Secondo e terzo posto per la Volkswagen nel Rally di Portogallo

condivisioni
commenti
Secondo e terzo posto per la Volkswagen nel Rally di Portogallo
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
23 mag 2016, 09:30

Andreas Mikkelsen e Sébastien Ogier hanno chiuso rispettivamente in seconda e terza posizione il Rally di Portogallo. Il gap tra i due è stato di appena un secondo! Ogier sempre più in fuga mondiale.

Andreas Mikkelsen, Anders Jäger, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Andreas Mikkelsen, Anders Jäger, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Andreas Mikkelsen, Anders Jäger, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Podio: i vincitori Kris Meeke, Paul Nagle, Citroën DS3 WRC, Citroën World Rally Team, al secondo posto Andreas Mikkelsen, Anders Jäger, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport, al terzo posto Sébastien Ogier, Julien Ingrassia, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Podio: i vincitori Kris Meeke, Paul Nagle, Citroën DS3 WRC, Citroën World Rally Team, al secondo pos
Al terzo posto Sébastien Ogier, Julien Ingrassia, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Sébastien Ogier, Julien Ingrassia, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Andreas Mikkelsen, Anders Jäger, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport

Un secondo. Un nulla ha diviso Andreas Mikkelsen e Sébastien Ogier al traguardo del Rally del Portogallo, quinto appuntamento del Mondiale Rally 2016. I due piloti della Volkswagen hanno dato vita a un duello meraviglioso, che ha avuto il proprio culmine nelle ultime speciali, quando i due hanno dato fondo al potenziale delle rispettive Polo R WRC e hanno chiuso quasi appaiati al termine della Power Stage.

A spuntarla è stato infine Andreas Mikkelsen. Il norvegese è partito molto piano nella prima tappa della gara lusitana, ma a partire dalla giornata di sabato la sua gara ha preso una piega differente, grazie a un cambiamento di assetto che gli ha permesso di risalire sino al terzo posto.

Nella giornata di domenica, invece, Andreas ha subito approfittato di una foratura lenta patita dal compagno di squadra per salire in seconda posizione. Nelle speciali successive ha cercato di ampliare il gap dal francese e, al termine delle ostilità, è riuscito a mantenere la piazza d'onore.

"Il Rally del Portogallo è andato meglio giorno dopo giorno. Alla fine è una sensazione fantastica aver centrato il podio anche in questa stagione, inoltre abbiamo migliorato di una posizione rispetto al 2015. Siamo riusciti a trovare l'assetto perfetto per la nostra Polo R nelle giornate di sabato e domenica. Possiamo essere orgogliosi di questo risultato in Portogallo e possiamo guardare con fiducia al prossimo appuntamento in Sardegna".

Sébastien Ogier, invece, ha dovuto fare i conti anche in questa occasione con una posizione di partenza poco agevole. Il transalpino ha aperto le speciali nella prima e nella seconda tappa, mentre nell'ultima è entrato in stage come terzultimo. Non è un caso che il "Cannibale 2.0" sia riuscito a siglare tempi molto buoni proprio nell'ultimo giorno, vincendo inoltre la Power Stage, che gli ha consentito di prendere tre punti supplementari.

"Questo è stato certamente uno dei rally più duri e fisicamente provanti che ho mai fatto in Portogallo. Julien e io abbiamo corso di nuovo al limite in questo fine settimana, ma sono veramente molto contento delle nostre performance. Mi sarebbe piaciuto stare davanti ad Andreas, ovviamente, però dopo la foratura lenta subita nella prima speciale di domenica abbiamo adottato un atteggiamento più prudente, perché non avevamo più ruote di scorta e non potevamo permetterci un'altra foratura. Voglio ringraziare i tifosi portoghesi, che sono stati semplicemente fantastici per tutta la durata della gara".

Prossimo articolo WRC
Novità sui passaruota posteriori per la Polo R WRC 2017

Articolo precedente

Novità sui passaruota posteriori per la Polo R WRC 2017

Prossimo Articolo

Moya rivela: "Con Sainz riducevo all'osso il quaderno delle note!"

Moya rivela: "Con Sainz riducevo all'osso il quaderno delle note!"
Carica commenti