WRC: ecco cosa ha rallentato Ogier al Rally Estonia

Il leader del Mondiale WRC ha dovuto far fronte a un weekend non semplice in Estonia. Eppure è riuscito ad artigliare un podio e punti pesanti che, a fine anno, potrebbero risultare decisivi nella conquista al settimo iride.

WRC: ecco cosa ha rallentato Ogier al Rally Estonia

Sébastien Ogier ha dovuto correre in difesa al Rally Estonia. quarto appuntamento del Mondiale Rally e gara che ha fatto ripartire il WRC dopo la sosta forzata a causa della pandemia da COVID-19.

Il leader del Mondiale Piloti è riuscito a portare a casa un podio molto importante in un fine settimana per lui più complicato del solito. Aprire le speciali al mattino del primo giorno di gara gli ha fatto perdere secondi importanti, ma il momento più complicato per lui è stato al pomeriggio, a causa di un assetto sbagliato. A complicare le cose, inoltre, sono stati anche problemi alle gomme in due momenti distinti della gara.

"Il podio era il reale obiettivo in Estonia, l'obiettivo dichiarato. Quando lo ottieni in una gara su sterrato dove sei costretto ad aprire le speciali, è sempre un buon risultato".

"Tuttavia, guardando a come si è evoluto il fine settimana, penso che avremmo potuto fare ancora meglio. Penso che avremmo potuto finire almeno una posizione più avanti e, in generale, mettere Tanak maggiormente sotto pressione".

Leggi anche:

"I nostri problemi sono sorti soprattutto al sabato pomeriggio a causa di un assetto inadeguato che abbiamo gradualmente corretto nel corso delle speciali, ma anche per alcuni problemi legati alle gomme. Prima di tutto abbiamo finito una prova con una gomma fuori dal cerchio. Questo ha significato non avere più ruote di scorta, per cui non avremmo potuto permetterci errori sino alla fine del giro".

"Poi, nell'ultima tappa, si è delaminata una gomma. Questo ha causato una perdita d'aderenza. Questo mi ha costretto ad arrivare lungo a una frenata, perdendo circa 5 o 6 secondi".

"A quel punto, con il ritardo accumulato, nella giornata di domenica ho solo pensato a portare a casa il podio e prendere punti nella Power Stage. Sono riuscito a prenderne 2, ma ne avrei voluti alcuni in più. Considerando però quanto si fossero deteriorate le gomme, ho preferito non mettere a rischio la posizione sul podio".

"In generale, le condizioni erano molto peggiori nel secondo giro del weekend. Mentre nelle mattinate mi sono gustato di più le prove e la guida. Nei secondi passaggi ho trovato molte più insidie, per altro difficili da prevedere".

condivisioni
commenti
Report WRC: Torna Tanak e Ogier ora trema

Articolo precedente

Report WRC: Torna Tanak e Ogier ora trema

Prossimo Articolo

Rallylegend 2020: Delecour, Biasion e Cunico i primi grandi nomi

Rallylegend 2020: Delecour, Biasion e Cunico i primi grandi nomi
Carica commenti
Pagelle WRC: In Grecia Rovanpera perfetto, Hyundai per...niente Prime

Pagelle WRC: In Grecia Rovanpera perfetto, Hyundai per...niente

Se da un parte il Rally dell'Acropoli ha regalato a Kalle Rovanpera la seconda - e strepitosa - vittoria in carriera, dall'altra ha generato una contrapposizione di emozioni: con Hyundai in difficoltà, Ogier conquista un bronzo che vale oro. Ecco le pagelle stilate e commentate da Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
15 set 2021
Ora è Hyundai il riferimento prestazionale del WRC Prime

Ora è Hyundai il riferimento prestazionale del WRC

Toyota e Ogier dominano le classifiche Mondiali del WRC, ma i dati che abbiamo in mano devono essere interpretati. Ecco perché Hyundai non ha solo recuperato il gap prestazionale dalla Casa giapponese, ma l'ha addirittura superata.

WRC
18 ago 2021
Pagelle WRC Belgio: Neuville perfetto, Ogier irriconoscibile Prime

Pagelle WRC Belgio: Neuville perfetto, Ogier irriconoscibile

Andiamo a dare i voti alla tappa belga del Mondiale WRC in compagnia di Giacomo Rauli e Beatrice Frangione. Thierry Neuville ritrova la vittoria sul suolo di casa, un successo che al portacolori Hyundai mancava dal Rally di. onte Carlo 2020. Ogier, invece, conquista un'insufficienza...

WRC
17 ago 2021
WRC 2022: il cooling dell'ibrido aiuterà il recupero di downforce Prime

WRC 2022: il cooling dell'ibrido aiuterà il recupero di downforce

Le vetture Rally1 ibride 2022 non avranno più il diffusore e saranno meno raffinate dal punto di vista aerodinamico. I team lavorano per recuperare carico al posteriore sfruttando il raffreddamento delle batterie del motore elettrico da 100 kW. Ecco come.

WRC
12 ago 2021
WRC, mercato piloti 2022: tutti i dubbi di Toyota e M-Sport Prime

WRC, mercato piloti 2022: tutti i dubbi di Toyota e M-Sport

Giunti a metà stagione 2021, facciamo il punto sul mercato piloti per la stagione WRC 2022. Solo Hyundai si è assicurata top driver. Toyota attende le mosse future di Ogier, M-Sport le occasioni migliori.

WRC
24 lug 2021
WRC: Rovanpera fa la storia, ma ora arriva la parte difficile Prime

WRC: Rovanpera fa la storia, ma ora arriva la parte difficile

Al Rally Estonia Kalle Rovanpera è diventato il pilota più giovane ad aver vinto un rally Mondiale, togliendo il record al suo attuale team principal Jari-Matti Latvala. Ora, per il finnico, arriva la parte difficile: confermarsi e migliorare ancora.

WRC
21 lug 2021
Pagelle WRC: In Estonia Tanak padrone di casa senza chiavi Prime

Pagelle WRC: In Estonia Tanak padrone di casa senza chiavi

Il Rally Estonia ha regalato tanti promossi, tanti bocciati e...tante sorprese. Le pagelle stilate e commentate da Giacomo Rauli e Beatrice Frangione.

WRC
20 lug 2021
WRC: come e perché M-Sport ha scelto la Puma come Rally1 Prime

WRC: come e perché M-Sport ha scelto la Puma come Rally1

Analizziamo la nuova arma del team M-Sport Ford per il WRC 2022, la Puma Rally1 ibrida. Differenze e peculiarità con la Fiesta WRC Plus, ma anche novità dettate dal regolamento e dalla necessità di ritrovare il carico aerodinamico perso.

WRC
11 lug 2021