hyundai si presenta a Monza con 7 punti di vantaggio sui rivali giapponesi. Per cui l'equilibrio è labile anche in questa particolare graduatoria. Qualora dovesse vincere Hyundai si tratterebbe del secondo iride consecutivo dopo quello colto nel 2019, mentre se dovesse spuntarla Toyota, il team diretto per l'ultima volta da Tommi Makinen tornerebbe campione dopo il titolo vinto nel 2018. Tagliata fuori da tempo M-Sport Ford, ferma a 117 punti.

condivisioni
commenti
WRC: Siviero racconta le sfide per disegnare il Rally di Monza
Articolo precedente

WRC: Siviero racconta le sfide per disegnare il Rally di Monza

Prossimo Articolo

WRC, ACI Rally Monza Italia: la neve copre le speciali!

WRC, ACI Rally Monza Italia: la neve copre le speciali!
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri Prime

Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri

Prosegue la nostra review PRIME delle gare più belle del 2021. Questa volta è il turno del Rally dell'Acropoli di WRC, con Rovanpera che coglie il secondo successo in carriera dopo il Rally d'Estonia, ma è il primo in cui domina in lungo e in largo. Non c'è mai stata storia e il futuro sembra suo.

WRC
27 dic 2021
Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato Prime

Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato

Il Rallye Monte-Carlo, ovvero l'evento più conosciuto al mondo per quanto riguarda il WRC, ha regalato nel 2021 un'edizione in cui abbiamo potuto assistere all'one man show di Sébastien Ogier, diventato il pilota più vincente della storia nel Principato grazie a una prova di forza senza precedenti.

WRC
23 dic 2021
I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC Prime

I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC

Sébastien Loeb correrà part time nel WRC con M-Sport, al volante della Ford Puma Rally1 ibrida. Analizziamo pro e contro di questa scelta che riporta il 9 volte iridato nel Mondiale Rally all'età di 47 anni.

WRC
21 dic 2021
Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra Prime

Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra

Quando punti i tuoi fondi al 2022 e quando punti sull'inesperienza, ottieni il 2021 di M-Sport. Andiamo ad analizzare il campionato del team britannico in questo video di Motorsport.com, con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
14 dic 2021
WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo Prime

WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo

Andrea Adamo ha lasciato la guida di Hyundai Motorsport WRC dopo 36 mesi e 2 titoli iridati, i primi della storia per la casa coreana nel Mondiale Rally. Ecco qual è l'eredità del manager italiano e quali sono i punti da cui Hyundai dovrà ripartire.

WRC
8 dic 2021
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
7 dic 2021
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021