WRC: M-Sport potrebbe avere il team a ranghi ridotti nel 2022

Il team britannico ha sperimentato il team in forma ridotta al Safari Rally e tutto è andato per il meglio. Questo esperimento potrebbe essere ripetuto anche per tutto il 2022 così da risparmiare sui costi.

WRC: M-Sport potrebbe avere il team a ranghi ridotti nel 2022

I problemi economici che attanagliano M-Sport da qualche anno a questa parte hanno costretto il team ad adottare accorgimenti per poter fare di necessità, virtù.

Al recente Rally Safari il team diretto da Richard Millener è andato in forze ridotte, un team ridotto all'osso sia per le difficoltà a livello di spostamenti di materiale che di uomini, ma anche a livello economico.

La squadra è riuscita a gestire il weekend di gara africano nel migliore dei modi anche grazie a videochiamate tra ingegneri e meccanici, ma anche gruppi Whatsapp e la copertura streaming di WRC+.

M-Sport sta attualmente spendendo fino a 15.000 euro a gara per soddisfare tutti i requisiti anti-COVID, in modo tale da prendere parte agli eventi.

Date le circostanze, che vedono M-Sport impegnata anche nella preparazione della vettura Rally1 ibrida per la prossima stagione, Richard Millener crede che il Rally Safari abbia dimostrato quanto il team possa prendere in considerazione una presenza ridotta del team a tutti gli eventi per risparmiare sui costi.

"È stato un bel test perché avevamo considerato e parlato l'anno prossimo di vedere se potevamo fare un po' del nostro lavoro in remoto, non necessariamente il mio ruolo o alcuni degli altri ruoli diretti, ma l'ingegneria e lo studio dei dati", ha detto Millener al podcast Gravel Notes di motorsport.com.

"È molto più conveniente e, ad essere onesti, un modo di fare le cose molto più neutrale e rispettoso dell'ambiente, che è anche quello che stiamo cercando di spingere nel 2022 con l'ibrido e un percorso di carburante sostenibile con l'auto da rally. Quindi è stato bello vedere da lontano e penso che ci sia un potenziale che potrebbe funzionare".

Richard Millener ha sottolineato come ora, grazie alla copertura streaming di tutte le prove speciali, il lavoro per i team sia molto più facile anche per capire cosa stia succedendo in tempo reale ai propri euipaggi.

"E' incredibile pensare a quello che abbiamo ora. Immaginate anche tornando indietro a tre anni fa, prima che introducesero All LIVE. Mi sedevo e ascoltavo la radio del rally, guardando i vari intermedi. Non avevo davvero idea di ciò che stesse succedendo".

"Penso che quello che abbiamo ora sia incredibilmente buono e utile. Siamo fortunati ed è un'enorme invenzione per il WRC. E' qualcosa di cui non potremo più farne a meno".

condivisioni
commenti
Moya: "Dovevo essere medico, sono diventato Campione WRC"

Articolo precedente

Moya: "Dovevo essere medico, sono diventato Campione WRC"

Prossimo Articolo

WRC: M-Sport presenta la Ford Puma Rally1 Hybrid per il 2022

WRC: M-Sport presenta la Ford Puma Rally1 Hybrid per il 2022
Carica commenti
Pagelle WRC: In Grecia Rovanpera perfetto, Hyundai per...niente Prime

Pagelle WRC: In Grecia Rovanpera perfetto, Hyundai per...niente

Se da un parte il Rally dell'Acropoli ha regalato a Kalle Rovanpera la seconda - e strepitosa - vittoria in carriera, dall'altra ha generato una contrapposizione di emozioni: con Hyundai in difficoltà, Ogier conquista un bronzo che vale oro. Ecco le pagelle stilate e commentate da Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
15 set 2021
Ora è Hyundai il riferimento prestazionale del WRC Prime

Ora è Hyundai il riferimento prestazionale del WRC

Toyota e Ogier dominano le classifiche Mondiali del WRC, ma i dati che abbiamo in mano devono essere interpretati. Ecco perché Hyundai non ha solo recuperato il gap prestazionale dalla Casa giapponese, ma l'ha addirittura superata.

WRC
18 ago 2021
Pagelle WRC Belgio: Neuville perfetto, Ogier irriconoscibile Prime

Pagelle WRC Belgio: Neuville perfetto, Ogier irriconoscibile

Andiamo a dare i voti alla tappa belga del Mondiale WRC in compagnia di Giacomo Rauli e Beatrice Frangione. Thierry Neuville ritrova la vittoria sul suolo di casa, un successo che al portacolori Hyundai mancava dal Rally di. onte Carlo 2020. Ogier, invece, conquista un'insufficienza...

WRC
17 ago 2021
WRC 2022: il cooling dell'ibrido aiuterà il recupero di downforce Prime

WRC 2022: il cooling dell'ibrido aiuterà il recupero di downforce

Le vetture Rally1 ibride 2022 non avranno più il diffusore e saranno meno raffinate dal punto di vista aerodinamico. I team lavorano per recuperare carico al posteriore sfruttando il raffreddamento delle batterie del motore elettrico da 100 kW. Ecco come.

WRC
12 ago 2021
WRC, mercato piloti 2022: tutti i dubbi di Toyota e M-Sport Prime

WRC, mercato piloti 2022: tutti i dubbi di Toyota e M-Sport

Giunti a metà stagione 2021, facciamo il punto sul mercato piloti per la stagione WRC 2022. Solo Hyundai si è assicurata top driver. Toyota attende le mosse future di Ogier, M-Sport le occasioni migliori.

WRC
24 lug 2021
WRC: Rovanpera fa la storia, ma ora arriva la parte difficile Prime

WRC: Rovanpera fa la storia, ma ora arriva la parte difficile

Al Rally Estonia Kalle Rovanpera è diventato il pilota più giovane ad aver vinto un rally Mondiale, togliendo il record al suo attuale team principal Jari-Matti Latvala. Ora, per il finnico, arriva la parte difficile: confermarsi e migliorare ancora.

WRC
21 lug 2021
Pagelle WRC: In Estonia Tanak padrone di casa senza chiavi Prime

Pagelle WRC: In Estonia Tanak padrone di casa senza chiavi

Il Rally Estonia ha regalato tanti promossi, tanti bocciati e...tante sorprese. Le pagelle stilate e commentate da Giacomo Rauli e Beatrice Frangione.

WRC
20 lug 2021
WRC: come e perché M-Sport ha scelto la Puma come Rally1 Prime

WRC: come e perché M-Sport ha scelto la Puma come Rally1

Analizziamo la nuova arma del team M-Sport Ford per il WRC 2022, la Puma Rally1 ibrida. Differenze e peculiarità con la Fiesta WRC Plus, ma anche novità dettate dal regolamento e dalla necessità di ritrovare il carico aerodinamico perso.

WRC
11 lug 2021