Da Séb a Séb: Ogier ha numeri da Loeb

Ogier ha confermato ancora una volta di essere il pilota da battere nel WRC. E' il "Cannibale 2.0"?

Da Séb a Séb: Ogier ha numeri da Loeb
Sébastien Ogier, Volkswagen Motorsport
Sébastien Ogier e Julien Ingrassia, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
I vincitori del Rally d'Australia e campioni del mondo WRC 2015 Sébastien Ogier e Julien Ingrassia,
Il vincitore del Rally d'Australia e campione del mondo WRC 2015 Sébastien Ogier, Volkswagen Motorsport
I vincitori del Rally d'Australia e campioni del mondo WRC 2015 Sébastien Ogier e Julien Ingrassia,
I vincitori del Rally d'Australia e campioni del mondo WRC 2015 Sébastien Ogier e Julien Ingrassia,
Sébastien Ogier e Julien Ingrassia, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Sébastien Ogier, Volkswagen Motorsport
Sébastien Loeb, Citroën C-Elysée WTCC, Citroën World Touring Car team
Sébastien Ogier e Julien Ingrassia, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Sébastien Loeb, Citroën C-Elysée WTCC, Citroën World Touring Car team
Sébastien Ogier e Julien Ingrassia, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Sébastien Ogier e Julien Ingrassia, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport

Il terzo titolo mondiale di Sébastien Ogier sembrava ormai divenuta una mera formalità nelle ultime settimane e al Rally d'Australia ha centrato l'obiettivo, facendolo nel migliore dei modi: vincendo il decimo appuntamento del World Rally Championship 2015. La Francia ha trovato il degno erede di un altro fenomeno dei rally, Sébastien Loeb?

OGIER, IL "CANNIBALE 2.0" E LA POLO R, L'ARMA PERFETTA
Le fortune e i successi del trentenne transalpino sono arrivate di paripasso con l'avvento nel WRC della Volkswagen, che gli ha prima fatto sviluppare la Polo R WRC per poi accompagnarlo alla vittoria per tre anni di fila, con un dominio paragonabile a quello messo in scena da Loeb nella sua decade d'oro. La Polo R ha mostrato a più riprese di essere, a oggi, la vettura migliore del lotto in WRC, complici anche le difficoltà di Hyundai a far debuttare la nuova i20 e la discontinuità àdi Kris Meeke, pilota di punta della Citroen-DS. Latvala e Mikkelsen, non a caso, si trovano in seconda e terza posizione nel mondiale piloti, ma Ogier ha inflitto a loro distacchi pesantissimi. Un "Cannibale 2.0" il pilota di Gap, ma per spiegare la sua superiorità possiamo far riferimento a numeri che, se contestualizzati, rendono Ogier il degno erede di Loeb.

LA CARICA DEI 101 DI OGIER. LATVALA E MIKKELSEN SCHIANTATI
101. Un numero a tripla cifra molto importante e certamente grande se pensiamo che si tratta del vantaggio che Sébastien Ogier ha nei confronti del pilota che lo segue nella classifica generale piloti 2015. Il numero fa ancora più scalpore se pensiamo che il secondo in classifica è Jari-Matti Latvala, suo compagno di squadra in Volkswagen che dispone della medesima vettura del transalpino. 124 invece i punti su Andreas Mikkelsen, terzo pilota di Wolfsburg, il quale ha potuto correre con l'ultima versione della Polo R solo da poche gare. A parità di vettura, Ogier si è dimostrato per il terzo anno consecutivo il pilota Volkswagen più consistente e veloce. 7 le vittorie si Séb su 10 rally nel 2015, a fronte delle due affermazioni di Latvala e zero di Mikkelsen. 

7 VITTORIE SU 10 RALLY E 67 SPECIALI VINTE NEL 2015
Come detto, Ogier ha numeri irraggiungibili per tutti in questo 2015. Ben 7 le vittorie sui 10 rally corsi, colte a Monte-Carlo, Svezia, Messico, Italia, Polonia, Germania e Australia, a cui vanno aggiunti due secondi posti in Portogallo e Finlandia. Solo un arrivo fuori dai punti, avvenuto in Argentina, che ha coinciso con l'unica gara non vinta dalla Volkswagen nel corso di questa stagione. Un altro numero che può supportare la grande annata di Sébastien sono le speciali vinte, 67. Inutile sottolineare sia il pilota con più stage nel carniere dell'anno corrente.  

OGIER E LOEB, I DUE SEB A CONFRONTO
Quindi, il paragone tra i due campioni è un azzardo? I numeri delle rispettive carriere dicono di no. Entrambi hanno centrato il primo titolo mondiale al terzo anno completo al volante di una vettura WRC e le vittorie di Ogier sono solo 5 in meno rispetto a quelle di Loeb al medesimo punto della carriera (36 contro 31). Da sottolineare che, dopo 7 anni di WRC, il 9 volte iridato poteva vantare un titolo in più, ma bisogna ricordare che Ogier ha dovuto saltare una stagione in WRC - il 2012 - per preparare la Polo R in vista dell'anno successivo, tenendosi in allenamento correndo con una non certo competitiva Skoda Fabia S2000. Di numeri che possono raccontare il cammino di Ogier nel WRC ne esistono tanti, ma uno balza all'occhio con estrema facilità. Ogier ha disputato 94 rally nel World Rally Championship, vincendone ben 31. La media vittorie del pilota di Gap rasenta il 33,3%, una cifra difficilmente pensabile, ma già realizzata proprio da Loeb: tra il 2001 e il 2007 ha infatti centrato 34 vittorie in 94 gare. In quest'ultimo aspetto, va però considerato che Ogier ha corso un anno con una S2000, mentre Loeb non ha avuto questa sorta di interruzione.

Dopo questa analisi, anche con il supporto dei numeri risulta difficile poter comparare le carriere di questi due fenomeni dei rally. Quello che però appare certo è che la scuola francese abbia una marcia in più nello scoprire e formare talenti in grado di dominare per lustri nel WRC. Avere due talenti del calibro di Loeb e Ogier in grado di dominare per 20 anni il Mondiale Rally non può essere considerato solo un episodio fortuito. Non si tratta di casistica, ma attenta pianificazione. Quella che a noi, ormai da anni, manca.

condivisioni
commenti
Ogier: "Che gran sensazione essere ancora campioni!"

Articolo precedente

Ogier: "Che gran sensazione essere ancora campioni!"

Prossimo Articolo

Robert Kubica prepara il Tour de Corse con un test

Robert Kubica prepara il Tour de Corse con un test
Carica commenti
Pagelle WRC: In Grecia Rovanpera perfetto, Hyundai per...niente Prime

Pagelle WRC: In Grecia Rovanpera perfetto, Hyundai per...niente

Se da un parte il Rally dell'Acropoli ha regalato a Kalle Rovanpera la seconda - e strepitosa - vittoria in carriera, dall'altra ha generato una contrapposizione di emozioni: con Hyundai in difficoltà, Ogier conquista un bronzo che vale oro. Ecco le pagelle stilate e commentate da Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
15 set 2021
Ora è Hyundai il riferimento prestazionale del WRC Prime

Ora è Hyundai il riferimento prestazionale del WRC

Toyota e Ogier dominano le classifiche Mondiali del WRC, ma i dati che abbiamo in mano devono essere interpretati. Ecco perché Hyundai non ha solo recuperato il gap prestazionale dalla Casa giapponese, ma l'ha addirittura superata.

WRC
18 ago 2021
Pagelle WRC Belgio: Neuville perfetto, Ogier irriconoscibile Prime

Pagelle WRC Belgio: Neuville perfetto, Ogier irriconoscibile

Andiamo a dare i voti alla tappa belga del Mondiale WRC in compagnia di Giacomo Rauli e Beatrice Frangione. Thierry Neuville ritrova la vittoria sul suolo di casa, un successo che al portacolori Hyundai mancava dal Rally di. onte Carlo 2020. Ogier, invece, conquista un'insufficienza...

WRC
17 ago 2021
WRC 2022: il cooling dell'ibrido aiuterà il recupero di downforce Prime

WRC 2022: il cooling dell'ibrido aiuterà il recupero di downforce

Le vetture Rally1 ibride 2022 non avranno più il diffusore e saranno meno raffinate dal punto di vista aerodinamico. I team lavorano per recuperare carico al posteriore sfruttando il raffreddamento delle batterie del motore elettrico da 100 kW. Ecco come.

WRC
12 ago 2021
WRC, mercato piloti 2022: tutti i dubbi di Toyota e M-Sport Prime

WRC, mercato piloti 2022: tutti i dubbi di Toyota e M-Sport

Giunti a metà stagione 2021, facciamo il punto sul mercato piloti per la stagione WRC 2022. Solo Hyundai si è assicurata top driver. Toyota attende le mosse future di Ogier, M-Sport le occasioni migliori.

WRC
24 lug 2021
WRC: Rovanpera fa la storia, ma ora arriva la parte difficile Prime

WRC: Rovanpera fa la storia, ma ora arriva la parte difficile

Al Rally Estonia Kalle Rovanpera è diventato il pilota più giovane ad aver vinto un rally Mondiale, togliendo il record al suo attuale team principal Jari-Matti Latvala. Ora, per il finnico, arriva la parte difficile: confermarsi e migliorare ancora.

WRC
21 lug 2021
Pagelle WRC: In Estonia Tanak padrone di casa senza chiavi Prime

Pagelle WRC: In Estonia Tanak padrone di casa senza chiavi

Il Rally Estonia ha regalato tanti promossi, tanti bocciati e...tante sorprese. Le pagelle stilate e commentate da Giacomo Rauli e Beatrice Frangione.

WRC
20 lug 2021
WRC: come e perché M-Sport ha scelto la Puma come Rally1 Prime

WRC: come e perché M-Sport ha scelto la Puma come Rally1

Analizziamo la nuova arma del team M-Sport Ford per il WRC 2022, la Puma Rally1 ibrida. Differenze e peculiarità con la Fiesta WRC Plus, ma anche novità dettate dal regolamento e dalla necessità di ritrovare il carico aerodinamico perso.

WRC
11 lug 2021