WRC: Lappi torna con Toyota in Finlandia e... nel 2022?

Esapekka Lappi e Janne Ferm torneranno a correre al volante di una Yaris WRC Plus al Rally di Finlandia. E' quasi certo il suo ritorno nel team ufficiale Toyota a partire dal 2022, come pilota part-time che si alternerà a Ogier.

WRC: Lappi torna con Toyota in Finlandia e... nel 2022?
Carica lettore audio

Un anno di purgatorio sportivo può essere molto lungo, soprattutto se pensi di avere le potenzialità per affiancare i migliori nel paradiso della categoria in cui corri. Per Esapekka Lappi il 2021 deve essere stato proprio così, passato a cercare sponsor per prendere parte al WRC2 dopo essere stato scaricato da M-Sport per motivi economici.

A 9 mesi dall'ultima gara fatta al volante di una Ford Fiesta WRC Plus - l'ACI Rally Monza Italia - il pilota finlandese avrà la grande opportunità di cimentarsi nuovamente nella classe regina del WRC e lo farà al Rally di Finlandia.

Nel rally di casa, Lappi correrà al volante della quinta Toyota Yaris WRC Plus ufficiale, accanto ai confermati Sébastien Ogier, Elfyn Evans, Kalle Rovanpera e Takamoto Katsuta.

Per Lappi un bel premio, in quanto non solo tornerà a correre sulla vettura di riferimento del Mondiale Rally, una plus, appunto, ma lo farà sugli sterrati che nel 2017 lo hanno visto cogliere la prima e sino a oggi unica affermazione nel WRC.

 

Per l'allora 26enne si trattava di una clamorosa vittoria ottenuta davanti ai propri tifosi, giunta alla quarta uscita della carriera nel WRC. Ora, dopo una stagione passata al volante di una Volkswagen Polo GTI R5 con cui ha vinto entrambe le uscite nel WRC2 fatte quest'anno, arriverà la grande occasione.

Sarà possibile vedere Lappi in Toyota a 2 anni dall'addio. Alla fine del 2018 Esapekka decise di lasciare il team anche a causa di divergenze con quello che era il vertice della squadra, Tommi Makinen. Mentre ora, con il nuovo corso firmato Jari-Matti Latvala, si sono riaperte le porte di Toyota e Lappi è pronto ad approfittarne.

Non è tutto, perché stando alle ultime indiscrezioni legate al mercato piloti della prossima stagione, Lappi sarebbe proprio il prescelto per condividere la terza Toyota Yaris WRC Plus assieme a Sébastien Ogier. Come ormai è noto da tempo, Ogier smetterà di essere pilota WRC a tempo pieno al termine di questa stagione.

Il prossimo anno il 7 volte iridato dovrebbe prendere parte solo ad alcuni eventi selezionati, per poi dedicare il proprio tempo alla famiglia e a un'altra avventura nel motorsport (nel WEC, forse con Toyota). Per questo motivo al team giapponese serve e servirà fortemente un pilota capace di sostituire Ogier nelle gare in cui Séb mancherà. La scelta sembra essere ricaduta su Lappi, che tornerebbe nel WRC part-time, ma dalla porta principale.

condivisioni
commenti
WRC, M-Sport: dopo l'addio di Suninen, Fourmaux è titolare fisso
Articolo precedente

WRC, M-Sport: dopo l'addio di Suninen, Fourmaux è titolare fisso

Prossimo Articolo

WRC, Pirelli: all'Acropoli fondamentale il controllo dell'usura

WRC, Pirelli: all'Acropoli fondamentale il controllo dell'usura
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri Prime

Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri

Prosegue la nostra review PRIME delle gare più belle del 2021. Questa volta è il turno del Rally dell'Acropoli di WRC, con Rovanpera che coglie il secondo successo in carriera dopo il Rally d'Estonia, ma è il primo in cui domina in lungo e in largo. Non c'è mai stata storia e il futuro sembra suo.

WRC
27 dic 2021
Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato Prime

Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato

Il Rallye Monte-Carlo, ovvero l'evento più conosciuto al mondo per quanto riguarda il WRC, ha regalato nel 2021 un'edizione in cui abbiamo potuto assistere all'one man show di Sébastien Ogier, diventato il pilota più vincente della storia nel Principato grazie a una prova di forza senza precedenti.

WRC
23 dic 2021
I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC Prime

I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC

Sébastien Loeb correrà part time nel WRC con M-Sport, al volante della Ford Puma Rally1 ibrida. Analizziamo pro e contro di questa scelta che riporta il 9 volte iridato nel Mondiale Rally all'età di 47 anni.

WRC
21 dic 2021
Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra Prime

Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra

Quando punti i tuoi fondi al 2022 e quando punti sull'inesperienza, ottieni il 2021 di M-Sport. Andiamo ad analizzare il campionato del team britannico in questo video di Motorsport.com, con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
14 dic 2021
WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo Prime

WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo

Andrea Adamo ha lasciato la guida di Hyundai Motorsport WRC dopo 36 mesi e 2 titoli iridati, i primi della storia per la casa coreana nel Mondiale Rally. Ecco qual è l'eredità del manager italiano e quali sono i punti da cui Hyundai dovrà ripartire.

WRC
8 dic 2021
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
7 dic 2021
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021