WRC, Ogier: "Ecco perché ho deciso di correre anche nel 2021"

Il 7 volte iridato della Toyota correrà anche nel 2021 dopo aver rinnovato di 1 anno il contratto con la Casa giapponese, rivendendo i propri piani ormai consolidati da tempo. Ecco perché.

WRC, Ogier: "Ecco perché ho deciso di correre anche nel 2021"

Sébastien Ogier ha vissuto un 2020 a dir poco strano, quasi ai limiti del surreale dal punto di vista sportivo. Ha corso nella sua prima stagione con Toyota appena 7 gare del WRC, ma è riuscito a ottenere 2 cose fondamentali: restare tanto con la propria famiglia nel corso della stagione a causa della decurtazione del calendario, e vincere il settimo titolo iridato della sua straordinaria carriera.

Con un epilogo del genere, sarebbe stato normale vederlo salutare il WRC, come per altro aveva fatto sapere una volta firmato il contratto annuale con Toyota. Invece, prima dell'ACI Rally Monza Italia, gara in cui si è laureato per l'ennesima volta campione del mondo, ha fatto sapere a tutti di aver allungato di un anno ancora il suo accordo con la Casa giapponese.

Questo significa che avrà a disposizione un altro anno per incrementare il suo bottino di vittorie e, se possibile, di titoli. Una decisione a prima vista sorprendente, che però ha perché ben precisi.

Ogier ha da tempo in mente di ritirarsi dal WRC e godersi la famiglia. Negli ultimi anni ha sposato Andrea Kaiser ed è diventato padre per la prima volta. Vivere di più figlio e moglie è un desiderio comprensibile per chi dallo sport ha avuto (e dato) tutto e che ha passato mesi su mesi lontano da loro per inseguire i propri sogni, realizzandoli.

La pandemia da COVID-19 ha srtavolto il calendario 2020, restringendolo ad appena 7 gare. Questo ha fatto sì che Ogier potesse passare tanto tempo con la propria famiglia e, di conseguenza, pensare di fare un'altra stagione completa con la Toyota per chiudere in bellezza la sua carriera.

"Quest'anno ho passato tanto tempo a casa, molto più di quanto mi aspettassi. E tutto questo non ha avuto prezzo, perché ho avuto modo di veder crescere mio figlio. In qualche modo, è una cosa che ha bilanciato i miei desideri", ha dichiarato Ogier.

"Il tempo che si presupponeva avrei dovuto passare via da casa non è stato tale. E questa è una delle ragioni che mi hanno portato ad allungare la mia carriera di una stagione dopo aver parlato con la mia famiglia. E' stato semplice dire: 'Ok, possiamo fare un altro anno, dopo un 2020 molto libero da impegni, in cui ho passato tanto tempo a casa".

"Voglio finire la mia carriera nel modo più bello, dunque partecipando a una vera e propria stagione. Ecco perché ho deciso di correre un altro anno".

condivisioni
commenti
WRC, Isola: "Pirelli è pronta al 2021. Forniremo gomme solide"
Articolo precedente

WRC, Isola: "Pirelli è pronta al 2021. Forniremo gomme solide"

Prossimo Articolo

WRC, Toyota: ancora splendida, ancora incompiuta

WRC, Toyota: ancora splendida, ancora incompiuta
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri Prime

Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri

Prosegue la nostra review PRIME delle gare più belle del 2021. Questa volta è il turno del Rally dell'Acropoli di WRC, con Rovanpera che coglie il secondo successo in carriera dopo il Rally d'Estonia, ma è il primo in cui domina in lungo e in largo. Non c'è mai stata storia e il futuro sembra suo.

WRC
27 dic 2021
Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato Prime

Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato

Il Rallye Monte-Carlo, ovvero l'evento più conosciuto al mondo per quanto riguarda il WRC, ha regalato nel 2021 un'edizione in cui abbiamo potuto assistere all'one man show di Sébastien Ogier, diventato il pilota più vincente della storia nel Principato grazie a una prova di forza senza precedenti.

WRC
23 dic 2021
I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC Prime

I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC

Sébastien Loeb correrà part time nel WRC con M-Sport, al volante della Ford Puma Rally1 ibrida. Analizziamo pro e contro di questa scelta che riporta il 9 volte iridato nel Mondiale Rally all'età di 47 anni.

WRC
21 dic 2021
Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra Prime

Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra

Quando punti i tuoi fondi al 2022 e quando punti sull'inesperienza, ottieni il 2021 di M-Sport. Andiamo ad analizzare il campionato del team britannico in questo video di Motorsport.com, con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
14 dic 2021
WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo Prime

WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo

Andrea Adamo ha lasciato la guida di Hyundai Motorsport WRC dopo 36 mesi e 2 titoli iridati, i primi della storia per la casa coreana nel Mondiale Rally. Ecco qual è l'eredità del manager italiano e quali sono i punti da cui Hyundai dovrà ripartire.

WRC
8 dic 2021
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
7 dic 2021
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021