Citroen verso il 2017 con la C3 nel WRC?

Matton vuole Neuville sulla C3 nel 2017, Meeke può rimanere. Loeb si prende le C-Elysée nel WTCC?

Ormai è tempo di scegliere. I vertici di Citroen Racing stanno decidendo proprio in questi giorni in quale ambito del Motorsport porre attenzione, risorse economiche, tecniche e umane a partire dal 2017. E' una scelta netta: lasciare il WTCC per cercare di tornare al dominio nel WRC o lasciare il Mondiale Rally per continuare la fortunata e vincente epopea in quello Turismo? La decisione non è facile. Propendere per la mora avvenente dai tratti mediterranei o la bionda nordica, longilinea e delicata? Bianco o nero? Le risorse andranno ben dosate, anche se probabilmente saranno ingenti, perché l'obiettivo è chiaro, ovvero sposare un progetto per raggiungere un solo obiettivo. E questo sarà inevitabilmente... Vincere.

CITROEN ORIENTATA VERSO IL WRC?
Stando alle ultime indiscrezioni provenienti da Parigi l'indirizzo da prendere per il prossimo quinquennio si è fatto meno nebuloso e potrebbe non comprendere in via ufficiale un programma dedicato alla pista. Il WRC sembra attrarre più del WTCC, forse anche per una visibilità minore del campionato Turismo rispetto ai rally e questo è un parametro che in Citroen non possono sottovalutare. Il Motorsport deve creare innovazioni per il prodotto, certo, ma soprattutto creare presupposti per vendere vetture di serie.

BILANCIO WRC 2015 DA DIMENTICARE
Il 2015 di Citroen (assieme a DS con la DS3 WRC) non è stato affatto esaltante. Una sola vittoria colta da Kris Meeke e 7 podi complessivi in 13 gare non può essere un bilancio in attivo per una sezione sportiva abituata per un decennio a disintegrare ogni avversario nel Mondiale Rally. Poco importa del secondo posto nel Mondiale Costruttori artigliato nell'ultimo appuntamento stagionale ai danni della Hyundai: gli obiettivi erano altri, ma le Polo R si sono rivelate imbattibili anche quest'anno.

PILOTI 2016, MEEKE VERSO LA RICONFERMA
Il futuro di Citroen nel WRC si deciderà innanzitutto dalla scelta dei piloti per la prossima stagione. Secondo Yves Matton, direttore di Citroen Motorsport, gli scenari possibili sono tre. Il primo di questi, quello che a oggi sembra il più possibile, vede Kris Meeke confermato perché nettamente il pilota più veloce dei due nel 2015 e capace di portare a casa una vittoria, l'unica di un pilota non Volkswagen in questa stagione, mentre Ostberg verrebbe appiedato per la mancanza di talento puro, a favore di un altro pilota. Il secondo scenario vedrebbe proprio Ostberg confermato perché più regolare e meno propenso all'errore di Meeke, mentre il britannico rimarrebbe a piedi. Il terzo vedrebbe confermati entrambi, ma Matton ha dichiarato: “Potremmo confermarli entrambi se decidessimo di ritirarci nel 2017. Chi rimane dei due il prossimo anno? Meeke ha vinto una gara...”. Dichiarazioni che non cancellano i dubbi, che saranno sciolti tra due settimane al massimo, ma Meeke ha compiuto un finale di stagione finalmente regolare e altrettanto competitivo.

DS3 IN PENSIONE, NEL 2017 ECCO LA NUOVA C3
Se Citroen dovesse scegliere di tornare in pompa magna nel WRC, le DS3 sarebbero destinate alla pensione immediata. Il marchio DS, scorporato da qualche mese dalla casa francese, sarebbe impegnato esclusivamente nel progetto Formula E assieme al team Virgin Racing, con Citroen che sarebbe chiamata a proporre una vettura completamente nuova da adattare ai nuovi regolamenti tecnici 2017 del Mondiale Rally. La 4 ruote motrici è già decisa. A prendere il posto della DS3 sarà infatti la nuova Citroen C3, che dovrebbe iniziare nei prossimi mesi i primi test (con un motore di derivazione WTCC, quello della C-Elysée) se a Parigi confermeranno la volontà di tornare nei rally per vincere.

MATTON VUOLE NEUVILLE PER IL 2017
Nelle ultime settimane, Matton si è inoltre sbilanciato riguardo un pilota che apprezza in modo particolare: Thierry Neuville. Il belga è in difficoltà da mesi con Hyundai (che non lo ha supportato più di tanto, puntando su Hayden Paddon), anche se, nel 2016, continuerà a correre per il team di Alzenau perché già confermato da Michel Nandan. Il suo contratto scadrà proprio al termine della prossima stagione e il boss di Citroen Motorsport ha ammesso di voler provare a ingaggiarlo per il 2017: “Lo ammetto, Thierry Neuville mi interessa molto. Anzi, anche di più. Dal 2017 Citroen Racing WRC potrebbe essere la sua unica buona scelta nel Mondiale Rally. Spero si possa concentrare per la stagione 2017, così da non commettere un errore e scegliere il team sbagliato”. Matton ha inoltre affermato di essere in trattativa con altri piloti per il futuro, ma Thierry sembra davvero essere il primo obiettivo per un'annata che dovrà rilanciare il “double chevron” dopo anni di dominio marchiato Volkswagen e Sébastien Ogier.

WTCC, LE C-ELYSEE APPOGGIATE AL TEAM DI LOEB?
E il WTCC? Il programma ambizioso avviato da due stagioni è difficile da abbandonare per più motivi. Le C-Elysée sono vetture molto competitive, create apposta per vincere e affidate a piloti di valore assoluto come José Maria Lopez, Sébastien Loeb e Yvan Muller. Se quest'ultimo sembra essere in trattativa con Volvo dopo una stagione al di sotto delle aspettative, risulta difficile appiedare il due volte iridato e una bandiera Citroen come Loeb. Per questo le C-Elysée potrebbero essere affidate al team del transalpino e parcheggiare Lopez proprio nella struttura del nove volte iridato rally.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WRC
Piloti Sébastien Loeb , Kris Meeke , José María López , Mads Østberg
Team Citroën World Rally Team , Citroën World Touring Car Team
Articolo di tipo Ultime notizie