WRC, Evans KO. Makinen: "Senza parole. Forse era troppo veloce"

Tommi Makinen, team principal Toyota, parla a caldo dell'incidente di Evans nella PS11 che, di fatto, lo toglie dalla lotta al titolo iridato Piloti.

WRC, Evans KO. Makinen: "Senza parole. Forse era troppo veloce"
Carica lettore audio

Per Elfyn Evans e Toyota, quanto accaduto oggi pomeriggio nella Prova Speciale 11 dell'ACI Rally Monza Italia è stata la peggiore catastrofe sportiva che potesse capitare loro.

Iniziata la PS11 da terzo nella classifica generale dell'ultimo appuntamento del WRC 2020, Evans ha perso il controllo della sua Yaris numero 33 a pochi chilometri dal termine della prova ed è uscito di strada, senza avere alcuna possibilità di rientrare e chiudere la stage.

Questo ha significato il ritiro più amaro e doloroso della sua carriera. A poche speciali dalla fine della gara e un titolo che, stage dopo stage, stava diventando sempre più concreto.

Pochi minuti dopo l'incidente che ha di fatto eliminato Evans dalla lotta al titolo iridato Piloti 2020 del WRC, Tommi Makinen - responsabile del progetto Toyota nel WRC e suo team principal - ha parlato dell'accaduto rilasciando poche, ma significative parole per il suo pilota.

"Sono condizioni incredibili, pazze. Non ci sono parole, se non dire che non vediamo un nuovo campione".

Leggi anche:

"(Elfyn) Stava controllando la pressione molto bene, ha gestito tutto molto bene e stava andando fortissimo, non ci sono questioni a riguardo".

Entrando maggiormente nello specifico dell'incidente, Makinen ha accennato a una velocità troppo elevata in quel punto. A suo avviso potrebbe essere stato proprio quello il motivo dell'uscita di strada.

"Forse era un po' troppo veloce, forse, forse... Ma è molto difficile capire quale sia la velocità corretta quando si sta correndo in difficoltà così grandi. E' un momento molto difficile".

Questa è stata la reazione a caldo di Makinen dopo l'incidente di Evans. A ben vedere, però, Elfyn è arrivato nel punto in cui è uscito non solo troppo veloce (pochi ma decisivi chilometri orari di troppo), ma anche fuori traiettoria.

Le linee tracciate dai due piloti entrati in speciale prima di lui - Takamoto Katsuta e Kalle Rovanpera - erano molto più interne rispetto a quella presa dal gallese. Anche questo è stato un fattore chiave, considerando la quantità di neve fuori traiettoria. Dunque, un errore da ascrivere al pilota.

condivisioni
commenti
WRC, Rally Monza: PS12 cancellata per troppa neve
Articolo precedente

WRC, Rally Monza: PS12 cancellata per troppa neve

Prossimo Articolo

WRC, Evans distrutto: "Calcolato male il cambio di superficie"

WRC, Evans distrutto: "Calcolato male il cambio di superficie"
Carica commenti
Video | Ceccarelli: "Perchè il pilota maturo può esprimersi al suo meglio?" Prime

Video | Ceccarelli: "Perchè il pilota maturo può esprimersi al suo meglio?"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine, analizzano il segreto della buona prestazione da parte di un pilota non giovanissimo. Nel Motorsport ci sono molti esempi: l'ultimo ed eclatante riguarda Sébastien Loeb e la vittoria del Rallye di Monte-Carlo...

WRC
26 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri Prime

Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri

Prosegue la nostra review PRIME delle gare più belle del 2021. Questa volta è il turno del Rally dell'Acropoli di WRC, con Rovanpera che coglie il secondo successo in carriera dopo il Rally d'Estonia, ma è il primo in cui domina in lungo e in largo. Non c'è mai stata storia e il futuro sembra suo.

WRC
27 dic 2021
Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato Prime

Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato

Il Rallye Monte-Carlo, ovvero l'evento più conosciuto al mondo per quanto riguarda il WRC, ha regalato nel 2021 un'edizione in cui abbiamo potuto assistere all'one man show di Sébastien Ogier, diventato il pilota più vincente della storia nel Principato grazie a una prova di forza senza precedenti.

WRC
23 dic 2021
I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC Prime

I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC

Sébastien Loeb correrà part time nel WRC con M-Sport, al volante della Ford Puma Rally1 ibrida. Analizziamo pro e contro di questa scelta che riporta il 9 volte iridato nel Mondiale Rally all'età di 47 anni.

WRC
21 dic 2021
Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra Prime

Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra

Quando punti i tuoi fondi al 2022 e quando punti sull'inesperienza, ottieni il 2021 di M-Sport. Andiamo ad analizzare il campionato del team britannico in questo video di Motorsport.com, con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
14 dic 2021
WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo Prime

WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo

Andrea Adamo ha lasciato la guida di Hyundai Motorsport WRC dopo 36 mesi e 2 titoli iridati, i primi della storia per la casa coreana nel Mondiale Rally. Ecco qual è l'eredità del manager italiano e quali sono i punti da cui Hyundai dovrà ripartire.

WRC
8 dic 2021
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
7 dic 2021
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021