WRC | Rally Monza, PS6: Evans vola in testa

Neuville vince la PS6 dell'ACI Rally Monza Italia, ma Evans, secondo, supera Ogier ed è il nuovo leader della gara. Ancora molto bene Solberg. Gryazin sbatte, Mikkelsen fora.

WRC | Rally Monza, PS6: Evans vola in testa
Carica lettore audio

La Prova Speciale 6 dell'ACI Rally Monza Italia, la Cinturato 2 di 14,49 chilometri, segna un passaggio di consegne importante per quanto riguarda la vetta dell'ultimo evento del WRC 2021.

Elfyn Evans, grazie al secondo tempo staccato nella prova e al contemporaneo terzo di Sébastien Ogier, più lento di 2"1 del gallese, ha rivoluzionato la vetta della classifica. Evans è infatti diventato il nuovo leader della corsa, aprendo maggiormente i giochi per la lotta al titolo.

Sia chiaro, se così dovesse finire, Ogier andrebbe a laurearsi campione del mondo anche qualora non prendesse punti nella Power Stage ed Evans facesse invece il pieno, vincendo la prova e portando a casa 5 punti. Ogier, al momento, ha ancora 10 punti di vantaggio sul compagno di squadra e il secondo posto gli basterebbe per portare a casa lottavo titolo della carriera.

Ora però Evans dovrà sperare che accadano 2 cose: o un problema ad Ogier (anche una foratura), che possa fargli perdere posizioni e, quindi, punti; oppure che Neuville riesca a rimontare e a superare Séb entro la fine della gara. Due ipotesi difficili, ma nei rally mai direi mai.

A proposito del belga di Hyundai Motorsport, ha vinto la sua prima prova speciale del weekend battendo proprio di 4 decimi Evans. Il service previsto tra la PS5 e la PS6 ha permesso al team di sistemare il guasto al cambio della sua i20 e Thierry Neuville ne ha tratto immediatamente giovamento, vincendo la prova.

Ora il suo ritardo da Evans è di 21"5, dunque ancora molto consistente, così come quello nei confronti di Ogier: 20"2. Difficile che possa rimontare ed essere ago della bilancia nella lotta al titolo tra i due.

Chi continua a fare davvero una gran figura in questa giornata è Oliver Solberg. Lo svedese del team 2C Competition ha staccato il quarto tempo, addirittura davanti al compagno di marca e futuro compagno di squadra Dani Sordo. Questo non fa altro che consolidarlo al quinto posto della classifica generale.

Per quanto riguarda WRC2 e WRC3, cambi importanti in vetta alla classifica. Andreas Mikkelsen ha ceduto la vetta del WRC2 a causa di una foratura che lo ha costretto a fermarsi lungo la prova e a perdere oltre 2 minuti. Il nuovo leader è il compagno di squadra Marco Bulacia Wilkinson, il quale ha 12"8 di vantaggio sul pilota del team M-Sport, Jari Huttunen.

Per ciò che riguarda il WRC3, invece, Nikolay Gryazin è stato costretto al ritiro dopo aver centrato un blocco di cemento che delineava una chicane sull'ovale di Monza. Nell'impatto, dovuto a un errore in frenata del russo, la sua Skoda Fabia Rally2 Evo ha avuto danni alla sospensione posteriore destra e all'avantreno. Davanti a tutti, ora, c'è Yohan Rossel.

condivisioni
commenti
WRC | Rally Monza, PS5: Evans vede Ogier
Articolo precedente

WRC | Rally Monza, PS5: Evans vede Ogier

Prossimo Articolo

WRC | Rally Monza, PS7: Evans chiude al comando

WRC | Rally Monza, PS7: Evans chiude al comando
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri Prime

Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri

Prosegue la nostra review PRIME delle gare più belle del 2021. Questa volta è il turno del Rally dell'Acropoli di WRC, con Rovanpera che coglie il secondo successo in carriera dopo il Rally d'Estonia, ma è il primo in cui domina in lungo e in largo. Non c'è mai stata storia e il futuro sembra suo.

WRC
27 dic 2021
Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato Prime

Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato

Il Rallye Monte-Carlo, ovvero l'evento più conosciuto al mondo per quanto riguarda il WRC, ha regalato nel 2021 un'edizione in cui abbiamo potuto assistere all'one man show di Sébastien Ogier, diventato il pilota più vincente della storia nel Principato grazie a una prova di forza senza precedenti.

WRC
23 dic 2021
I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC Prime

I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC

Sébastien Loeb correrà part time nel WRC con M-Sport, al volante della Ford Puma Rally1 ibrida. Analizziamo pro e contro di questa scelta che riporta il 9 volte iridato nel Mondiale Rally all'età di 47 anni.

WRC
21 dic 2021
Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra Prime

Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra

Quando punti i tuoi fondi al 2022 e quando punti sull'inesperienza, ottieni il 2021 di M-Sport. Andiamo ad analizzare il campionato del team britannico in questo video di Motorsport.com, con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
14 dic 2021
WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo Prime

WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo

Andrea Adamo ha lasciato la guida di Hyundai Motorsport WRC dopo 36 mesi e 2 titoli iridati, i primi della storia per la casa coreana nel Mondiale Rally. Ecco qual è l'eredità del manager italiano e quali sono i punti da cui Hyundai dovrà ripartire.

WRC
8 dic 2021
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
7 dic 2021
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021