Thierry Neuville trova la svolta in Sardegna: il Rally d'Italia è suo!

Sfruttando una posizione di partenza arretrata, ha regalato la seconda vittoria stagionale alla Hyundai dopo un bel duello con Jari-Matti Latvala. Ogier è terzo ed ora non vince da tre gare, ma continua ad allungare nel Mondiale.

Thierry Neuville trova la svolta in Sardegna: il Rally d'Italia è suo!
Thierry Neuville, Nicolas Gilsoul, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport
Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Thierry Neuville, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport
Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Thierry Neuville, Nicolas Gilsoul, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport
Eric Camilli, Nicolas Klinger, M-Sport Ford Fiesta WRC
Sébastien Ogier, Julien Ingrassia, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Jari-Matti Latvala, Volkswagen Motorsport
Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Kevin Abbring, Sebastian Marshall, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport
Thierry Neuville, Nicolas Gilsoul, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport
Thierry Neuville, Nicolas Gilsoul, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport
Karl Kruuda, Martin Jarveoja, Drive DMACK Trpohhy Team, Ford Fiesta R5
Henning Solberg, Ilka Minor, M-Sport Ford Fiesta WRC
Thierry Neuville, Nicolas Gilsoul, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport

Thierry Neuville può finalmente mettersi alle spalle un avvio di stagione abbastanza deludente e regalare alla Hyundai la seconda vittoria stagionale, dopo quella firmata da Hayden Paddon in occasione del Rally d'Argentina.

Sfruttando la sua posizione di partenza arretrata, un bel vantaggio su questo tipo di fondo, il talento belga è stato l'assoluto dominatore del Rally d'Italia Sardegna: al volante della sua i20 WRC si è portato al comando nel pomeriggio di venerdì e poi non ha più mollato la vetta, aumentando il suo vantaggio sugli inseguitori con un ruolino di marcia impressionante. Basta pensare che è stato il più veloce in 9 delle 19 prove speciali in programma.

L'unico che ha provato ad opporgli resistenza è stato Jari-Matti Latvala, che con la sua Volkswagen Polo R WRC era quello che aveva una posizione di partenza piuttosto simile alla sua. Il finlandese però gli ha resistito solamente fino al giro mattutino di ieri, poi ha visto il suo gap crescere di poco alla volta, fino a chiudere con un distacco di 24"8 sul vincitore.

A completare il podio c'è il leader del Mondiale Sebastien Ogier. Il francese lo aveva detto che qui sarebbe stato impossibile vincere scattando davanti a tutti. Ma forse questo sta diventando un handicap un po' generalizzato per il pilota della Volkswagen, che ora manca l'appuntamento con il successo da quattro gare (Oltre a Paddon in Argentina hanno vinto Kris Meeke in Portogallo e Latvala in Messico).

La cosa curiosa però è che nonostante tutto ha incrementato il suo margine in classifica, perché i suoi primi tre inseguitori nella classifica sono stati tutti costretti al ritiro: Andreas Mikkelsen è finito fuori strada nel finale della tappa di ieri (oggi è ripartito, ma ha chiuso fuori dai punti), Hayden Paddon in quella di venerdì e Mads Ostberg ha patito un problema al motore della sua Ford Fiesta RS WRC che gli ha impedito di riprendere il via nella tappa conclusiva.

Dunque, complice anche la vittoria della Power Stage di oggi, Ogier ora ha 64 punti di vantaggio sul diretto inseguitore in classifica Dani Sordo, che con il quarto posto ottenuto in Sardegna con la sua Hyundai ha scavalcato proprio l'altra Polo R WRC di Mikkelsen di una lunghezza. Essendo molto staccati, Neuville e Latvala invece per ora si sono potuti inserire solamente nella lotta per la piazza d'onore.

Grazie anche al ritiro di Ostberg, la migliore delle Ford a fine gara è stata quella di Ott Tanak, quinto nonostante una lunga serie di forature, con le gomme DMack che hanno faticato molto sugli sterrati isolani, ma che non gli hanno impedito di vincere anche una speciale (una l'ha firmata pure Kevin Abbring). In ogni caso l'estone si è messo dietro un Eric Camilli che ha faticato molto nella prima parte, ma oggi si è tolto la soddisfazione della sua prima affermazione in una speciale iridata.

Dietro al francese c'è il veterano Henning Solberg, mentre l'ottavo posto finale è valso il successo in classe WRC2 a Teemu Suninen ed alla sua Skoda Fabia R5. Il finlandese ha potuto trarre vantaggio anche dagli stop di Esapekka Lappi e di Umberto Scandola. L'italiano era in testa alla fine della prima tappa, ma nella seconda ha perso terreno per una foratura e poi ha alzato bandiera bianca per la rottura di un manicotto della sua Skoda.

Dopo lo stop per infortunio del Portogallo, in gara si è rivisto anche Lorenzo Bertelli, ma il suo non è stato un rientro fortunato: il pilota della M-Sport è stato vittima di un incidente nella PS12 ed il suo navigatore Simone Scattolin era anche finito in ospedale per accertamenti. Fortunatamente però è stato dimesso quasi subito, perché aveva solo preso una brutta botta, ma non aveva niente di rotto.

Pos.PilotaVetturaTempo/Gap
1 Thierry Neuville Hyundai i20 WRC N.G. 3.35'25"8
2 Jari-Matti Latvala Volkswagen Polo R WRC +24"8
3 Sébastien Ogier Volkswagen Polo R WRC +1'37"8
4 Daniel Sordo Hyundai i20 WRC N.G. +2'54"0
5 Ott Tanak Ford Fiesta RS WRC +5'26"4
6 Eric Camilli Ford Fiesta RS WRC +5'59"8
7 Henning Solberg Ford Fiesta RS WRC +6'22"2
8 Teemu Suninen Skoda Fabia R5 +8'57"4
9 Jan Kopecky Skoda Fabia R5 +9'47"0
10 Karl Kruuda Ford Fiesta R5 +13'28"5
condivisioni
commenti
Italia, PS18: nono centro per Neuville, la vittoria è ad un passo
Articolo precedente

Italia, PS18: nono centro per Neuville, la vittoria è ad un passo

Prossimo Articolo

Volkswagen: ecco alcuni segreti del team che domina il WRC

Volkswagen: ecco alcuni segreti del team che domina il WRC
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri Prime

Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri

Prosegue la nostra review PRIME delle gare più belle del 2021. Questa volta è il turno del Rally dell'Acropoli di WRC, con Rovanpera che coglie il secondo successo in carriera dopo il Rally d'Estonia, ma è il primo in cui domina in lungo e in largo. Non c'è mai stata storia e il futuro sembra suo.

WRC
27 dic 2021
Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato Prime

Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato

Il Rallye Monte-Carlo, ovvero l'evento più conosciuto al mondo per quanto riguarda il WRC, ha regalato nel 2021 un'edizione in cui abbiamo potuto assistere all'one man show di Sébastien Ogier, diventato il pilota più vincente della storia nel Principato grazie a una prova di forza senza precedenti.

WRC
23 dic 2021
I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC Prime

I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC

Sébastien Loeb correrà part time nel WRC con M-Sport, al volante della Ford Puma Rally1 ibrida. Analizziamo pro e contro di questa scelta che riporta il 9 volte iridato nel Mondiale Rally all'età di 47 anni.

WRC
21 dic 2021
Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra Prime

Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra

Quando punti i tuoi fondi al 2022 e quando punti sull'inesperienza, ottieni il 2021 di M-Sport. Andiamo ad analizzare il campionato del team britannico in questo video di Motorsport.com, con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
14 dic 2021
WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo Prime

WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo

Andrea Adamo ha lasciato la guida di Hyundai Motorsport WRC dopo 36 mesi e 2 titoli iridati, i primi della storia per la casa coreana nel Mondiale Rally. Ecco qual è l'eredità del manager italiano e quali sono i punti da cui Hyundai dovrà ripartire.

WRC
8 dic 2021
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
7 dic 2021
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021