WRC: Dani Sordo chiude in testa la prima tappa del Rally Italia Sardegna

Grande giornata del pilota spagnolo, che precede la Fiesta di Teemu Suninen e la Toyota di Ott Tanak. Latvala fa due incidenti e si ritira. K.O. anche Ogier.

WRC: Dani Sordo chiude in testa la prima tappa del Rally Italia Sardegna

Daniel Sordo era tra i piloti più attesi in questo fine settimana per via della sua posizione di partenza favorevole nelle speciali di venerdì e non ha tradito le attese. Il pilota spagnolo della Hyundai ha chiuso in testa la prima tappa del Rally Italia Sardegna, ottavo appuntamento del WRC 2019.

La gara dell'iberico è stata praticamente perfetta, priva di sbavature, molto veloce e competitiva. Perfetta la scelta gomme, ottima la gestione della vettura e di ogni situazione. Dani ha dovuto fare i conti anche con una foratura nella speciale d'apertura della giornata, ma ha recuperato con calma e classe.

Più invecchia e più diventa una sicurezza per Hyundai, che può finalmente sorridere grazie ai piloti non designati nella lotta per il titolo iridato. Molto bene infatti anche Andreas Mikkelsen che, sebbene abbia sbagliato la scelta gomme in mattinata, si è rifatto nel pomeriggio, chiudendo la tappa in quarta posizione.

Giornata sontuosa per Teemu Suninen. All'esordio con il nuovo navigatore Jarmo Lehtinen - ha sostituito Mikko Markkula - il giovane finlandese è stato una furia sin dalle prime prove di questa mattina, occupando stabilmente le prime posizioni della corsa. Ora il pilota del team M-Sport Ford si trova in seconda posizione a 10"8 dalla vetta.

Domani dovrà però vedersela con Ott Tanak, terzo nella classifica generale dopo aver perso il secondo posto proprio nell'ultima prova. L'estone della Toyota avrà la grande opportunità di andare in testa al Mondiale Piloti al termine di quest'evento, sfruttando il clamoroso ritiro di Sébastien Ogier.

Il 6 volte iridato della Citroen è stato protagonista di un incidente dopo 900 metri dall'avvio della PS5, centrando una roccia che delimitava una curva destrorsa nel bel mezzo di un tratto completamente sabbioso. Un errore non da lui, che ha compromesso il suo fine settimana. La sua ripartenza rimane in forte dubbio.

Leggi anche:

Detto del quarto posto di Andreas Mikkelsen, chiude la Top 5 Elfyn Evans. Il gallese del team M-Sport Ford è stato autore di un giro mattutino molto consistente e veloce, ma nel pomeriggio ha commesso qualche sbavatura di troppo che lo ha portato a perdere posizioni e a chiudere davanti a Kris Meeke, anche lui non a proprio agio con la sua Toyota Yaris nelle prove mattutine perché non perfettamente conosciute.

Ricordiamo infatti che lo scorso anno Meeke saltò il Rally Italia Sardegna dopo essere stato formalmente fermato da Citroen Racing in seguito al terribile incidente al Rally di Portogallo, ma di fatto venne licenziato in tronco. Giornata molto complicata per Thierry Neuville, settimo nella generale ma autore di un giro pomeridiano da incubo.

Il belga della Hyundai è stato tratto in inganno nella PS6 da un'incomprensione nella dettatura di una nota da parte del navigatore Nicolas Gilsoul, impostando una curva a sinistra mentre questa era a destra. L'impatto contro un banco di terra non è stato violento, ma ha bucato il radiatore della i20 Coupé WRC numero 11, costringendo l'equipaggio a fermarsi alla fine della prova per ripararlo.

Ma non è tutto, perché nella penultima prova, con le gomme di sinistra finite, la vettura di Neuville si è intraversata in un tratto rettilineo, facendogli perdere altro tempo prezioso, seguito poi da un lungo in frenata, sempre nell'impostazione di una curva a sinistra.

Esapekka Lappi continua ad avere difficoltà nel suo adattamento alla Citroen C3 WRC, ma oggi il finlandese ha fatto capire in maniera forte di essere stato rallentato da un errore del team nell'assemblaggio e nel montaggio del cambio sulla sua vettura. Questo è stato il motivo del suo ritmo non competitivo nel giro di questa mattina.

Buono il nono posto del rientrante Juho Hanninen al volante della quarta Toyota Yaris WRC. Il finnico, però, non sta guardando i tempi di speciale (alcuni particolarmente buoni) ma alla valutazione di nuove componenti che potrebbero essere montate sulle tre Yaris WRC ufficiali di Tanak, Latvala e Meeke a partire dalle prossime gare. Si parla in questo caso di ammortizzatori differenti e altre componenti.

Brutta giornata anche per Jari-Matti Latvala. Così come Neuville, il finnico è stato autore di un giro pomeridiano da dimenticare. Prima ha capottato nella PS6 anticipando troppo il taglio di un tornante in discesa e poi, dopo aver ottenuto un ottimo tempo nella prova successiva pur con una macchina priva del parabrezza, è finito fuori nell'ultima stage di giornata, risultando così costretto al ritiro.

Per quanto riguarda il WRC2, Pierre-Louis Loubet ha chiuso in testa al volante della sua Skoda Fabia R5 privata dopo una bella rimonta. Nel WRC2 Pro, invece, comanda Kalle Rovanpera su Skoda Fabia R5 Evo, in vantaggio di appena 6 decimi nei confronti del compagno di squadra Jan Kopecky dotato della vettura gemella. 

La prima tappa del Rally Italia Sardegna 2019 termina qui, ma la gara riprenderà domani mattina con la Prova Speciale 10, la Coiluna Loelle 1 di 14,97 chilometri prevista alle ore 08:08. 

Rally Italia Sardegna - Classifica generale dopo la PS9

  Posizione Pilota/navigatore Vettura Tempo/distacco Penalità
1 Sordo/Del Barrio Hyundai i20 Coupé WRC 1.36'01”5  
2 Suninen/Lehtinen Ford Fiesta WRC +10"8  
3 Tanak/Jarveoja Toyota Yaris WRC +11"2  
4 Mikkelsen/Jaeger Hyundai i20 Coupé WRC +20"2  
5 Evans/Martin Ford Fiesta WRC +20"3  
6 Meeke/Marshall Toyota Yaris WRC +29"5  
7 Neuville/Gilsoul Hyundai i20 Coupé WRC +57"7  
8 Lappi/Ferm Citroen C3 WRC +1'03"5  
9 Hanninen/Tuominen Toyota Yaris WRC +2'38"5 +1'10"
10 Rovanpera/Halttunen Skoda Fabia R5 Evo +2'50"3  
condivisioni
commenti
WRC, Rally Italia Sardegna, PS8: Sordo primo da solo! Errori di Neuville ed Evans

Articolo precedente

WRC, Rally Italia Sardegna, PS8: Sordo primo da solo! Errori di Neuville ed Evans

Prossimo Articolo

WRC, ufficiale: dal 2022 le vetture saranno dotate di un sistema ibrido

WRC, ufficiale: dal 2022 le vetture saranno dotate di un sistema ibrido
Carica commenti
Pagelle WRC: Ogier e Tanak (ancora) dietro la lavagna Prime

Pagelle WRC: Ogier e Tanak (ancora) dietro la lavagna

Dal Rally di Spagna, il mondiale WRC ne esce con tanti promossi, tanti bocciati e... due titoli ancora da assegnare. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano le prestazioni dei protagonisti della tappa spagnola.

WRC
18 ott 2021
Pagelle WRC: Ogier bocciato, manca la zampata del campione Prime

Pagelle WRC: Ogier bocciato, manca la zampata del campione

Il Rally di Finlandia ha riaperto un mondiale che sembrava già chiuso. Merito del "ritorno" di Evans; mentre chi avrebbe dovuto tirare la zampata finale, come Ogier, porta a casa una prova totalmente incolore. Ecco le pagelle della tappa finlandese di Motorsport.com con Giacomo Rauli e Beatrice Frangione.

WRC
5 ott 2021
Pagelle WRC: In Grecia Rovanpera perfetto, Hyundai per...niente Prime

Pagelle WRC: In Grecia Rovanpera perfetto, Hyundai per...niente

Se da un parte il Rally dell'Acropoli ha regalato a Kalle Rovanpera la seconda - e strepitosa - vittoria in carriera, dall'altra ha generato una contrapposizione di emozioni: con Hyundai in difficoltà, Ogier conquista un bronzo che vale oro. Ecco le pagelle stilate e commentate da Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
15 set 2021
Ora è Hyundai il riferimento prestazionale del WRC Prime

Ora è Hyundai il riferimento prestazionale del WRC

Toyota e Ogier dominano le classifiche Mondiali del WRC, ma i dati che abbiamo in mano devono essere interpretati. Ecco perché Hyundai non ha solo recuperato il gap prestazionale dalla Casa giapponese, ma l'ha addirittura superata.

WRC
18 ago 2021
Pagelle WRC Belgio: Neuville perfetto, Ogier irriconoscibile Prime

Pagelle WRC Belgio: Neuville perfetto, Ogier irriconoscibile

Andiamo a dare i voti alla tappa belga del Mondiale WRC in compagnia di Giacomo Rauli e Beatrice Frangione. Thierry Neuville ritrova la vittoria sul suolo di casa, un successo che al portacolori Hyundai mancava dal Rally di. onte Carlo 2020. Ogier, invece, conquista un'insufficienza...

WRC
17 ago 2021
WRC 2022: il cooling dell'ibrido aiuterà il recupero di downforce Prime

WRC 2022: il cooling dell'ibrido aiuterà il recupero di downforce

Le vetture Rally1 ibride 2022 non avranno più il diffusore e saranno meno raffinate dal punto di vista aerodinamico. I team lavorano per recuperare carico al posteriore sfruttando il raffreddamento delle batterie del motore elettrico da 100 kW. Ecco come.

WRC
12 ago 2021
WRC, mercato piloti 2022: tutti i dubbi di Toyota e M-Sport Prime

WRC, mercato piloti 2022: tutti i dubbi di Toyota e M-Sport

Giunti a metà stagione 2021, facciamo il punto sul mercato piloti per la stagione WRC 2022. Solo Hyundai si è assicurata top driver. Toyota attende le mosse future di Ogier, M-Sport le occasioni migliori.

WRC
24 lug 2021
WRC: Rovanpera fa la storia, ma ora arriva la parte difficile Prime

WRC: Rovanpera fa la storia, ma ora arriva la parte difficile

Al Rally Estonia Kalle Rovanpera è diventato il pilota più giovane ad aver vinto un rally Mondiale, togliendo il record al suo attuale team principal Jari-Matti Latvala. Ora, per il finnico, arriva la parte difficile: confermarsi e migliorare ancora.

WRC
21 lug 2021