Tanak: "Titolo? Il momento di attaccare è questo"

In Estonia Ott ha vinto la sua prima gara da pilota Hyundai e si è rilanciato prepotentemente nella lotta al titolo iridato. Ora i punti di ritardo da Ogier sono solo 13 quando mancano 3 gare alla fine.

Tanak: "Titolo? Il momento di attaccare è questo"

Nel fine settimana appena trascorso il motorsport ha regalato una sorta di ballo dei debuttanti. Una serie di prime volte piuttosto rara, per una branca dello sport che spesso vede vincere i più forti. Una prima volta è avvenuta anche nel WRC.

Forse, questa è stata la meno sorprendente, considerando il nome del protagonista del successo, però è lecito parlare di prima volta, perché di questo si tratta. Ott Tanak ha portato a casa il primo successo da pilota Hyundai e lo ha fatto nella gara di casa, il Rally Estonia.

Il campione del mondo in carica ha dominato la gara, ma questo successo ha richiesto molta più concentrazione del previsto. "Devo dire di essere felice di aver finito la gara. E' stata davvero dura. Normalmente le strade estoni sono piuttosto divertenti da guidare ma questa volta è stata davvero dura e dispendiosa".

"L'unica cosa che posso dire è che serve n sacco di concentrazione per gestire tutto a quella velocità. Inoltre, nel corso del weekend, abbiamo avuto tante sorprese che non ci aspettavamo, per cui è stata dura. Avvertivo la pressione. Sapevamo che dovevamo portare a casa punti da questo eventi e che avremmo dovuto vincere. Ovviamente, essendo in Estonia, avevamo alcuni vantaggi. Un'altra cosa è che mai avevo vinto con Hyundai. Questo era il luogo in cui avrei dovuto farcela a vincere. Qui per vincere avremmo dovuto essere veloci e non aver problemi. E' stata dura riuscire a farlo".

Per Tanak questa vittoria non è la prima assoluta in Estonia, ma lo è riguardo un evento valido per il Mondiale che si è rivelato molto diverso dalle edizioni a cui aveva già preso parte in precedenza.

"Avevo già vinto qui, ma il livello quest'anno era ovviamente completamente differente. Tutti hanno spinto al massimo. Questa è stata la prima differenza rispetto alle altre gare che avevo vinto qui. Questa gara non ha avuto nulla a che fare con gli eventi svolti in precedenza. Una buona parte delle speciali era nuova, le condizioni molto diverse dal solito. E' stato un evento differente".

La gara di Tanak non è stata esente da momenti di tensione. Primo tra tutti il contatto con un arbusto avvenuto nella PS16, penultima prova della gara, dove Ott ha rischiato di ritirarsi. Al termine della gara, però, il pilota della Hyundai ha rivelato di aver avuto momenti peggiori, sebbene questi non siano stati ripresi dalla tv.

"Sapevo che Lappi aveva fatto un errore proprio in quel punto, infatti sono entrato più lento di quanto avrei fatto normalmente. La strada, però, mi ha portato largo. Devo però ammettere di aver avuto momenti molto più pericolosi di quello durante il fine settimana e non me lo aspettavo. Il fatto è che quel momento è andato in diretta TV e tutti lo hanno potuto vedere".

L'avventura di Ott con Hyundai non era iniziata nel migliore dei modi. A Monte-Carlo l'estone è stato protagonista di un terribile incidente, da cui è uscito illeso grazie alla robustezza della Hyundai i20. Poi, però, da quel momento ha svoltato. Ha iniziato a cogliere piazzamenti importanti e a lavorare sodo nel lockdown per presentarsi alla ripartenza del Mondiale in una sintonia migliore con la i20. A quanto pare, il lavoro svolto è servito.

"Ammetto che dopo il Messico abbiamo lavorato ogni secondo di ogni giorno per ripresentarci al via del WRC ed essere migliori di quanto non fossimo in precedenza. Sono contento, perché la macchina ha fatto ciò che ho chiesto e il passo avanti fatto è stato impressionante. Ora affronteremo gare differenti. Il Rally Estonia era una gara particolare, ora avremo da affrontare nuove sfide".

Per concludere, Tanak non ha fatto mistero di credere ancora nel titolo. 13 sono i punti che lo separano dal leader, Sébastien Ogier, quando mancano 3 gare alla fine della stagione.

"Sarà uno sprint fino alla fine del Mondiale. Speriamo che tutto vada secondo i piani. La situazione dovuta alla pandemia da COVID-19 è ancora piuttosto pericolosa, dunque dovremo vedere cosa potrà accadere. Tuttavia, è il nostro momento, dobbiamo fare quello che ci siamo prefissati. Daremo il nostro meglio".

condivisioni
commenti
WRC: Ott Tanak vince il Rally Estonia. Primo hurrà con Hyundai

Articolo precedente

WRC: Ott Tanak vince il Rally Estonia. Primo hurrà con Hyundai

Prossimo Articolo

WRC: Hyundai Motorsport, la forza di chi non lascia nulla al caso

WRC: Hyundai Motorsport, la forza di chi non lascia nulla al caso
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie WRC
Evento Rally d'Estonia
Autore Giacomo Rauli
WRC, Hyundai: il futuro è Solberg a cominciare da... ora Prime

WRC, Hyundai: il futuro è Solberg a cominciare da... ora

Hyundai Motorsport andrà incontro nei prossimi anni al cambio generazionale di piloti, per questo punta forte su Oliver Solberg che ha già iniziato il suo percorso che lo dovrà portare a correre con le Rally1 a partire dal 2022.

WRC
30 apr 2021
WRC: con Fourmaux M-Sport ha trovato ciò che sta cercando? Prime

WRC: con Fourmaux M-Sport ha trovato ciò che sta cercando?

Adrien Fourmaux è diventato in Croazia il miglior esordiente degli ultimi 10 anni al volante di una WRC. M-Sport ha trovato un gioiello, quello che stava cercando per il futuro. Non è troppo grezzo e sembra pronto per fare altri passi avanti. Sarà vera gloria?

WRC
28 apr 2021
Pagelle WRC: In Croazia disastro Evans, grande esordio di Fourmaux Prime

Pagelle WRC: In Croazia disastro Evans, grande esordio di Fourmaux

Il WRC, in Croazia, ha affrontato la sua terza tappa nel mondiale 2021. Tanti i promossi e i bocciati, tante le sorprese e le delusioni. Ecco le pagelle stilate e commentate da Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, responsabile WRC per Motorsport.com.

WRC
26 apr 2021
WRC, Toyota: una nuova aerodinamica per avere più deportanza Prime

WRC, Toyota: una nuova aerodinamica per avere più deportanza

Toyota Gazoo Racing ha preparato una nuova aerodinamica anteriore per le Yaris WRC Plus 2021 che ha il preciso intento di aumentare il carico aerodinamico nella zona anteriore-centrale, ma anche di migliorare quella posteriore incanalando meglio flussi e vortici d'aria. Ecco come.

WRC
24 apr 2021
WRC: Rally di Croazia, molto più di un semplice rally su asfalto Prime

WRC: Rally di Croazia, molto più di un semplice rally su asfalto

Dal 23 al 25 aprile torna il WRC dopo oltre 2 mesi d'assenza e lo farà con il Rally Croazia. Scopriamo insidie e sfide del primo appuntamento su asfalto del Mondiale Rally 2021.

WRC
22 apr 2021
Cosa rappresenta il Rallye Sanremo nella storia dei rally Prime

Cosa rappresenta il Rallye Sanremo nella storia dei rally

Giunto nel 2021 alla 67esima edizione, il Rallye Sanremo fa oggi parte del calendario del Campionato Italiano Rally. Ma la sua storia, anche recente, racconta di un evento celebre ben oltre i confini del Bel Paese. Una gara che tutti i più grandi campioni di rally hanno sognato di vincere.

CIR
8 apr 2021
WRC: cosa comporta la permanenza di Hyundai, Toyota e M-Sport Prime

WRC: cosa comporta la permanenza di Hyundai, Toyota e M-Sport

Hyundai, Toyota e M-Sport Ford hanno firmato un contratto triennale con FIA e promotori WRC per rimanere nel Mondiale Rally. Ecco cosa comporta il contratto e la scelta fatta dai tre team a medio-lungo termine.

WRC
8 apr 2021
Elena, molto più di un copilota. Ecco cosa perde Loeb Prime

Elena, molto più di un copilota. Ecco cosa perde Loeb

Loeb, convinto da Prodrive, ha annunciato che non correrà più alla Dakar con lo storico navigatore Elena perché considerato il problema dopo la deludente edizione 2021. Analizziamo cosa perderà certamente il "Cannibale" senza avere accanto Elena dopo 23 anni di sodalizio.

WRC
17 mar 2021