Rachele Somaschini all’ACI Rally Monza WRC con la Citroen C3 R5

La giovane lombarda concluderà la sua stagione agonistica, come ormai da tradizione, con l’evento brianzolo che quest’anno sarà valevole come ultimo round del Campionato del Mondo Rally.

Rachele Somaschini all’ACI Rally Monza WRC con la Citroen C3 R5

Rachele Somaschini sarà al via dell’ACI Rally Monza 2020, ultimo e decisivo appuntamento stagionale del FIA WRC.

A meno di due settimane dalla buona prestazione sugli sterrati del Tuscan Rewind, la giovane lombarda tornerà al volante della Citroen C3 R5, gestita da Sportec Engineering, in quella che può essere definita come la sua gara di casa, l’ACI Rally Monza, uno dei rally ai quali è più affezionata e in cui vanta il maggior numero di presenze. Quella di quest’anno sarà infatti la quarta partecipazione di Rachele all’evento brianzolo, diventato ormai da qualche anno gara di chiusura per la stagione della portacolori dell’RS Team SSD.

L’edizione 2020 avrà di sicuro un sapore particolare. L’Aci Rally Monza infatti si presenterà in una veste completamente rinnovata, dalla nuova denominazione al formato di gara, che prevede anche una tappa sulle montagne bergamasche, e sarà valido come round conclusivo del Campionato del Mondo Rally (WRC).

Tutti fattori che danno quella motivazione in più alla pilota milanese che, dopo aver preso confidenza con la vettura francese in Toscana, è attesa dalle prove speciali asfaltate del Tempio della Velocità e delle Prealpi Orobiche, affiancata alle note dalla bassanese Giulia Zanchetta che l’ha accompagnata nel FIA ERC 2020.

L’evento monzese, che ha visto il debutto assoluto di Rachele su una vettura di classe R5 nel 2018, quest’anno si presenta in formato Mondiale e a porte chiuse. Situazione del tutto inconsueta per una gara nata per regalare spettacolo ai tifosi.

Per questo motivo alla manifestazione, oltre alla diretta garantita dal servizio web WRC All live e alle dirette social prodotte dall'organizzatore, sarà assicurata un’ampia copertura televisiva in chiaro, frutto dell’accordo di ACI, FIA, e WRC Promoter con la RAI. RAI Sport trasmetterà infatti varie prove speciali live, a partire dalla PS1 del giovedì 3 dicembre e vari saranno anche i servizi dedicati sui TG Nazionali, con l’obiettivo di dare agli appassionati della specialità la possibilità di seguire la manifestazione quasi interamente da casa.

“Sono veramente entusiasta di poter competere, in questa stagione complicata, nell'ACI Rally Monza in versione mondiale – ha dichiarato Rachele – Per me è da sempre un evento a cui partecipo con grande emozione. Ho iniziato ad appassionarmi ai motori da bambina, seguendo mio padre che correva all’Autodromo di Monza, fino a partecipare, insieme a lui, alla mia prima gara in assoluto. Non potrei mai mancare ad un appuntamento così speciale, figuriamoci nell’anno in cui è stato addirittura inserito nel calendario del WRC come gara conclusiva".

"L’obiettivo sarà quello di accrescere la nostra esperienza della C3 R5, che ho guidato per la prima volta al Tuscan Rewind e chiudere al meglio la stagione. Ringrazio tutti gli sponsor che mi supportano e che mi permetteranno di partecipare a questa grande manifestazione. Questa edizione è segnata da un evento doloroso ma anche da una spinta in più: pochi giorni fa è mancato Nicola Imperio, mio carissimo amico e sostenitore, figura esperta, molto nota e amata nel mondo dei rally".

"Nicola, dopo avermi conosciuta ad un evento, ha sposato in toto il mio progetto #CorrerePerUnRespiro destinato alla sensibilizzazione e raccolta fondi per ricerca sulla fibrosi cistica, da cui sono affetta dalla nascita, e ha speso senza riserve tempo ed energie per promuovere questa causa. La sua famiglia, a cui sono molto vicina e a cui esprimo la mia più profonda gratitudine, ha deciso di onorare la sua memoria promuovendo in questo mese una raccolta fondi da destinare appunto alla Fondazione per la Ricerca Fibrosi Cistica".

"La raccolta avviene attraverso una donazione Facebook sulla pagina della Fondazione o con bonifico bancario. Nicola avrebbe voluto seguirmi a Monza, per consigliarmi e sostenermi come ha sempre fatto ma, anziché piangere la sua assenza, so che vorrebbe vedermi impegnata a dare il massimo, in gara come nella lotta della mia vita. Ed è quello che intendo fare."

Saranno 16 in totale le prove speciali che andranno a comporre l’ACI Rally Monza che, tra le altre cose, assegnerà anche il titolo di Campione del Mondo 2020. Si comincia nel pomeriggio di giovedì 3 dicembre con la corta PS1 di 4.33 Km, corsa interamente all’interno dell’autodromo brianzolo.

Anche la giornata di venerdì vedrà i protagonisti impegnati all’interno del Monza Circuit con 5 PS in programma, mentre al sabato è prevista la tappa forse più impegnativa all’interno della provincia di Bergamo, con i tratti cronometrati: “Selvino”, “Gerosa” e “Costa Valle Imagna” da percorrere due volte prima di tornare in pista per l’ultima fatica di giornata. Domenica 6 dicembre gran finale, di rally e di campionato, con tre prove interne all'autodromo.

Rachele Somaschini, Giulia Zanchetta, RS Team Italia, Citroen C3 R5
Rachele Somaschini, Giulia Zanchetta, RS Team Italia, Citroen C3 R5
1/13

Foto di: ACI Sport

Rachele Somaschini, Giulia Zanchetta, RS Team Italia, Citroen C3 R5
Rachele Somaschini, Giulia Zanchetta, RS Team Italia, Citroen C3 R5
2/13

Foto di: ACI Sport

Rachele Somaschini, Giulia Zanchetta, RS Team Italia, Citroen C3 R5
Rachele Somaschini, Giulia Zanchetta, RS Team Italia, Citroen C3 R5
3/13

Foto di: ACI Sport

Rachele Somaschini, RS Team Italia
Rachele Somaschini, RS Team Italia
4/13

Foto di: FIA European Rally Championship

Rachele Somaschini, RS Team Italia
Rachele Somaschini, RS Team Italia
5/13

Foto di: FIA European Rally Championship

Rachele Somaschini, RS Team Italia
Rachele Somaschini, RS Team Italia
6/13

Foto di: FIA European Rally Championship

Rachele Somaschini, Giulia Zanchetta, RS Team Italia, Peugeot 208 Rally4
Rachele Somaschini, Giulia Zanchetta, RS Team Italia, Peugeot 208 Rally4
7/13

Foto di: FIA European Rally Championship

Rachele Somaschini, Giulia Zanchetta, RS Team Italia, Peugeot 208 Rally4
Rachele Somaschini, Giulia Zanchetta, RS Team Italia, Peugeot 208 Rally4
8/13

Foto di: FIA European Rally Championship

Rachele Somaschini, RS Team Italia
Rachele Somaschini, RS Team Italia
9/13

Foto di: Josef Petru

Rachele Somaschini, Giulia Zanchetta, RS Team, Peugeot 208 Rally4
Rachele Somaschini, Giulia Zanchetta, RS Team, Peugeot 208 Rally4
10/13

Foto di: Rachele Somaschini

Rachele Somaschini, Giulia Zanchetta, RS Team, Peugeot 208 Rally4
Rachele Somaschini, Giulia Zanchetta, RS Team, Peugeot 208 Rally4
11/13

Foto di: Rachele Somaschini

Rachele Somaschini, RS Team Italia
Rachele Somaschini, RS Team Italia
12/13

Foto di: Rachele Somaschini

Rachele Somaschini, Giulia Zanchetta, RS Team, Peugeot 208 Rally4
Rachele Somaschini, Giulia Zanchetta, RS Team, Peugeot 208 Rally4
13/13

Foto di: Rachele Somaschini

condivisioni
commenti
La passione di Maradona per la Formula 1 e la MotoGP
Articolo precedente

La passione di Maradona per la Formula 1 e la MotoGP

Prossimo Articolo

Morbidelli: "Il WRC come la fossa dei leoni, ma mi piace!"

Morbidelli: "Il WRC come la fossa dei leoni, ma mi piace!"
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri Prime

Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri

Prosegue la nostra review PRIME delle gare più belle del 2021. Questa volta è il turno del Rally dell'Acropoli di WRC, con Rovanpera che coglie il secondo successo in carriera dopo il Rally d'Estonia, ma è il primo in cui domina in lungo e in largo. Non c'è mai stata storia e il futuro sembra suo.

WRC
27 dic 2021
Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato Prime

Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato

Il Rallye Monte-Carlo, ovvero l'evento più conosciuto al mondo per quanto riguarda il WRC, ha regalato nel 2021 un'edizione in cui abbiamo potuto assistere all'one man show di Sébastien Ogier, diventato il pilota più vincente della storia nel Principato grazie a una prova di forza senza precedenti.

WRC
23 dic 2021
I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC Prime

I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC

Sébastien Loeb correrà part time nel WRC con M-Sport, al volante della Ford Puma Rally1 ibrida. Analizziamo pro e contro di questa scelta che riporta il 9 volte iridato nel Mondiale Rally all'età di 47 anni.

WRC
21 dic 2021
Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra Prime

Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra

Quando punti i tuoi fondi al 2022 e quando punti sull'inesperienza, ottieni il 2021 di M-Sport. Andiamo ad analizzare il campionato del team britannico in questo video di Motorsport.com, con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
14 dic 2021
WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo Prime

WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo

Andrea Adamo ha lasciato la guida di Hyundai Motorsport WRC dopo 36 mesi e 2 titoli iridati, i primi della storia per la casa coreana nel Mondiale Rally. Ecco qual è l'eredità del manager italiano e quali sono i punti da cui Hyundai dovrà ripartire.

WRC
8 dic 2021
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
7 dic 2021
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021