MonteCarlo, Pirelli: "Presi dati importanti per il futuro"

I piloti WRC2 e WRC3 gommati dalla casa italiana hanno centrato il podio. Sfortunati Kubica e Bertelli

Piloti Pirelli sul podio sia nella categoria WRC2 che WRC3 al Rally di Monte-Carlo che ha aperto il Campionato del Mondo Rally 2016. 

In fatto di pneumatici, il Monte Carlo e’ uno dei rally più complicati per i produttori di gomme, dato che le condizioni del fondo è il livello di grip variano continuamente. Con soli sei pneumatici (quattro sotto la vettura e due di scorta) per volta a disposizione, i piloti devono scegliere con diverse ore di anticipo dove prevedere l’uso di mescola morbida o super morbida o pneumatici da neve con o senza chiodi in funzione di condizioni estremamente variabili.

Eccellente anche sul piano strategico la prova di Armin Kremer. Il 47enne privato già campione europeo e della serie Asia Pacifico FIA nel WRC2 ha portato al terzo posto finale la sua Skoda Fabia R5 preceduto solo da due vetture ufficiali. Kremer ha ceduto il secondo posto solo nella penultima prova speciale del rally, scavalcato per pochi secondi dall’ufficiale Skoda Esapekka Lappi.

Sono felicissimo della mia gara” ha detto Kremer. “Qui la scelta delle gomme e’ fondamentale e con l’aiuto di Pirelli ho scelto praticamente sempre la soluzione più adatta.”

Fra le due ruote motrici, Fabio Andolfi ha concluso al terzo posto fra le WRC3 e secondo fra le meno potenti WRC4 con la sua Peugeot 208 R2. Il giovane Andolfi, che fa parte del team supportato da Pirelli e dalla federazione italiana ACI destinato a far crescere i migliori talenti italiani, ha dominato fra le WRC4 nella prima fase della gara ma e’ poi rimasto attardato per un piccolo errore che gli e’ costato una foratura e per un problema tecnico. Pur segnando ripetutamente il miglior riscontro cronometrico della categoria, la rimonta del ligure si e’ fermata al già eccellente terzo gradino del podio. Buona anche la gara del suo compagno di squadra, il ventenne Damiano De Tommaso finito alle sue spalle.

Poca fortuna invece per i piloti Pirelli con le WRC: uscita di strada già sulla PS4 per Robert Kubica, in un punto fatale a diversi altri piloti. Anche Lorenzo Bertelli e’ stato tradito dalle insidie della gara: anche per lui decisiva una lastra di ghiaccio sulla PS6.

Terenzio Testoni, manager dell’attivita’ rally di Pirelli: “I miei complimenti ai nostri protagonisti di WRC2 e WRC3 finiti sul podio in questa complicatissima gara. Mi spiace per Robert Kubica che non è riuscito a ripetere le superlative prestazioni dello scorso anno. Avrei preferito un Montecarlo completamente innevato, ma questa gara e’ imprevedibile. Comunque è stata utile per raccogliere informazioni preziose per il futuro”.

Prossimo appuntamento per Pirelli nel mondiale rally dal 12 al 14 febbraio con il Rally di Svezia: l’unica gara interamente su neve della serie iridata dove saranno protagonisti i Pirelli Sottozero Ice, che saranno in scena anche la settimana precedente in Lettonia, dove si terrà la prima prova del Campionato Europeo FIA, lo scorso anno vinto dal polacco Kajetanowicz con una Ford Fiesta R5 dotata di pneumatici Pirelli.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WRC
Evento Rally di Monte Carlo
Sub-evento Giorno 4
Piloti Robert Kubica , Lorenzo Bertelli
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag monte-carlo, pirelli, wrc