Volkswagen: al termine della Tappa 1 Capito consola l'arrabbiato Ogier

Al termine della Tappa 1 del Rally Italia Sardegna il boss di Volkswagen Motorsport ha attenzioni solo per il campione del mondo in carica. Ogier è in difficoltà a causa del regolamento che gli impone di partire primo in ogni speciale.

Volkswagen: al termine della Tappa 1 Capito consola l'arrabbiato Ogier
Sébastien Ogier, Julien Ingrassia, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Sébastien Ogier, Julien Ingrassia, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Sébastien Ogier, Julien Ingrassia, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Sébastien Ogier, Julien Ingrassia, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Sébastien Ogier, Volkswagen Motorsport
Jost Capito, Volkswagen Motorsport Director
Sébastien Ogier, Volkswagen Motorsport
Sébastien Ogier, Julien Ingrassia, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport

Al termine della prima tappa del Rally Italia Sardegna il clima all'interno della Hospitality Volkswagen Motorsport, situata sul porto di Alghero, era sereno.

Il secondo posto di Jari-Matti Latvala, unito al terzo di Sébastien Ogier e al quarto di Andreas Mikkelsen hanno rappresentato un buon avvio per la casa tedesca, che è alla ricerca del quarto iride Costruttori di fila.

Eppure, nonostante i volti distesi, c'era un'aura di malcontento nella piazzola dedicata alla Polo R WRC numero 1, quella di Sébastien Ogier. Anche in questa occasione il francese ha dovuto aprire tutte le speciali della giornata (e dovrà farlo anche domani) a causa del regolamento, che impone al leader del mondiale di scendere sul tracciato per primo.

Questo, soprattutto sui fondi sterrati, penalizza in maniera evidente chi parte per primo. In questo caso proprio il francese. Una volta rientrato al Parco Assistenza, Ogier è stato accolto da un bell'applauso dei suoi meccanici, ma anche da un affettuoso Jost Capito.

Il boss di Volkswagen Motorsport, ormai in procinto di passare alla McLaren-Honda in Formula 1, ha subito fermato Séb, invitandolo a parlare della prima giornata di gara e scherzando sin dalle prime parole per tentare di stemperare la tensione del francese. Dopo qualche minuto, in cui Ogier sembrava scatenato (pur mantenendo un tono di voce pacato, al contrario della gestualità), Capito è riuscito a strappare un bel sorriso al campione francese (come vedete dalla foto).

Il colloquio è durato circa 10 minuti, poi Capito è tornato nel suo ufficio, senza aspettare né Latvala, secondo, e nemmeno Mikkelsen. Un segnale forte da parte del vertice della casa tedesca nei confronti del suo diamante più prezioso, seppur Ogier sia in questa situazione per fattori indipendenti dalla sua guida, sempre straordinaria e allo stesso tempo misurata.

In più in questo fine settimana Ogier potrebbe diventare per la prima volta padre. Forse anche per questo il team sembra essergli ancora più vicino. L'intento è preservare un patrimonio unico nel suo genere, perché, almeno al momento, non sembrano esserci rivali credibili per il tre volte iridato di Gap.

condivisioni
commenti
Ogier: "Impossibile vincere in Sardegna con questo regolamento"
Articolo precedente

Ogier: "Impossibile vincere in Sardegna con questo regolamento"

Prossimo Articolo

Italia, PS10-11: spuntano Abbring e Tanak, ma davanti resta Neuville

Italia, PS10-11: spuntano Abbring e Tanak, ma davanti resta Neuville
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri Prime

Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri

Prosegue la nostra review PRIME delle gare più belle del 2021. Questa volta è il turno del Rally dell'Acropoli di WRC, con Rovanpera che coglie il secondo successo in carriera dopo il Rally d'Estonia, ma è il primo in cui domina in lungo e in largo. Non c'è mai stata storia e il futuro sembra suo.

WRC
27 dic 2021
Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato Prime

Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato

Il Rallye Monte-Carlo, ovvero l'evento più conosciuto al mondo per quanto riguarda il WRC, ha regalato nel 2021 un'edizione in cui abbiamo potuto assistere all'one man show di Sébastien Ogier, diventato il pilota più vincente della storia nel Principato grazie a una prova di forza senza precedenti.

WRC
23 dic 2021
I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC Prime

I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC

Sébastien Loeb correrà part time nel WRC con M-Sport, al volante della Ford Puma Rally1 ibrida. Analizziamo pro e contro di questa scelta che riporta il 9 volte iridato nel Mondiale Rally all'età di 47 anni.

WRC
21 dic 2021
Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra Prime

Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra

Quando punti i tuoi fondi al 2022 e quando punti sull'inesperienza, ottieni il 2021 di M-Sport. Andiamo ad analizzare il campionato del team britannico in questo video di Motorsport.com, con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
14 dic 2021
WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo Prime

WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo

Andrea Adamo ha lasciato la guida di Hyundai Motorsport WRC dopo 36 mesi e 2 titoli iridati, i primi della storia per la casa coreana nel Mondiale Rally. Ecco qual è l'eredità del manager italiano e quali sono i punti da cui Hyundai dovrà ripartire.

WRC
8 dic 2021
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
7 dic 2021
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021