Toyota in Sardegna per tornare a podio. Yaris sperimentale per Lappi

Il team nipponico punta a capitalizzare gli aggiornamenti portati in Portogallo e tornare a lottare per il podio. Lappi avrà una Yaris piena di novità, dovrà valutarle e proseguire lo sviluppo della macchina.

Toyota in Sardegna per tornare a podio. Yaris sperimentale per Lappi
Esapekka Lappi, Toyota Racing
Juho Hänninen, Kaj Lindström, Toyota Yaris WRC, Toyota Racing
Juho Hänninen, Toyota Racing
Juho Hänninen, Kaj Lindström, Toyota Yaris WRC, Toyota Racing
Juho Hänninen, Kaj Lindström, Toyota Yaris WRC, Toyota Racing
Esapekka Lappi, Janne Ferm, Toyota Yaris WRC, Toyota Racing
Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Toyota Yaris WRC, Toyota Racing
Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Toyota Yaris WRC, Toyota Racing
Juho Hänninen, Kaj Lindström, Toyota Yaris WRC, Toyota Racing
Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Toyota Yaris WRC, Toyota Racing

Toyota Gazoo Racing si appresta ad affrontare il settimo appuntamento del World Rally Championship 2017, il Rally Italia Sardegna, e lo fa con fiducia dopo le ottime prestazioni mostrate soprattutto nella prima delle tre giornate di gara dell'ultimo rally disputato sugli sterrati del Portogallo.

Le Yaris Plus WRC saranno chiamate a confermare quanto di buono fatto in terra lusitana grazie ad alcune modifiche fatte dal team prima del sesto appuntamento del calendario, anche se i risultati al termine della corsa non sono stati certo quelli sperati dai vertici del team che ha sede a Puuppola.

Le modifiche a sospensioni e al differenziale hanno permesso a Jari-Matti Latvala di potersi giocare la prima posizione in Portogallo nonostante una posizione di partenza sfavorevole. Solo un errore di guida dell'esperto finlandese hanno posto fine ai sogni di gloria di Toyota, che però ha potuto mostrare significativi passi avanti rispetto alle prime uscite su sterrato.

Ora arriva il momento della verità, il Rally Italia Sardegna, appunto. Lo sterrato sardo non rivelerà solo l'effettivo potenziale della Yaris, ma anche la solidità essendo uno degli appuntamenti più duri dell'intero Mondiale.

"Dopo il Portogallo ci apprestiamo ad affrontare un altro rally molto difficile in Sardegna. La nostra Yaris non sarà molto differente da quella utilizzata nell'ultimo evento del Mondiale, anche perché abbiamo potuto capire molto della vettura e ora speriamo di poter sfruttare questa conoscenza in Italia", ha affermato Tommi Makinen, responsabile del progetto WRC di Toyota.

"Vorrei vedere tre vetture al traguardo in Sardegna e magari arrivare a punti, questo sarebbe anche meglio. Per la Sardegna abbiamo un buon piano di sviluppo che faremo svolgere a Esapekka Lappi, ma la cosa più importante sarà fare il numero più alto di chilometri per poter imparare ancora di più riguardo la vettura".

Yante novità sulla Yaris di Lappi

Come ha detto Makinen, Toyota schiererà anche in Sardegna tre Yaris Plus ufficiali. Oltre alle due affidate ai soliti Jari-Matti Latvala e Juho Hanninen, ci sarà anche Esapekka Lappi. Il giovane finlandese avrà un compito duplice: sviluppare la Yaris e fare esperienza nel Mondiale al volante delle vetture più prestazionali dopo aver vinto il Mondiale WRC2 lo scorso anno con Skoda.

Il suo esordio avvenuto in Portogallo è stato molto più che promettente. Sino al problema che lo ha rallentato nelle ultime speciali, Esapekka occupava con autorità la quinta posizione assoluta. Dunque Makinen e Toyota si aspetteranno molto anche in Sardegna dal giovane talento scelto per portare avanti la preparazione della Yaris per il 2018.

"Vorrei avere un rally senza dover fare i conti con errori e guasti per portarlo a termine. Proverò alcune nuove componenti della Yaris per la prima volta e lo farò in gara, inoltre dovrò accumulare esperienza con queste vetture", ha affermato Lappi.

"In Portogallo siamo andati bene. Prima di arrivare in Sardegna abbiamo fatto un bel test in Finlandia. Non è la stessa cosa, certo, ma ho fatto circa 150 chilometri che ci hanno permesso di provare diversi assetti delle sospensioni per arrivare pronti in Sardegna".

condivisioni
commenti
Citroen, Matton: "Mikkelsen dovrà correre liberamente in Sardegna"
Articolo precedente

Citroen, Matton: "Mikkelsen dovrà correre liberamente in Sardegna"

Prossimo Articolo

Ogier cerca la terza vittoria di stagione in Sardegna per staccare Neuville

Ogier cerca la terza vittoria di stagione in Sardegna per staccare Neuville
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri Prime

Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri

Prosegue la nostra review PRIME delle gare più belle del 2021. Questa volta è il turno del Rally dell'Acropoli di WRC, con Rovanpera che coglie il secondo successo in carriera dopo il Rally d'Estonia, ma è il primo in cui domina in lungo e in largo. Non c'è mai stata storia e il futuro sembra suo.

WRC
27 dic 2021
Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato Prime

Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato

Il Rallye Monte-Carlo, ovvero l'evento più conosciuto al mondo per quanto riguarda il WRC, ha regalato nel 2021 un'edizione in cui abbiamo potuto assistere all'one man show di Sébastien Ogier, diventato il pilota più vincente della storia nel Principato grazie a una prova di forza senza precedenti.

WRC
23 dic 2021
I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC Prime

I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC

Sébastien Loeb correrà part time nel WRC con M-Sport, al volante della Ford Puma Rally1 ibrida. Analizziamo pro e contro di questa scelta che riporta il 9 volte iridato nel Mondiale Rally all'età di 47 anni.

WRC
21 dic 2021
Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra Prime

Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra

Quando punti i tuoi fondi al 2022 e quando punti sull'inesperienza, ottieni il 2021 di M-Sport. Andiamo ad analizzare il campionato del team britannico in questo video di Motorsport.com, con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
14 dic 2021
WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo Prime

WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo

Andrea Adamo ha lasciato la guida di Hyundai Motorsport WRC dopo 36 mesi e 2 titoli iridati, i primi della storia per la casa coreana nel Mondiale Rally. Ecco qual è l'eredità del manager italiano e quali sono i punti da cui Hyundai dovrà ripartire.

WRC
8 dic 2021
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
7 dic 2021
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021