Turchia, PS12: Tanak amministra e Latvala si avvicina. A fuoco la Citroen di Breen!

condivisioni
commenti
Turchia, PS12: Tanak amministra e Latvala si avvicina. A fuoco la Citroen di Breen!
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
15 set 2018, 13:03

Il pilota finlandese ha risolto il surriscaldamento della sua Toyota ed ha vinto la speciale, riducendo il distacco da un Tanak prudente a 8". Mikkelsen precipita ad oltre 5 minuti con problemi al differenziale, mentre la C3 di Breen va a fuoco in trasferimento.

Con tutto quello che è successo nella PS11, il Rally di Turchia sembra ormai destinato a giocarsi come una partita in casa Toyota. Jari-Matti Latvala ha potuto tirare un sospiro di sollievo, perché quello accusato dalla sua Yaris WRC nel tratto cronometrato precedente è stato un banale surriscaldamento.

Il finlandese ne ha avuto la riprova lungo la PS12, nella quale è riuscito a staccare il miglior tempo, completando i 10,7 km della Datca 2 in 8'33"9. In questo modo ha recuperato 5" sulla vettura gemella di Ott Tanak, che ha guidato in maniera estremamente prudente, conscio dell'importanza che potrebbe avere una vittoria per lui, considerato che Thierry Neuville e Sebastien Ogier sono entrambi fuori dai giochi.

Non a caso, anche se ha ridotto il suo distacco in classifica a soli 8", lo stesso Latvala ha lasciato intendere che potrebbero esserci dei giochi di squadra da parte della Casa giapponese, perché la possibilità di portare Tanak a pochi punti dalla vetta iridata è ovviamente troppo ghiotta.

In questo caso ci sono stati momenti concitati nel trasferimento che avrebbe dovuto portare gli equipaggi dalla PS11 alla PS12, con la Citroen C3 WRC di Craig Breen che è finita in fiamme dopo i problemi tecnici patiti nella speciale precedente. L'irlandese ha provato a domare le fiamme anche con l'aiuto di Tanak, ma la sua vettura è andata letteralmente distrutta.

Le cose inoltre si sono messe decisamente male per Andreas Mikkelsen, rimasto fermo parecchio lungo il trasferimento per cercare di risolvere il problema al differenziale patito dalla sua Hyundai i20 WRC ed entrato in prova in ritardo, per di più con la vettura che poteva contare solo sulla trazione delle ruote posteriori. Il suo ritardo quindi è salito a 5'39"0 ed è precipitato in quinta posizione.

A tenere alto l'onore della Hyundai ci pensa quindi Hayden Paddon, sempre terzo a 52"3, davanti alla migliore delle Ford, che è quella di Teemu Suninen. Buoni anche i tempi staccati dall'altra Fiesta WRC di Elfyn Evans, secondo anche su questa speciale, ma staccatissimo a causa del ritiro di ieri, pur essendo rientrato in zona punti in nona posizione.

Si merita un applauso Henning Solberg, sesto assoluto con la sua Skoda Fabia R5, anche se in classe WRC2 per la classifica iridata continua a comandare Chris Ingram, anche se il britannico ha visto ridursi ulteriormente il vantaggio della sua Skoda, visto che ora Jan Kopecky lo segue di soli 18"3.

Pos Pilota Vettura Tempo/Gap
1 Ott Tanak Toyota Yaris WRC 3.19'45”0
2 Jari-Matti Latvala Toyota Yaris WRC +8"0
3 Hayden Paddon Hyundai i20 WRC +52"3
4 Teemu Suninen Ford Fiesta WRC +3'10"1
5 Andreas Mikkelsen Hyundai i20 WRC +5'39"0
6 Henning Solberg Skoda Fabia R5 +11'11"7
7 Chris Ingram Skoda Fabia R5 +16'11"1
8 Jan Kopecky Skoda Fabia R5 +16'29"4
9 Elfyn Evans Ford Fiesta WRC +16'46"9
10 Kajetan Kajetanowicz Ford Fiesta R5 +16'57"9
Prossimo articolo WRC
Turchia, PS11: Ogier sbatte e Mikkelsen ha dei problemi tecnici, ne approfitta Tanak!

Articolo precedente

Turchia, PS11: Ogier sbatte e Mikkelsen ha dei problemi tecnici, ne approfitta Tanak!

Prossimo Articolo

Turchia, PS13: Tanak ad un passo dal tris e dal riaprire il Mondiale dopo la seconda tappa

Turchia, PS13: Tanak ad un passo dal tris e dal riaprire il Mondiale dopo la seconda tappa
Carica commenti