Turchia, PS7: Neuville ed Ogier sono separati da solo tre decimi alla fine della prima tappa!

condivisioni
commenti
Turchia, PS7: Neuville ed Ogier sono separati da solo tre decimi alla fine della prima tappa!
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
14 set 2018, 14:43

I due contendenti al titolo chiudono vicinissimi nella prima giornata di gara, realizzando una grande rimonta nel giro pomeridiano. Occhio però anche a Mikkelsen, terzo a 2"6 dopo aver comandato quasi tutto il giorno. Latvala primo delle Toyota, sfortunate le Citroen.

Gli appassionati di rally non avrebbero potuto chiedere di meglio: alla conclusione della prima tappa del Rally di Turchia i due contendenti al titolo iridato sono separati tra loro da appena tre decimi.

Il leader del Mondiale Thierry Neuville ha chiuso questa prima giornata di gara mettendo la sua Hyundai i20 WRC davanti a tutti, ma il rivale Sebastien Ogier non è stato affatto da meno, perché tre decimi di distacco sono veramente un'inezia.

Entrambi hanno dato il meglio di loro nel giro pomeridiano, dopo che in mattinata avevano faticato parecchio entrambi, dovendo fare da "apripista" a tutto il resto della comitiva su un percorso particolarmente roccioso e reso insidioso anche dal polverone che veniva sollevato dalle vetture (non a caso, nel pomeriggio sono state distanziate di quattro minuti).

Il primo a piazzare la zampata è stato Ogier, che nel secondo passaggio sulla Cetibeli (PS5), la prova più lunga di giornata con i suoi 38 km, ha recuperato cinque posizioni in un colpo solo, portando la sua Ford Fiesta WRC dal settimo al secondo posto.

Nel tratto cronometrato successivo però è arrivata subito la risposta del belga della Hyundai, che si è preso la speciale ed ha soffiato di nuovo la seconda piazza al francese. Nella prova conclusiva, infine, sono riusciti entrambi a sopravanzare l'altra i20 WRC di Andreas Mikkelsen, che comunque rimane in terza posizione a soli 2"6 dalla vetta.

Il norvegese si era costruito un buon margine in mattinata, azzeccando la scelta delle gomme medie, ma nel pomeriggio si è allineato agli altri e probabilmente ha guidato anche in maniera un po' troppo conservativa, cedendo così la testa della corsa ai due grandi protagonisti del Mondiale.

Dopo una partenza a rilento, sono venute fuori alla distanza anche le Toyota, con Jari-Matti Latvala che ha trovato un po' di feeling e di grip nel giro pomeridiano, portando la sua Yaris WRC in quarta posizione e riducendo a soli 16"3 il distacco dalla vetta.

Piano piano hanno trovato ritmo e grip anche i suoi compagni Ott Tanak ed Esapekka Lappi, che proprio nella prova conclusiva di giornata hanno piazzato un bell'1-2 con l'estone davanti al finlandese. Nella classifica generale però figurano già piuttosto attardati: Tanak è quinto, ma a 31"9, mentre Lappi è settimo a 36"8. Tra di loro c'è anche la Hyundai di Hayden Paddon.

La giornata della Citroen invece ha vissuto un grande avvio, ma un finale molto deludente: Craig Breen si era addirittura portato al comando dopo la PS2 e alla fine del giro mattutino lui ed il compagno Mads Ostberg erano secondo e terzo. Il pomeriggio però è iniziato nel peggiore dei modi, perché entrambi sono stati vittime di forature nella PS5, perdendo diverse posizioni.

Il norvegese ha avuto decisamente la peggio, perché nella PS6 ha poi danneggiato una sospensione ed è stato costretto alla resa. La sfortuna però si è proprio accanita sulla C3 WRC, perché Breen partendo dopo Ostberg ha trovato la strada ostruita da lui e da Elfyn Evans, che a sua volta aveva danneggiato una sospensione sulla sua Ford Fiesta WRC (in mattinata aveva avuto anche problemi al differenziale posteriore). Alla fine quindi l'irlandese si ritrova ottavo ad oltre 50" dalla vetta.

Alle sue spalle, a completare la top 10, troviamo la Ford di Teemu Suninen e la Skoda di Henning Solberg, che guida a sorpresa la classifica di classe WRC2. Dietro di lui, staccato di circa tre minuti e mezzo, proprio nell'ultima prova speciale di giornata Jan Kopecky si è ripreso la piazza d'onore di classe (ma ai fini della classifica iridata è lui che comanda) ai danni di Chris Ingram, dopo che nella PS5 aveva perso parecchio terreno a causa di una foratura. Stessa sorte capitata anche a Pontus Tidemand, Simone Tempestini e Kajetan Kajetanowicz. Il più sfortunato di tutti però è stato Tidemand, che è rimasto nuovamente fermo lungo il percorso anche nella PS7.

Pos Pilota Vettura Tempo/Gap
1 Thierry Neuville Hyundai i20 WRC 1.52'28”2
2 Sebastien Ogier Ford Fiesta WRC +0"3
3 Andreas Mikkelsen Hyundai i20 WRC +2"6
4 Jari-Matti Latvala Toyota Yaris WRC +16"3
5 Ott Tanak Toyota Yaris WRC +31"9
6 Hayden Paddon Hyundai i20 WRC +35"1
7 Esapekka Lappi Toyota Yaris WRC +36"8
8 Craig Breen Citroen C3 WRC +50"1
9 Teemu Suninen Ford Fiesta WRC +1'02"9
10 Henning Solberg Skoda Fabia R5 +6'52"0
Prossimo articolo WRC
Turchia, PS6: Neuville risponde ad Ogier e si porta a solo 1"9 dal leader Mikkelsen

Articolo precedente

Turchia, PS6: Neuville risponde ad Ogier e si porta a solo 1"9 dal leader Mikkelsen

Prossimo Articolo

Turchia, PS8: colpo di scena, Neuville rompe una sospensione e paga tre minuti e mezzo!

Turchia, PS8: colpo di scena, Neuville rompe una sospensione e paga tre minuti e mezzo!
Carica commenti