WRC | Pirelli, Testoni: "Ypres insidiosa per asfalto e sampietrini"

Il WRC torna a correre sull'asfalto e lo fa al Rally Ypres, in Belgio. Pirelli svela i punti critici del nono appuntamento del Mondiale Rally 2022.

WRC | Pirelli, Testoni: "Ypres insidiosa per asfalto e sampietrini"
Carica lettore audio

Archiviata una lunga serie di eventi su sterrato, il WRC 2022 torna in questo fine settimana con un rally che si disputerà completamente su asfalto: il Rally Ypres.

Il Rally del Belgio, che scatterà venerdì 19 agosto, impegnerà i piloti del WRC in 20 prove speciali complessive, per un totale di 281.58 chilometri cronometrati.

L'evento sarà disputato attorno a Ypres. Il raggio d'azione in cui sono state disegnate le speciali non sono più lontane di 25 chilometri dalla cittadina belga. Le prove saranno molto veloci e le insidie arriveranno anche dalla tipologia di asfalto presente. Si tratta di un fondo molto scivoloso, in cui detriti e fango giocheranno un ruolo fondamentale.

Non è da scartare neppure l'ipotesi pioggia. Il meteo potrebbe condizionare non poco anche il rally belga dopo aver già avuto un ruolo importante nelle ultime uscite della stagione.

Ypres Rally: le gomme portate da Pirelli

La Casa milanese, fornitrice unica di pneumatici del Mondiale Rally, porterà a Ypres le seguenti gomme dedicate alle vetture Rally1 ibride.

  • PZero RA WRC HA (mescola Hard): si tratta delle mescole più dure per ciò che riguarda le gomme realizzate per i rally su asfalto. Sono perfette per le superfici più abrasive le le prove speciali più lunghe. Queste gomme saranno la prima scelta dei piloti.
  • PZero RA WRC SA (mescola Soft): le mescole più morbide delle PZero sono perfette per i fondi scivolosi e, magari, resi ancora più insidiosi dalla pioggia. Queste, però, saranno considerate l'alternativa alle Hard, dunque i piloti ne avranno meno a disposizione nell'arco dei tre giorni di gara.
  • Cinturato RWB: queste gomme sono state pensate appositamente per la pioggia battente. Qualora le speciali dovessero presentare quel tipo di condizioni atmosferiche, i piloti potranno fare affidamento anche su queste mescole (qualora dovessero fare in tempo a sceglierle).

 

Ypres Rally: le parole di Terenzio Testoni

Terenzio Testoni, rally activity manager di Pirelli, ha commentato così il Rally Ypres a poche ore dal via dell'evento: "Il Rally del Belgio, anche grazie a condizioni meteo difficilmente pronosticabili e a una varietà molto ampia di condizioni, offre ai team diverse scelte di strategia e scelta gomme".

"I team dovranno considerare che, nei secondi passaggi sulle speciali, le condizioni saranno molto più difficili. L'asfalto tenderà a essere sempre più sporco a ogni passaggio in prova delle vetture".

"I sampietrini, ben noti ai ciclisti di tutto il mondo, rappresentano un'ulteriore sfida in un paio di speciali, soprattutto in condizioni di bagnato o anche di umidità. I pneumatici saranno anche messi sotto stress da alcune curve strette, spesso precedute da brusche frenate".

Ypres Rally: allocazione delle gomme

Pirelli porta in Belgio 750 gomme dedicate esclusivamente alle vetture Rally1. Ecco l'allocazione decisa per ogni equipaggio.

  • 28 gomme PZero RA WRC HA (Hard)
  • 22 gomme PZero RA WRC SA (Soft)
  • 12 gomme Cinturato RWB (da bagnato estremo)

Ogni vettura Rally1 potrà utilizzare un massimo di 28 gomme per l'intero evento, incluse le 4 gomme per lo Shakedown. Queste avranno la mescola scelta dall'equipaggio prima di partire per la speciale di prova.

Leggi anche:
condivisioni
commenti
WRC | Kankkunen farà esordire una Yaris a idrogeno al Rally Ypres
Articolo precedente

WRC | Kankkunen farà esordire una Yaris a idrogeno al Rally Ypres

Prossimo Articolo

WRC | Rally Ypres, PS1: Rovanpera subito al top, poi Evans

WRC | Rally Ypres, PS1: Rovanpera subito al top, poi Evans