WRC Hyundai a Monte-Carlo con un posteriore "ibrido" delle i20

Il team di Alzenau ha scelto di usare al Rallye Monte-Carlo 2020 il nuovo diffusore, mentre al nuovo scarico centrale è stato preferito quello laterale usato fino alla fine del 2019.

WRC Hyundai a Monte-Carlo con un posteriore "ibrido" delle i20

Hyundai Motorsdport si è presentata al Rallye Monte-Carlo, prima gara del WRC 2020, non solo con la nuova line up che prevede la presenza del nuovo campione del mondo Ott Tanak, ma anche con la principale novità provata nel corso dei test di fine dicembre 2019.

Stiamo parlando del nuovo diffusore posteriore, preparato nel corso della stagione passata per essere poi omologato a inizio gennaio 2020 ed essere subito utilizzato a partire da Monte-Carlo. Questo nuovo elemento è stato studiato per avere un angolo maggiore d'uscita dell'aria dal fondo della vettura. Questo porta a una fuoriuscita più rapida dei flussi con una pressione minore, generando così un maggior carico aerodinamico. Nuova inoltre la forma dei bordi laterali, ora tondeggianti, mentre nelle ultime 3 stagioni sono stati squadrati.

Stando a quanto visto nello Shakedown, Hyundai ha però adottato una soluzione intermedia, ibrida, rispetto a quella provata nei test dai piloti ufficiali di Alzenau (foto sopra, quella di copertina dell'articolo). Il diffusore, come detto, è stato introdotto. Sintomo di buon funzionamento dell'elemento che consente di fare alle i20 un passo avanti nelle prestazioni.

 

Ciò che invece non è comparso è il terminale di scarico centrale. Nei test - come potete vedere dalla foto qui sopra - era stato posizionato pochi millimetri sopra il nuovo diffusore per cercare di pulire l'aria uscita proprio dal nuovo elemento e farla defluire in maniera più rapida.

Leggi anche:

A Monte-Carlo, invece, lo scarico è tornato ad aver collocazione nella zona destrorsa del retrotreno, poco sopra la sesta delle sette finestre create dai profili verticali del diffusore chiamati a "pettinare" l'aria in uscita dal fondo vettura.

Presente anche la seconda delle tre novità provate a partire dai test pre-stagionali. Sulle tre Hyundai i20 Coupé WRC di Tanak, Neuville e Loeb ci sono i nuovi airscope (foto sotto sulla i20 di Loeb), ora più larghi e piatti dei precedenti. L'obiettivo è mantenere l'efficienza garantita dai precedenti, ma diminuendo il drag, ossia la resistenza generata dalla vecchia soluzione migliorando inoltre il passaggio dell'aria verso l'ala posteriore.

 

condivisioni
commenti
WRC, Monte-Carlo, Shakedown: Ogier subito al top con Toyota
Articolo precedente

WRC, Monte-Carlo, Shakedown: Ogier subito al top con Toyota

Prossimo Articolo

WRC, Monte-Carlo, PS1: Ogier vola. Disastro M-Sport

WRC, Monte-Carlo, PS1: Ogier vola. Disastro M-Sport
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri Prime

Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri

Prosegue la nostra review PRIME delle gare più belle del 2021. Questa volta è il turno del Rally dell'Acropoli di WRC, con Rovanpera che coglie il secondo successo in carriera dopo il Rally d'Estonia, ma è il primo in cui domina in lungo e in largo. Non c'è mai stata storia e il futuro sembra suo.

WRC
27 dic 2021
Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato Prime

Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato

Il Rallye Monte-Carlo, ovvero l'evento più conosciuto al mondo per quanto riguarda il WRC, ha regalato nel 2021 un'edizione in cui abbiamo potuto assistere all'one man show di Sébastien Ogier, diventato il pilota più vincente della storia nel Principato grazie a una prova di forza senza precedenti.

WRC
23 dic 2021
I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC Prime

I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC

Sébastien Loeb correrà part time nel WRC con M-Sport, al volante della Ford Puma Rally1 ibrida. Analizziamo pro e contro di questa scelta che riporta il 9 volte iridato nel Mondiale Rally all'età di 47 anni.

WRC
21 dic 2021
Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra Prime

Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra

Quando punti i tuoi fondi al 2022 e quando punti sull'inesperienza, ottieni il 2021 di M-Sport. Andiamo ad analizzare il campionato del team britannico in questo video di Motorsport.com, con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
14 dic 2021
WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo Prime

WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo

Andrea Adamo ha lasciato la guida di Hyundai Motorsport WRC dopo 36 mesi e 2 titoli iridati, i primi della storia per la casa coreana nel Mondiale Rally. Ecco qual è l'eredità del manager italiano e quali sono i punti da cui Hyundai dovrà ripartire.

WRC
8 dic 2021
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
7 dic 2021
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021