WRC
26 feb
Evento concluso
22 feb
Prossimo evento tra
10 giorni
G
Rally del Belgio
13 ago
Prossimo evento tra
123 giorni
G
Rally della Grecia
09 set
Prossimo evento tra
150 giorni

WRC: Ott Tanak vince il Rally Estonia. Primo hurrà con Hyundai

Prima vittoria in Hyundai per Tanak, che ora si rilancia nel Mondiale. Doppietta Hyundai completata da Craig Breen davanti a un solido Ogier. Weekend disastroso per Neuville e M-Sport. Oliver Solberg trionfa in WRC3.

WRC: Ott Tanak vince il Rally Estonia. Primo hurrà con Hyundai

Ott Tanak interrompe un digiuno di 11 mesi senza vittorie e trionfa al Rally Estonia, quarto appuntamento del WRC 2020. Per l'estone questo successo è molto importante, perché si tratta del primo da quando difende i colori di Hyundai Motorsport, rilanciandosi nella classifica generale Piloti.

Tanak è stato praticamente perfetto per tutto il fine settimana, anche se nella penultima prova ha commesso un errore che avrebbe potuto pagare caro. Finito largo in una curva veloce a sinistra, la sua i20 ha sfiorato gli alberi a bordo strada. L'aerodinamica posteriore è stata danneggiata, ma alla fine è riuscito a portare a casa la vittoria che per lui significa tornare in lizza per un risultato importante anche quest'anno.

Hyundai può festeggiare per una doppietta importante arrivata grazie a un perfetto Craig Breen. Il nord-irlandese è stato autore di una gara di alto spessore. Chiamato da Hyundai per aiutare il team nella classifica Costruttori, Craig ha risposto presente con una prestazione degna di nota. Per lui è il primo podio della carriera da pilota Hyundai. Una scelta azzeccata da parte dei vertici del team.

Pessimo fine settimana invece per Thierry Neuville. Il belga è stato costretto al ritiro nel pomeriggio di ieri a causa di una sbavatura fatta nella PS7 che, però, è costata carissima. In sostanza, il belga ha commesso lo stesso errore di Tanak, ma in un punto differente.

La ruota posteriore destra di Neuville è finita in un fosso, colpendo probabilmente una roccia. L'impatto ha divelto la sospensione e ha posto fine alla sua gara ma, forse, anche alle sue speranze di lottare per il titolo iridato. Per completare il suo weekend nero, Neuville ha accusato un grosso problema tecnico sulla sua Hyundai proprio prima della Power Stage, per cui non è riuscito a competere con i rivali per cercare di limitare i danni.

Sébastien Ogier e Toyota hanno dovuto correre in difesa in questo fine settimana. Il 6 volte iridato non è stato in grado di lottare con le i20 per tutto il fine settimana, per questo si è dovuto accontentare di chiudere la gara sul podio e portare a casa tanti punti importanti in ottica Mondiale, soprattutto considerando il passo falso di Neuville e il fine settimana poco brillante del compagno di squadra Elfyn Evans.

Grazie a questo piazzamento, Ogier sembra involarsi verso quello che potrebbe essere il settimo titolo iridato della sua carriera. Dietro di lui Elfyn Evans che, come detto, ha avuto diversi problemi a partire da una gomma delaminata nella prima giornata di gara.

Ma peggio è andata a Kalle Rovanpera, perché il giovane finlandese avrebbe avuto il passo per chiudere a podio davanti a Ogier. Purtroppo per lui una penalità di 1 minuto ricevuta nella prima prova di questa mattina lo ha fatto precipitare in quinta posizione, proprio dove ha chiuso a fine gara. Anche lui ha dovuto fare i conti con una foratura nella giornata di ieri, ma il suo futuro sembra sempre più brillante.

Takamoto Katsuta stava dando vita alla sua miglior gara nel WRC mentre occupava la quinta posizione, ma nella PS13 ha commesso un errore approcciando troppo velocemente una curva destrorsa. per questo la sua Yaris è uscita dalla sede stradale, capottandosi e mettendo fine alla sua gara. Un vero peccato, perché il risultato che stava maturando sarebbe stato meritato.

Dopo un avvio promettente, il fine settimana di M-Sport sugli sterrati estoni è stato a dir poco da dimenticare. Sesto, settimo e ottavo posto finale per le tre Fiesta schierate dal team di Cockermouth, ma il dato più esplicativo è il distacco preso dal vincitore.

Aver saltato i test di preparazione dell'evento e quelli di sviluppo per evolvere la Fiesta hanno aumentato il gap da Hyundai e Toyota. Suninen, Lappi e Greensmith hanno fatto ciò che hanno potuto, ma non è stato sufficiente nemmeno per avvicinarsi alla Top 5.

Esapekka Lappi sembrava essere l'unico a poter ambire a posizioni di rilievo, ma dopo le prime prove brillanti ha perso sempre più prestazione sino a commettere un errore nella penultima speciale, girandosi in un tratto veloce nella foresta. Fortunatamente non ha sbattuto, ma ha perso una posizione nei confronti di Suninen, il quale ha chiuso sesto.

Merita una citazione particolare Pierre-Luois Luobet. Il giovane francese, all'esordio nel Mondiale con una WRC Plus (Hyundai), ha mostrato di avere i crismi di un potenziale campione. E' stato costretto al ritiro a causa di un guasto allo sterzo, ma i suoi tempi sono stati degni di nota e in costante miglioramento.

Per quanto riguarda il WRC2, bella vittoria per Mads Ostberg e Torstein Eriksen con la Citroen C3 R5. Il norvegese ha vinto anche in Estonia regolando Adrien Fourmaux con la prima Ford Fiesta R5 MKII del team M-Sport. Il pilota francese ha guadagnato una posizione proprio nell'ultima prova a causa di una foratura all'anteriore sinistra verificatasi sulla Hyundai i20 New Generation R5 di Nikolay Gryazin.

Nel WRC3, invece, splendida vittoria per Oliver Solberg al volante della Volkswagen Polo GTI R5. Il norvegese è anche riuscito a chiudere la gara al nono posto assoluto, sfruttando sì i ritiri di alcuni protagonisti del WRC ma rivelandosi il pilota più veloce in possesso di una vettura dalle specifiche tecniche R5. Per Oliver Solberg si tratta della prima vittoria della carriera in WRC3.

Rally Estonia - Classifica finale

Posizione Pilota/navigatore Vettura Tempo/distacco Penalità
1 Tanak/Jarveoja Hyundai i20 Coupé WRC 1.59'53”6  
2 Breen/Nagle Hyundai i20 Coupé WRC +22"2  
3 Ogier/Ingrassia Toyota Yaris WRC +26"9  
4 Evans/Barritt Toyota Yaris WRC +41"9  
5 Rovanpera/Halttunen Toyota Yaris WRC +1'18"7 1'00”
6 Suninen/Lahtinen Ford Fiesta WRC +2'39"6  
7 Lappi/Ferm Ford Fiesta WRC +2'52"0  
8 Greensmith/Edmondson Ford Fiesta WRC +4'53"8  
9 Solberg/Johnston Volkswagen Polo GTI R5 +7'38"6  
10 Ostberg/Eriksen Citroen C3 R5 +8'17"3  
condivisioni
commenti
WRC, Rally Estonia, PS16: Tanak vede la vittoria, ma che brivido!

Articolo precedente

WRC, Rally Estonia, PS16: Tanak vede la vittoria, ma che brivido!

Prossimo Articolo

Tanak: "Titolo? Il momento di attaccare è questo"

Tanak: "Titolo? Il momento di attaccare è questo"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie WRC
Evento Rally d'Estonia
Autore Giacomo Rauli
Cosa rappresenta il Rallye Sanremo nella storia dei rally Prime

Cosa rappresenta il Rallye Sanremo nella storia dei rally

Giunto nel 2021 alla 67esima edizione, il Rallye Sanremo fa oggi parte del calendario del Campionato Italiano Rally. Ma la sua storia, anche recente, racconta di un evento celebre ben oltre i confini del Bel Paese. Una gara che tutti i più grandi campioni di rally hanno sognato di vincere.

CIR
8 apr 2021
WRC: cosa comporta la permanenza di Hyundai, Toyota e M-Sport Prime

WRC: cosa comporta la permanenza di Hyundai, Toyota e M-Sport

Hyundai, Toyota e M-Sport Ford hanno firmato un contratto triennale con FIA e promotori WRC per rimanere nel Mondiale Rally. Ecco cosa comporta il contratto e la scelta fatta dai tre team a medio-lungo termine.

WRC
8 apr 2021
Elena, molto più di un copilota. Ecco cosa perde Loeb Prime

Elena, molto più di un copilota. Ecco cosa perde Loeb

Loeb, convinto da Prodrive, ha annunciato che non correrà più alla Dakar con lo storico navigatore Elena perché considerato il problema dopo la deludente edizione 2021. Analizziamo cosa perderà certamente il "Cannibale" senza avere accanto Elena dopo 23 anni di sodalizio.

WRC
17 mar 2021
WRC: Solberg e Rovanpera, le stelle del futuro analizzate da vicino Prime

WRC: Solberg e Rovanpera, le stelle del futuro analizzate da vicino

Terenzio Testoni, Rally Activity manager di Pirelli, ha messo a confronto Kalle Rovanpera e Oliver Solberg, le due nuove stelle del WRC. Il manager sardo conosce bene entrambi grazie agli anni in cui Pirelli ha supportato le carriere di entrambi nel mondo del Rally. Ecco cosa è emerso...

WRC
9 mar 2021
Oliver Solberg: l'esordio strepitoso della futura stella del WRC Prime

Oliver Solberg: l'esordio strepitoso della futura stella del WRC

Analizziamo prova per prova, motivo per motivo, lo straordinario esordio di Oliver Solberg nella classe regina del WRC, avvenuto al volante di una Hyundai i20 Coupé al Rally Arctic Lapland. Il futuro è (anche) suo...

WRC
3 mar 2021
WRC: Le pagelle del Rally Arctic 2021 Prime

WRC: Le pagelle del Rally Arctic 2021

Il WRC 2021 ha affrontato la sua seconda tappa, in Finlandia, nel Rally Arctic. Tante le sorprese, in positivo e in negativo, in attesa del prossimo appuntamento in Croazia. Ecco le pagelle stilate e commentate da Giacomo Rauli e Beatrice Frangione.

WRC
2 mar 2021
WRC: perché nel 2022 arriva l'ibrido, ma non nuove Case? Prime

WRC: perché nel 2022 arriva l'ibrido, ma non nuove Case?

Il nuovo regolamento che introdurrà le vetture Rally1 a partire dal 2022 non è stato posticipato a causa della pandemia da COVID-19. L'ibrido era necessario, ma non ha ancora attirato al WRC alcuna nuova Casa...

WRC
22 feb 2021
WRC: M-Sport con la Puma nel 2022 per avere più supporto da Ford? Prime

WRC: M-Sport con la Puma nel 2022 per avere più supporto da Ford?

Ford Performance è stata coinvolta in prima persona nello sviluppo della nuova vettura per il WRC 2022. Ecco perché M-Sport dovrebbe far correre la Puma: non è solo questione di regolamento.

WRC
19 feb 2021