WRC | Ecco la Toyota GR Yaris Rally1 ibrida presentata in Austria

Toyota Gazoo Racing ha presentato la nuova GR Yaris Rally1 ibrida che dovrà difendere i titoli WRC conquistati nel 2021. Tante soluzioni interessanti pensate da Tom Fowler e soci. Vediamo quali.

Toyota Gazoo Racing Yaris Rally1
Toyota Gazoo Racing 
 Yaris Rally1
1/4

Foto di: Toyota Racing

Toyota Gazoo Racing Yaris Rally1
Toyota Gazoo Racing 
 Yaris Rally1
2/4

Foto di: Toyota Racing

Toyota Gazoo Racing Yaris Rally1
Toyota Gazoo Racing 
 Yaris Rally1
3/4

Foto di: Toyota Racing

Toyota Gazoo Racing Yaris Rally1
Toyota Gazoo Racing 
 Yaris Rally1
4/4

Foto di: Toyota Racing

Carica lettore audio

Toyota Racing ha presentato questa sera la sua nuova arma per il WRC 2022 che scatterà tra pochi giorni con il Rallye Monte-Carlo. Il team campione Costruttori e Piloti in carica ha tolto i veli dalla GR Yaris Rally1 all'Hangar 7 Red Bull in Austria, durante la presentazione della stagione 2022 del Mondiale Rally.

Abbiamo seguito l'evoluzione della vettura progettata da Tom Fowler nel corso delle numerose sessioni di test svolte nel corso delle ultime settimane, dunque la novità è non è la livrea - molto simile a quella usata la stagione scorsa, ma nelle scelte fatte a livello tecnico e aerodinamico.

Ci sono alcune scelte che sono state portate dalla Yaris WRC Plus alla nuova vettura come l'inclinazione del fascione anteriore, che ha l'intenzione di favorire l'introduzione di aria nelle prese destinate a far respirare il motore termico 1.6 turbo direttamente derivato dall'unità dell'anno scorso.

La stessa scelta dovrebbe aiutare la vettura a generare carico aerodinamico in una delle zone maggiormente colpite dal nuovo regolamento e dalla mancanza di appendici aerodinamiche. Tolti tutti gli upperflap, lo scivolo creato dovrebbe aiutare a perdere meno carico aerodinamico, così come il disegno dello splitter anteriore che va a incorporarsi con i passaruota.

Toyota Gazoo Racing 
 Yaris Rally1

Toyota Gazoo Racing Yaris Rally1

Photo by: Toyota Racing

Molto interessanti i supporti dei finestrini retrovisori. Quella, da sempre, è una delle zone più complesse per i progettisti perché, solitamente, si generano vortici nocivi per l'aerodinamica della vettura. Il supporto in questione, invece, è posto in modo da fungere da flap e ha il compito di portare il flusso d'aria verso l'ala posteriore e aumentare il carico aerodinamico nella parte centrale del corpo vettura.

Rimangono invece le grandi bocche dietro le porte del pilota e del navigatore. Quelle sono gli ingressi d'aerazione del pacchetto elettrico, posto sopra l'asse posteriore. Si tratta del motore elettrico da 100 kW, dell'inverter e del pacco batterie, tutto realizzato da Compact Dynamics. Toyota non ha avuto paura di adottare una scelta del genere, che a prima vista potrebbe lasciar pensare a una soluzione che genera molto più drag - dunque resistenza all'avanzamento - rispetto alle soluzioni adottate dai diretti rivali Hyundai e M-Sport Ford.

La GR Yaris Rally1, poi ha scelto un'ingresso d'aria per i freni posteriori senza utilizzare prese NACA, La fessura si trova sotto le grandi bocche laterali, dedicate al raffreddamento dell'elettrico. Nella parte posteriore, come potrete notare, manca il diffusore posteriore come previsto dal nuovo regolamento tecnico Questo significa un minore carico aerodinamico.

Toyota Gazoo Racing 
 Yaris Rally1

Toyota Gazoo Racing Yaris Rally1

Photo by: Toyota Racing

Toyota, così come Hyundai e M-Sport Ford, ha scelto una soluzione che possa sfruttare l'estrazione dell'aria calda proveniente dal pacchetto elettrico per estrarre più rapidamente l'aria dal fondo della vettura e aumentare così la downforce. Interessante anche l'ala posteriore, molto meno squadrata rispetto allo scorso anno e rispetto alle dirette rivali.

La vettura sarà affidata a Elfyn Evans e Kalle Rovanpera per ciò che riguarda i piloti che faranno tutto il Mondiale. Sébastien Ogier ed Esapekka Lappi, invece, si alterneranno al volante della terza Yaris ufficiale. La GR Yaris Rally1 sarà anche a disposizione di Takamoto Katsuta. Il giapponese, anche quest'anno, farà tutta la stagione. 

Toyota affronterà il Rallye Monte-Carlo, prima uscita stagionale del WRC 2022, con Sébastien Ogier, Elfyn Evans e Kalle Rovanpera come piloti titolari, dunque ripartendo proprio con gli stessi piloti delle ultime 2 stagioni. Il primo, grande, cambiamento avverrà a partire dal Rally di Svezia. Nel secondo appuntamento stagionale, il posto di Sébastien Ogier sarà preso da Esapekka Lappi. Il finnico tornerà così titolare nel team che ha base in Finlandia dopo 3 anni in cui ha cambiato diversi team, tra questi Citroen e M-Sport Ford. Lappi non era presente al lancio della stagione 2022, ma sarà regolarmente al via dell'appuntamento svedese.

Toyota Gazoo Racing 
 Yaris Rally1

Toyota Gazoo Racing Yaris Rally1

Photo by: Toyota Racing

condivisioni
commenti
WRC | M-Sport, la Ford Puma Rally1 è viola e ha i fulmini
Articolo precedente

WRC | M-Sport, la Ford Puma Rally1 è viola e ha i fulmini

Prossimo Articolo

WRC | M-Sport, quante novità sulla Puma presentata in Austria!

WRC | M-Sport, quante novità sulla Puma presentata in Austria!