Monte-Carlo, Kubica tradito dal dispositivo anti-lag

condivisioni
commenti
Monte-Carlo, Kubica tradito dal dispositivo anti-lag
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
25 gen 2016, 10:59

Il sistema che mantiene in accelerazione la turbina ha impedito a Robert di evitare l'impatto con un albero

Robert Kubica, Maciek Szczepaniak, Ford Fiesta WRC
Robert Kubica, Maciek Szczepaniak, Ford Fiesta WRC
Robert Kubica
Robert Kubica, Maciek Szczepaniak, Ford Fiesta WRC
Robert Kubica, Maciek Szczepaniak, Ford Fiesta WRC

Il Mondiale Rally 2016 è iniziato nel fine settimana appena trascorso con il Rally di Monte-Carlo, la gara più rappresentativa del WRC e certamente una delle più spettacolari. Nonostante Robert Kubica abbia confermato da tempo che non prenderà parte a tutto il campionato, le aspettative su di lui erano molto alte, perché l'anno passato fu in grado di entusiasmare nella prima parte di gara, risultato competitivo e molto veloce.

Purtroppo Robert è incappato in un incidente nella Prova Speciale 3, la Corps-La Salle en Beaumont 1 (14,65 chilometri). Una curva destrorsa al chilometro 6,1 e il fondo completamente ghiacciato sono stati fatali per la gara del polacco, il quale è finito contro un albero dopo aver tentato di riprendere il controllo della vettura e il punto di corda per rimanere in strada. “Siamo passati dall’asciutto al ghiaccio”, ha detto il pilota della Ford Fiesta RS WRC, rammentando il celere cambio di condizioni del fondo stradale.

In realtà, l'ex pilota di Formula 1 ha dovuto fare i conti con un problema al dispositivo anti-lag, che ha tenuto il motore accelerato nonostante Robert avesse tolto il piede dall'acceleratore. “Per due curve ho controllato l’auto, ma sulla terza il dispositivo anti-lag mi ha spinto e sono scivolato fuori di lato contro un albero”, ha dichiarato nelle ore immediatamente successive al suo ritiro dalla prestigiosa gara nel Principato.

Dunque, il sistema che serve a mantenere in accelerazione la turbina anche con il gas chiuso (entra in funzione quando si effettua una cambiata, ad esempio), in modo da avere subito la prontezza di risposta non appena si riapre, evitandone così il fisiologico ritardo (turbo lag) ha tradito il polacco, che era al debutto con il team BRC nel Mondiale dopo le avventure con l'A-Style Team e il RK Team targate 2015. Kubica prenderà parte anche al prossimo appuntamento del WRC 2016, il Rally di Svezia, poi, almeno al momento, nel suo programma per questa stagione non sono previste altre partecipazioni al Mondiale Rally.

 

Prossimo articolo WRC

Su questo articolo

Serie WRC
Evento Rally di Monte Carlo
Sotto-evento Giorno 4
Piloti Robert Kubica
Team BRC Racing Team
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Ultime notizie