WRC, Rally Arctic, PS1: Tanak e Breen nel dominio Hyundai

Doppietta Hyundai nella stage d'apertura del Rally Arctic Finland, secondo appuntamento del WRC 2021 grazie a Tanak e Breen. Rovanpera unico baluardo Toyota in questo avvio di gara. Quarto Neuville.

WRC, Rally Arctic, PS1: Tanak e Breen nel dominio Hyundai

Chi si attendeva un avvio veemente delle Toyota, dopo la Prova Speciale 1 del Rally Arctic Finland si dovrà ricredere. A dominare il primo passaggio sulla lunghissima Sarriojärvi 1 di 31,05 chilometri sono state le Hyundai ufficiali, capaci di cogliere tre delle prime 4 posizioni della classifica generale.

La PS1 è stata vinta da Ott Tanak con un gran tempo. L'estone della Hyundai ha vinto la prova in 15'57"8, precedendo di 3"6 il compagno di squadra Craig Breen. Tanak ha scelto di partire con 5 gomme Pirelli Sottozero ICE J1, dunque 4 "titolari" e una di scorta, mentre tanti altri rivali ne hanno portate 6. Ricordiamo che in questo evento tutti i piloti avranno a disposizione le stesse gomme proprio per la tipologia di fondo a cui tutti devono far fronte.

In questa prova la scelta dell'iridato 2019 ha pagato, così come l'ottima posizione di partenza in prova dovuta al ritiro al Rallye Monte-Carlo svolto a fine gennaio. Seconda posizione dunque per Craig Breen, il quale, però, si è detto non soddisfatto della sua prestazione perché avrebbe dovuto sfruttare di più l'ottima posizione di partenza.

L'unico pilota Toyota ad aver resistito all'assalto della Casa coreana è stato Kalle Rovanpera. Il giovane talento finlandese avrebbe probabilmente vinto la prova, forte della sua esperienza sulla neve e di una posizione di partenza invidiabile, ma nella parte centrale della prova è finito per incastrarsi in un banco di neve che delimitava la strada. Fortunatamente per lui è riuscito a divincolare la propria Yaris e a concludere la prova al terzo posto, staccato di 10"6.

Ottima prova di Thierry Neuville, alla seconda gara con il nuovo navigatore Martijn Wydaeghe. Il belga della Hyundai ha ottenuto il quarto tempo pur essendo partito per terzo in speciale. il suo compito in questo fine settimana sarà soprattutto mettersi alle spalle Sébastien Ogier ed Elfyn Evans, i soli a precederlo nella classifica generale Piloti dopo Monte-Carlo. Al momento la sua missione si è messa nei binari giusti, perché sia il 7 volte iridato che il gallese della Toyota sono finiti regolarmente alle sue spalle.

Evans, infatti, completa la Top 5, mentre Ogier si è dovuto accontentare della nona posizione, già staccato di 22"7 da Tanak. Il transalpino della Toyota è stato comunque autore di un'ottima prova, considerando il fatto che è stato costretto ad aprire la speciale essendo il leader del Mondiale. Purtroppo per lui, dovrà aprire anche la speciale notturna prevista per le ore 17:38.

A conferma di quanto buona sia stata la prova per le Hyundai ecco il sesto posto di Pierre-Louis Loubet, al volante della quarta Hyundai 20 Coupé WRC nelle prime 6 posizioni della classifica generale. Il francesino si è messo alle spalle la prima Ford Fiesta WRC, quella di Teemu Suninen, e la Toyota Yaris di un buon Takamoto Katsuta. Detto del nono posto di Ogier, va segnalata la buona prova di Oliver Solberg, autore della prima prova speciale della carriera su una World Rally Car.

Il norvegese è arrivato staccato di 31"1 da Tanak, ma ha commesso un errore nella parte centrale della prova finendo in un banco di neve. Ha dunque dovuto fare retromarcia e riprendere la retta via, perdendo circa una decina di secondi. Il ritorno di Lorenzo Bertelli nel WRC si è consumato in questa prova: l'aretino ha colto il 15esimo tempo al volante della Ford Fiesta WRC Plus del team Fuckmatié.

Per quanto riguarda il WRC2, tempo strepitoso per Esapeka Lappi, al volante di una Volkswagen Polo GTI R5 del team Movisport. Il finnico ha preceduto la Polo di Nikolay Gryazin e la Skoda Fabia R5 Evo del team TokSport affidata ad Andreas Mikkelsen.

Rally Arctic Finland - Classifica dopo la PS1

   Pos Pilota/navigatore Vettura Tempo/distacco
1 Tanak/Jarveoja Hyundai i20 Coupé WRC 15'57”8
2 Breen/Nagle Hyundai i20 Coupé WRC +3"6
3 Rovanpera/Halttunen Toyota Yaris WRC +10"6
4 Neuville/Wydaeghe Hyundai i20 Coupé WRC +12"4
5 Evans/Martin Toyota Yaris WRC +16"7
6 Loubet/Landais Hyundai i20 Coupé WRC +17"4
7 Suninen/Markkula Ford Fiesta WRC +18"8
8 Katsuta/Barritt Toyota Yaris WRC +19"9
9 Ogier/Ingrassia Toyota Yaris WRC +22"7
10 Solberg/Marshall Hyundai i20 Coupé WRC +31"1
condivisioni
commenti
WRC, Rally Arctic: Hyundai al top nello Shakedown
Articolo precedente

WRC, Rally Arctic: Hyundai al top nello Shakedown

Prossimo Articolo

WRC, Rally Arctic, PS2: Tanak fa il vuoto. Solberg sorprende!

WRC, Rally Arctic, PS2: Tanak fa il vuoto. Solberg sorprende!
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri Prime

Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri

Prosegue la nostra review PRIME delle gare più belle del 2021. Questa volta è il turno del Rally dell'Acropoli di WRC, con Rovanpera che coglie il secondo successo in carriera dopo il Rally d'Estonia, ma è il primo in cui domina in lungo e in largo. Non c'è mai stata storia e il futuro sembra suo.

WRC
27 dic 2021
Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato Prime

Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato

Il Rallye Monte-Carlo, ovvero l'evento più conosciuto al mondo per quanto riguarda il WRC, ha regalato nel 2021 un'edizione in cui abbiamo potuto assistere all'one man show di Sébastien Ogier, diventato il pilota più vincente della storia nel Principato grazie a una prova di forza senza precedenti.

WRC
23 dic 2021
I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC Prime

I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC

Sébastien Loeb correrà part time nel WRC con M-Sport, al volante della Ford Puma Rally1 ibrida. Analizziamo pro e contro di questa scelta che riporta il 9 volte iridato nel Mondiale Rally all'età di 47 anni.

WRC
21 dic 2021
Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra Prime

Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra

Quando punti i tuoi fondi al 2022 e quando punti sull'inesperienza, ottieni il 2021 di M-Sport. Andiamo ad analizzare il campionato del team britannico in questo video di Motorsport.com, con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
14 dic 2021
WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo Prime

WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo

Andrea Adamo ha lasciato la guida di Hyundai Motorsport WRC dopo 36 mesi e 2 titoli iridati, i primi della storia per la casa coreana nel Mondiale Rally. Ecco qual è l'eredità del manager italiano e quali sono i punti da cui Hyundai dovrà ripartire.

WRC
8 dic 2021
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
7 dic 2021
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021