WRC: il Rallye Monte-Carlo si farà. Cancellata l'edizione storica

Le misure anti COVID-19 prese dal governo francese non impediranno il corretto svolgimento del prologo del Mondiale Rally 2021. L'Automobile Club de Monaco è però stato costretto a cancellare l'edizione storica.

WRC: il Rallye Monte-Carlo si farà. Cancellata l'edizione storica
Carica lettore audio

La riunione del governo francese riguardo le misure anti COVID-19 da adottare in questo periodo di crisi sanitaria, con la curva di contagi in crescita e quella dei morti che ogni giorno diventa sempre più preoccupante, ha dato esiti positivi per quanto riguarda il lato sportivo.

Il Rallye Monte-Carlo, prologo del WRC 2021 che si terrà dal 21 al 24 gennaio, si farà. Il governo francese ha infatti annunciato che tutta la Francia sarà sottoposta a coprifuoco dalle 6 del pomeriggio alle 6 di mattina.

Ciò significa che il recente cambio degli orari delle prove speciali pensato e attuato dall'Automobile Club de Monaco si è rivelato quanto mai tempestivo. L'ACM ha anticipato tutte le prove del venerdì e del sabato di 2 ore e mezza, così da evitare che i piloti potessero infrangere il coprifuoco.

Nella giornata di domenica, invece, le 4 speciali previste non sono state spostate perché si terranno regolarmente tutte tra il mattino e il primo pomeriggio. Sarà dunque impossibile violare le norme imposte dal governo francese nell'ultimo giorno di gara.

C'è di più, e questo è forse l'aspetto più interessante e che genera più domande di ciò che ha stabilito il governo transalpino. I viaggiatori che arriveranno in Francia da fuori l'Unione Europea dovranno fare un periodo di quarantena pari a 7 giorni a partire dal momento in cui arriveranno in Francia dal prossimo lunedì.

La domanda che viene da porsi è legata dunque al personale dei team in arrivo dal Regno Unito, uscito a inizio anno dall'Unione Europea dopo aver reso realtà la cosiddetta Brexit. Ciò che però è chiaro è che l'Automobile Club de Monaco si sia subito affrettata ad annunciare la cancellazione del Rallye Monte-Carlo Historique, che si sarebbe dovuto tenere dal 30 gennaio al 3 febbraio.

Da sottolineare anche il fatto che il team M-Sport abbia iniziato proprio oggi i test per il Rallye Monte-Carlo nel sud della Francia, provando per la prima volta anche le nuove gomme Pirelli non avendo fatto prove alla fine del mese di dicembre come invece hanno fatto Hyundai e Toyota.

L'Automobile Club de Monaco non ha dato alcuna comunicazione legata al Rallye Monte-Carlo 2021 del WRC. Dunque è sottinteso che il prologo del Mondiale Rally si svolgerà regolarmente nelle date previste.

condivisioni
commenti
WRC 2021, Toyota: Latvala al posto di Makinen unica incognita
Articolo precedente

WRC 2021, Toyota: Latvala al posto di Makinen unica incognita

Prossimo Articolo

WRC, Neuville lascia Gilsoul: Wjdaeghe nuovo navigatore

WRC, Neuville lascia Gilsoul: Wjdaeghe nuovo navigatore
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri Prime

Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri

Prosegue la nostra review PRIME delle gare più belle del 2021. Questa volta è il turno del Rally dell'Acropoli di WRC, con Rovanpera che coglie il secondo successo in carriera dopo il Rally d'Estonia, ma è il primo in cui domina in lungo e in largo. Non c'è mai stata storia e il futuro sembra suo.

WRC
27 dic 2021
Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato Prime

Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato

Il Rallye Monte-Carlo, ovvero l'evento più conosciuto al mondo per quanto riguarda il WRC, ha regalato nel 2021 un'edizione in cui abbiamo potuto assistere all'one man show di Sébastien Ogier, diventato il pilota più vincente della storia nel Principato grazie a una prova di forza senza precedenti.

WRC
23 dic 2021
I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC Prime

I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC

Sébastien Loeb correrà part time nel WRC con M-Sport, al volante della Ford Puma Rally1 ibrida. Analizziamo pro e contro di questa scelta che riporta il 9 volte iridato nel Mondiale Rally all'età di 47 anni.

WRC
21 dic 2021
Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra Prime

Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra

Quando punti i tuoi fondi al 2022 e quando punti sull'inesperienza, ottieni il 2021 di M-Sport. Andiamo ad analizzare il campionato del team britannico in questo video di Motorsport.com, con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
14 dic 2021
WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo Prime

WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo

Andrea Adamo ha lasciato la guida di Hyundai Motorsport WRC dopo 36 mesi e 2 titoli iridati, i primi della storia per la casa coreana nel Mondiale Rally. Ecco qual è l'eredità del manager italiano e quali sono i punti da cui Hyundai dovrà ripartire.

WRC
8 dic 2021
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
7 dic 2021
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021