Quentin Giordano a podio nel WRC2 in Germania

Il pilota privato, al volante di un Citroen gommata Pirelli, ha lottato con Al-Attiyah e ha centrato il podio

Il pilota privato Quentin Giordano con una Citroen gommata Pirelli ha concluso sul podio fra le WRC2 il Rallye Deutschland in Germania, dopo una appassionante battaglia con il campione in carica (e già vincitore della Dakar) Nasser Al-Attiyah. 

La lotta per i primi posti in Germania si è protratta fino all’ultimo giorno, con Giordano a suggellare un memorabile debutto a podio spuntandola sull’esperto Al-Attiyah nelle ultime quattro prove speciali della gara.

E’ stato eccitante perché per me è un inedito, e lottare con un pilota che ha tanta esperienza come Nasser è stato fantastico”, ha detto Giordano, che era al volante di una Citroen DS3 Regional Rally Car. “Vettura e pneumatici sono stati eccellenti, ed io sono veramente felice di questo risultato ottenuto contro tanti avversari molto forti.”

Per varie ragioni, invece, minore fortuna hanno avuto i piloti Pirelli con le World Rally Car: Robert Kubica è finito fuori dai giochi ancor prima di partire, visto che è stato penalizzato di 5 minuti per aver dovuto sostituire il motore prima del via. Il campione polacco è poi rientrato con il Super Rally dopo una uscita sulla famosa prova speciale Panzerplatte nel pomeriggio della seconda giornata di corsa.

L’italiano Lorenzo Bertelli non è riuscito nemmeno a partire, per le conseguenze di una intossicazione alimentare, mentre il pilota ceco Martin Prokop è rimasto attardato da una uscita di strada e poi ha danneggiato una ruota in conseguenza alla rottura di un semiasse, ritirandosi infine nella tappa conclusiva.

Per affrontare le variegate condizioni dell’asfalto del Rallye Deutschland, che spaziano dalle superfici levigate e scivolose fra i vigneti a quelle abrasive e sconnesse sulla Panzerplatte, i piloti Pirelli avevano a disposizione i P Zero RKH in mescola dura ed RKS in mescola morbida. Si tratta di pneumatici sviluppati per offrire prestazioni ottimali su un’ampia gamma di fondi asfaltati, proprio come i P Zero stradali.

Con condizioni meteo che si sono mantenute insolitamente calde per la Germania, con temperature dell’asfalto intorno ai 35°C, all’atto pratico è stata impiegata solo la mescola più dura per tutta la gara. Una scelta che ha consentito a Giordano di battagliare con le WRC2 più moderne.

Il pilota ucraino Yuriy Protasov, presente in Germania per fare esperienza sull’asfalto ma senza competere per i punti di WRC2, con gli pneumatici Pirelli ha offerto una prestazione straordinaria concludendo al 15° posto assoluto con la sua Ford Fiesta R5.

Il product manager Pirelli Terenzio Testoni ha affermato: “Ancora una volta il Rally di Germania ha ribadito di essere uno dei rally su asfalto più impegnativi con la sua abrasività. Siamo soddisfatti delle prestazioni offerte dagli pneumatici RKH alla loro prima partecipazione in una gara del mondiale rally, anche se molti dei nostri piloti non hanno avuto fortuna nel risultato finale a causa di noie tecniche o altri incidenti. Tuttavia i nostri pneumatici, e la mescola in particolare, hanno risposto egregiamente alla sfida dei 45 chilometri della Panzerplatte, disputata con un grande caldo. Giordano è riuscito ad offrire prestazioni particolarmente efficaci riuscendo a spuntarla su piloti e vetture molto veloci tanto da conquistare il suo primo podio. Un risultato che esalta la filosofia Pirelli per questa stagione, di mettere i piloti privati in condizione di competere con i campioni affermati”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WRC
Evento Rally di Germania
Articolo di tipo Ultime notizie