WRC | Ogier sarà al via del Rallye Monte-Carlo 2022 con Toyota

Sébastien Ogier ha annunciato che sarà al via del Rallye Monte-Carlo, primo appuntamento del WRC 2022. Correrà al volante di una delle tre GR Yaris Rally1 ufficiali navigato da Benjamin Veillas.

WRC | Ogier sarà al via del Rallye Monte-Carlo 2022 con Toyota

Il WRC 2022 partirà nel miglior modo possibile, ovvero con il Rallye di Monte-Carlo. E, al via del rally più celebre al mondo, ci sarà anche il pilota che ha vinto più edizioni nel Principato: Sébastien Ogier.

Il 7 volte iridato, a 2 settimane dall'ultimo atto del Mondiale Rally 2021 in cui si giocherà la possibilità di vincere l'ottavo titolo della carriera contro il compagno di squadra Elfyn Evans, ha annunciato che al via della prossima stagione ci sarà.

Tutti sanno che Séb non prenderà parte all'intera stagione, perché il suo obiettivo è diventare pilota WEC, anche se ancora non sa il quale categoria e con quale macchina correrà. E' certo però che al Rallye Monte-Carlo ci sarà.

"Il team sa che per il Rallye Monte-Carlo può contare su di me, ci sarò. Posso dire che questa è una cosa già certa sul mio programma per la prossima stagione", ha dichiarato Ogier.

"Per quanto riguarda il resto della stagione, ci sono ancora delle decisioni che devono essere prese. La cosa buona è che il team non mi sta facendo pressioni per decidere".

Sébastien Ogier, Julien Ingrassia, Toyota Gazoo Racing WRT Toyota Yaris WRC

Sébastien Ogier, Julien Ingrassia, Toyota Gazoo Racing WRT Toyota Yaris WRC

Photo by: Toyota Racing

"Avendo a disposizione Esapekka Lappi assieme a me, significa che qualunque cosa deciderò potranno contare su un'ottima... non voglio dire seconda opzione, perchè sono sicuro che andrà molto forte, dunque questa è la possibilità che abbiamo al momento".

"Per ora, nelle discussioni che abbiamo avuto, il team è stato molto tranquillo con me, dandomi l'opportunità di decidere di fare quello che voglio. Ma, chiaramente, allo stesso tempo, non voglio essere egoista".

"Ci saranno discussioni con il team per capire la strategia da adottare. Vedremo. Mon abbiamo ancora discusso di quello".

Ogier, intanto, ha già fatto i primi passi verso il suo 2022. I primi test al volante della GR Yaris Rally1 e il nuovo navigatore, Benjamin Veillas, che prenderà il posto di Julien Ingrassia. Ricordiamo che il navigatore francese si ritirerà al termine di questa stagione e lascerà il posto all'ex navigatoredi Eric Camilli.

Leggi anche:

Intanto lo scorso fine settimana Ogier ha preso parte ai Rookie Test del WEC svolti a Sakhir, in Bahrain. Il pilota della Toyota ha provato la Hypercar GR010 Hybrid della Toyota, compiendo 84 giri e staccando il quinto miglior tempo di giornata all'esordio con l'arma del team giapponese.

condivisioni
commenti
WRC | Solberg annuncia Edmondson come nuovo navigatore da Monza
Articolo precedente

WRC | Solberg annuncia Edmondson come nuovo navigatore da Monza

Prossimo Articolo

WRC | Hyundai Italia a Monza con 2 i20 Rally2 per Crugnola e Albertini

WRC | Hyundai Italia a Monza con 2 i20 Rally2 per Crugnola e Albertini
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri Prime

Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri

Prosegue la nostra review PRIME delle gare più belle del 2021. Questa volta è il turno del Rally dell'Acropoli di WRC, con Rovanpera che coglie il secondo successo in carriera dopo il Rally d'Estonia, ma è il primo in cui domina in lungo e in largo. Non c'è mai stata storia e il futuro sembra suo.

WRC
27 dic 2021
Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato Prime

Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato

Il Rallye Monte-Carlo, ovvero l'evento più conosciuto al mondo per quanto riguarda il WRC, ha regalato nel 2021 un'edizione in cui abbiamo potuto assistere all'one man show di Sébastien Ogier, diventato il pilota più vincente della storia nel Principato grazie a una prova di forza senza precedenti.

WRC
23 dic 2021
I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC Prime

I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC

Sébastien Loeb correrà part time nel WRC con M-Sport, al volante della Ford Puma Rally1 ibrida. Analizziamo pro e contro di questa scelta che riporta il 9 volte iridato nel Mondiale Rally all'età di 47 anni.

WRC
21 dic 2021
Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra Prime

Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra

Quando punti i tuoi fondi al 2022 e quando punti sull'inesperienza, ottieni il 2021 di M-Sport. Andiamo ad analizzare il campionato del team britannico in questo video di Motorsport.com, con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
14 dic 2021
WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo Prime

WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo

Andrea Adamo ha lasciato la guida di Hyundai Motorsport WRC dopo 36 mesi e 2 titoli iridati, i primi della storia per la casa coreana nel Mondiale Rally. Ecco qual è l'eredità del manager italiano e quali sono i punti da cui Hyundai dovrà ripartire.

WRC
8 dic 2021
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
7 dic 2021
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021