WRC in lutto: è morto il grande Hannu Mikkola. Aveva 78 anni

Laureatosi in ingegneria, Hannu Mikkola ha preferito perseguire i propri sogni diventando pilota di Rally e, nel 1983, campione del mondo WRC con un'Audi Quattro A2 Gruppo B. Detiene il record di vittorie al Rally 1000 Laghi (7) assieme a Marcus Gronholm.

WRC in lutto: è morto il grande Hannu Mikkola. Aveva 78 anni

Il Mondiale Rally è in pieno svolgimento in Lapponia, dove si sta correndo il Rally Arctic Finland, secondo appuntamento del WRC 2021. Eppure, a oscurare la competizione, il rombo dei motori e il verdetto del cronometro è stata la scomparsa di Hannu Mikkola.

L'ex stella (pilota e ingegnere) finlandese, nativo di Joensuu, è morto questa notte all'età di 78 anni (79 li avrebbe compiuti il 24 maggio) a causa di un tumore, così come ha fatto sapere uno dei due figli, Vesa Mikkola, attraverso un bel ricordo del padre pubblicato sul proprio profilo Twitter.

 

Una notizia che ha continuato la terribile serie di questa settimana, in cui se ne sono andati Fausto Gresini e la collega Fiammetta La Guidara. Mikkola, campione del mondo Rally 1983, è stato uno dei piloti che ha attraversato la rivoluzione del WRC, ovvero quando furono introdotte le vetture a 4 ruote motrici.

Hannu vinse il suo titolo al volante dell'Audi Quattro A1 e poi A2 Gruppo B. Un'arma fantastica con cui seppe esaltare il suo stile di guida nella sua stagione magica, in cui riuscì a vincere 4 appuntamenti del Mondiale e cogliere 7 podi.

Ma Mikkola non fu solo quel titolo, ma anche l'incredibile serie di vittorie - sette - ottenute al 1000 Laghi, record pareggiato poi da un altro grande finlandese: Marcus Gronholm. Nel corso della sua lunga carriera, in cui ha preso parte a 123 rally del Mondiale, ha colto 18 vittorie. La prima di queste al Rally 1000 Laghi del 1974 al volante di una Ford Escort RS 1600 - fu proprio con Ford che si fece notare nel WRC - mentre l'ultima arrivò nel 1987, alla 35esima edizione del Rally Safari al volante di un'Audi 200 Quattro.

Da sottolineare come, delle sue 18 vittorie nel WRC, 15 furono colte con Arne Hertz come navigatore, mentre la seconda vittoria della carriera, arrivata al Rally del Marocco del 1975, fu colta con Jean Todt, odierno presidente della FIA, alle note. Proprio l'ex manager della Ferrari lo ha ricordato sul proprio profilo Twitter con un post toccante, ricordando proprio i loro trascorsi nel WRC.

 

condivisioni
commenti
WRC, Rally Arctic, PS4: Rovanpera sale secondo. Brivido per Tanak
Articolo precedente

WRC, Rally Arctic, PS4: Rovanpera sale secondo. Brivido per Tanak

Prossimo Articolo

WRC, Rally Arctic, PS5: Tanak di un soffio su Evans

WRC, Rally Arctic, PS5: Tanak di un soffio su Evans
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri Prime

Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri

Prosegue la nostra review PRIME delle gare più belle del 2021. Questa volta è il turno del Rally dell'Acropoli di WRC, con Rovanpera che coglie il secondo successo in carriera dopo il Rally d'Estonia, ma è il primo in cui domina in lungo e in largo. Non c'è mai stata storia e il futuro sembra suo.

WRC
27 dic 2021
Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato Prime

Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato

Il Rallye Monte-Carlo, ovvero l'evento più conosciuto al mondo per quanto riguarda il WRC, ha regalato nel 2021 un'edizione in cui abbiamo potuto assistere all'one man show di Sébastien Ogier, diventato il pilota più vincente della storia nel Principato grazie a una prova di forza senza precedenti.

WRC
23 dic 2021
I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC Prime

I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC

Sébastien Loeb correrà part time nel WRC con M-Sport, al volante della Ford Puma Rally1 ibrida. Analizziamo pro e contro di questa scelta che riporta il 9 volte iridato nel Mondiale Rally all'età di 47 anni.

WRC
21 dic 2021
Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra Prime

Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra

Quando punti i tuoi fondi al 2022 e quando punti sull'inesperienza, ottieni il 2021 di M-Sport. Andiamo ad analizzare il campionato del team britannico in questo video di Motorsport.com, con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
14 dic 2021
WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo Prime

WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo

Andrea Adamo ha lasciato la guida di Hyundai Motorsport WRC dopo 36 mesi e 2 titoli iridati, i primi della storia per la casa coreana nel Mondiale Rally. Ecco qual è l'eredità del manager italiano e quali sono i punti da cui Hyundai dovrà ripartire.

WRC
8 dic 2021
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
7 dic 2021
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021