WRC: svelato il nuovo calendario 2020. C'è l'Italia!

Confermate Turchia, Italia, Germania e Giappone. Entra l'Estonia. 5 i nuovi round oltre ai 3 già disputati: si parte da settembre. Ypres e Croazia pronti a subentrare in caso di forfait di alcuni eventi.

WRC: svelato il nuovo calendario 2020. C'è l'Italia!

Il nuovo calendario WRC 2020 era atteso per la fine del mese di giugno, ma ha fatto - finalmente - la sua comparsa oggi. FIA e promotori del WRC hanno trovato la quadra sugli eventi che da agosto a novembre comporranno la parte restante del travagliato Mondiale Rally 2020.

Come già annunciato nei giorni scorsi da diversi esponenti del WRC - tra i quali Andrea Adamo, team director di Hyundai Motorsport, a Motorsport.com - il calendario ufficiale di questa stagione è composto da appena 8 gare che, però, sono state ritenute sufficienti per poter terminare la stagione e assegnare i Mondiali.

La nuova lista di gara WRC comprende dunque 5 gare che saranno disputate tra settembre e novembre. Di queste 5, la novità assoluta è una. Questa è la gara che farà riprendere le ostilità ai protagonisti del Mondiale: il Rally Estonia.

La gara estone sarà la prima a essere disputata, essendo prevista dal 4 al 6 di settembre. I promotori del Rally Estonia hanno spostato di 2 settimane la gara ormai tempo fa, in seguito alla cancellazione del Rally di Finlandia e ora passa da evento promozionale del WRC a gara con titolazione Mondiale, ma sono stati costretti a ritardare di un altro mese la propria gara.

Del calendario originale, quello approvato a dicembre dell'anno scorso, rimane il Rally di Turchia, previsto dal 24 al 27 settembre, ma anche il Rally Italia Sardegna - che però cambia data rispetto a quella originale (era previsto a giugno) passando nel weekend che andrà dal 29 ottobre al 1 novembre e il Rally del Giappone, per ora previsto nonostante altri eventi di altre categorie del motorsport previste nel paese del Sol Levante siano stati cancellati ormai da diverse settimane.

Il rally del Giappone sarà la tappa conclusiva del Mondiale nel weekend che andrà dal 19 al 22 novembre. Inizialmente sembrava possibile che il Rally Ypres potesse prendere il posto del Rally di Germania, ma per ora questo è riuscito a mantenere il suo posto nonostante le restrizioni sui viaggi previste dal governo di Angela Merkel. L'evento che si terrà sugli asfalti che tagliano in mezzo alle vigne tedesche si terrà dal 15 al 18 ottobre.

Bisogna purtroppo segnalare la cancellazione del Rally d'Argentina a causa delle limitazioni a livello di logistica dei team e del WRC stesso, sebbene le parti in causa si fossero dimostrate aperte a recuperare l'evento sudamericano. Le condizioni sono risultate più difficili del previsto anche a causa dell'aumento di casi di COVID-19 nella parte sud del continente americano.

"Oggi pubblicare il nuovo calendario 2020 manda un chiaro segnale che il Mondiale Rally torna", a dichiarato Oliver Ciesla, WRC promoter managing director. "I promotori del WRC hanno lavorato senza sosta a fianco della FIA, delle Case coinvolte, dei team e dei rally che potenzialmente avrebbero potuto entrare nel calendario e lo hanno fatto in circostanze eccezionali, riuscendo a riformulare il calendario".

"Far ripartire il Mondiale WRC nel mese di settembre, dunque il momento più opportuno, ci aiuterà a fare in modo di assegnare i titoli iridati 2020. I fan hanno dimostrato enorme passione in Estonia e in Italia. Le aspettative hanno aiutato a far ripartire il Mondiale nel mese di settembre, ha aggiunto Ciesla.

"Sono molto felice di annunciare il calendario 2020 del WRC che è stato rivisitato dopo diversi mesi di discussioni che hanno richiesto grande flessibilità da parte di tutti. Una situazione mai verificatasi in precedenza", ha invece aggiunto Yves Matton, responsabile del reparto Rally della FIA.

Bisogna sottolineare come il Rally di Ypres e il Rally di Croazia rimangano in lizza per entrare nel calendario. Al momento sono eventi in attesa di subentrare in caso di forfait di uno dei 5 eventi che saranno disputati da settembre a novembre. Rimane in bilico la situazione del Rally di Germania e del Giappone.

Il nuovo calendario WRC 2020

    Numero Data Evento Tipologia
1 23-26 gennaio Rallye Monte-Carlo* Asfalto
2 13-16 febbraio Rally Svezia* Neve
3 12-15 marzo Rally del Messico* Terra
4 4-6 settembre Rally Estonia Terra
5 24-27 settembre Rally Turchia Terra
6 15-18 ottobre Rally Germania Asfalto
7 29 ottobre – 1 novembre Rally Italia Sardegna Terra
8 19-22 novembre Rally Giappone Asfalto

*Gare già svolte

condivisioni
commenti
WRC, Latvala: "Voglio correre altri 2 anni e farlo con le ibride"
Articolo precedente

WRC, Latvala: "Voglio correre altri 2 anni e farlo con le ibride"

Prossimo Articolo

Scandola-D'Amore confermati in WRC3 con Hyundai Rally Team Italia

Scandola-D'Amore confermati in WRC3 con Hyundai Rally Team Italia
Carica commenti
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
18 o
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021
WRC | Ogier-Ingrassia: cosa lasciano in eredità i migliori Prime

WRC | Ogier-Ingrassia: cosa lasciano in eredità i migliori

Sébastien Ogier e Julien Ingrassia hanno vinto a Monza l'ottavo e ultimo titolo WRC assieme. Ecco qual è la loro eredità, al di là dei titoli, delle vittorie e del loro nome già nell'Olimpo dei più grandi del Motorsport.

WRC
25 nov 2021
Pagelle WRC | 10gier campione, S8lberg, che prestazione! Prime

Pagelle WRC | 10gier campione, S8lberg, che prestazione!

In questo nuovo video di Motorsport.com, Giacomo Rauli e Beatrice Frangione commentano le prestazioni dei protagonisti dell'ACI Rally Monza. Ecco i promossi e i bocciati dell'ultimo appuntamento del mondiale WRC 2021.

WRC
23 nov 2021
WRC, cos'ha messo in pericolo la vittoria di Neuville in Spagna? Prime

WRC, cos'ha messo in pericolo la vittoria di Neuville in Spagna?

Thierry Neuville ha dominato il Rally di Spagna, ma ha rischiato di perdere tutto a causa di un problema verificatosi prima della Power Stage. Ecco di cosa si tratta.

WRC
21 ott 2021
Pagelle WRC: Ogier e Tanak (ancora) dietro la lavagna Prime

Pagelle WRC: Ogier e Tanak (ancora) dietro la lavagna

Dal Rally di Spagna, il mondiale WRC ne esce con tanti promossi, tanti bocciati e... due titoli ancora da assegnare. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano le prestazioni dei protagonisti della tappa spagnola.

WRC
18 ott 2021
Pagelle WRC: Ogier bocciato, manca la zampata del campione Prime

Pagelle WRC: Ogier bocciato, manca la zampata del campione

Il Rally di Finlandia ha riaperto un mondiale che sembrava già chiuso. Merito del "ritorno" di Evans; mentre chi avrebbe dovuto tirare la zampata finale, come Ogier, porta a casa una prova totalmente incolore. Ecco le pagelle della tappa finlandese di Motorsport.com con Giacomo Rauli e Beatrice Frangione.

WRC
5 ott 2021