WRC
21 mag
-
24 mag
Evento concluso
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
1 giorno
16 lug
-
19 lug
Postponed
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
64 giorni
03 set
-
06 set
Prossimo evento tra
92 giorni
G
Rally di Turchia
24 set
-
27 set
Prossimo evento tra
113 giorni
G
Rally di Germania
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
134 giorni
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
148 giorni
19 nov
-
22 nov
Prossimo evento tra
169 giorni

WRC: il Rally di Francia rientrerà in calendario nel 2021

condivisioni
commenti
WRC: il Rally di Francia rientrerà in calendario nel 2021
Di:
30 set 2019, 11:18

Il presidente della Federazione Francese ha annunciato che l'evento rientrerà a far parte del WRC dopo l'anno d'assenza nel 2020.

Da pochi giorni la FIA ha diramato il tanto atteso calendario 2020 del WRC. Tre le novità fondamentali: l'ingresso del Safari Rally, del Rally di Nuova Zelanda e del Rally del Giappone. A fare spazio a questi eventi saranno il Tour de Corse, il Ralli di Catalogna e il Rally d'Australia.

La FFSA, Fédération Française du Sport Automobile, ha però annunciato che il Rally di Francia tornerà a far parte del Mondiale Rally a partire dal 2021 e sarà sicuramente presente anche l'anno successivo, il 2022.

A confermare questa notizia è stato Nicolas Deschaux, presidente della FFSA: "Abbiamo preso un anno di pausa dal WRC perché la FFSA voleva prendersi una pausa di una stagione per progettare un evento in modo più sostenibile".

"Non avevamo le garanzie finanziarie delle comunità. Tuttavia ho parlato con la FIA e ho ottenuto rassicurazioni sul ritorno del Rally di Francia per il 2021 e 2022".

Sarà interessante capire a questo punto se nel 2021 sarà riproposto il Tour de Corse o se, invece, la corsa tornerà a essere disputata in continente. "La Francia è una terra di rally e la Corsica ha una tradizione molto forte. Lavoreremo per cercare di mantenere il rally in Corsica", ha concluso Deschaux.

Intanto gli organizzatori del Tour de Corse si interrogano come potranno riuscire a rimanere sede del Rally di Francia, perché il problema è a livello economico. I residenti dovrebbero sborsare una cifra che si avvicina a 1,2 milioni di euro e sarà difficile riuscire a racimolare la cifra per continuare ad avere il WRC nei prossimi anni.

Prossimo Articolo
WRC, ecco il calendario 2020 con Safari, Giappone e Nuova Zelanda!

Articolo precedente

WRC, ecco il calendario 2020 con Safari, Giappone e Nuova Zelanda!

Prossimo Articolo

WRC 2019: novità e orari del Rally del Galles Gran Bretagna 2019

WRC 2019: novità e orari del Rally del Galles Gran Bretagna 2019
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie WRC
Autore Giacomo Rauli