Problemi finanziari e percorso danneggiato: salta il Rally di Cina?

Il Rally di Cina è a un passo dalla cancellazione: i promotori hanno problemi finanziari legati agli sponsor e il tracciato è stato pesantemente danneggiato dalle recenti piogge. Presto l'ufficialità. La gara dovrebbe slittare di un anno.

Problemi finanziari e percorso danneggiato: salta il Rally di Cina?
Rally di Cina, il percorso rovinato dalla pioggia
Rally di Cina, il percorso rovinato dalla pioggia
Rally di Cina, il percorso rovinato dalla pioggia
Rally di Cina, il percorso rovinato dalla pioggia
Rally di CIna, il percorso rovinato dalla pioggia
Carica lettore audio

Sembrava ormai tutto pronto per il grande ritorno della Cina nel Mondiale Rally. I sopralluoghi fatti da una commissione delegata dalla Federazione Internazionale dell'Automobile ormai mesi fa avevano dato il nulla osta e la gara in Asia è stata inserita nel Calendario 2016.

Il Rally di Cina, previsto dall'8 all'11 settembre, potrebbe però saltare. Indiscrezioni provenienti dallo stato asiatico sembrano confermare queste voci che, di ora in ora, si fanno sempre più insistenti.

I problemi che minano il regolare svolgimento della corsa sono prevalentemente due. Il primo di carattere economico, mentre il secondo - divenuto ora predominante - è legato ai danni che il percorso designato ha subito nel corso dell'ultimo mese.

Problemi finanziari legati agli sponsor

I promotori del Rally di Cina, che inizialmente erano riusciti a riportare la competizione nel WRC dopo un'assenza di 17 anni, sono alle prese con problemi economici legati alle sponsorizzazioni, che avrebbero dovuto garantire le liquidità necessarie per poter preparare infrastrutture, adeguate misure di sicurezza e tutto ciò che concerne la preparazione di un evento del Mondiale.

Nelle prossime ore i promotori del Rally di Cina dovrebbero diramare un comunicato stampa ufficiale e non è da escludere che possa arrivare la conferma di questi problemi, che porterebbero alla cancellazione dell'evento, rinviandolo probabilmente al 2017.

Le piogge di luglio hanno rovinato il percorso

I problemi dei cinesi non sono esclusivamente legati alla pecunia, ma anche a un altro elemento altrettanto importante per lo svolgimento regolare della gara: il percorso.

Nel corso delle ultime 4 settimane la zona dello stato che dovrebbe ospitare la gara è stata colpita da violente piogge, che hanno danneggiato l'asfalto creando frane, smottamenti, crepe, buche e solchi che risulterebbero assai pericolose.

Bisogna inoltre aggiungere che il governo locale, dopo un'attenta valutazione riguardo i danni causati al percorso, ha ammesso di non essere in grado di ripristinare tutto - sicurezza compresa - in tempo per il fine settimana che andrà dall'8 all'11 settembre. Se i problemi finanziari erano un buon indizio, questa sembra la prova che potrebbe costringere alla resa i promotori e rinviare tutto quanto tra 12 mesi esatti.

Salta il debutto di Ma Qing Hua

Per celebrare al meglio il rientro della Cina nel Mondiale Rally, il paese asiatico avrebbe potuto annoverare al via del WRC anche un proprio pilota: Ma Qing Hua. L'ex tester di F.1, pilota di Formula E ma anche di WTCC con Citroen, avrebbe dovuto correre il suo primo rally mondiale con una DS3 WRC messa in strada dal team Adapta.

Nelle ultime ore, il cinese ha preso lezioni di guida da uno dei protagonisti del campionato dedicato alle vetture a 4 ruote motrici, l'alfiere del team M-Sport Mads Ostberg. Questi sforzi, però, potrebbero non essere serviti a nulla, perché nelle prossime ore è atteso il comunicato ufficiale che potrebbe annullare il Rally di CIna, destinandolo al 2017.

Informazioni aggiuntive di Jun Qian

condivisioni
commenti
Hyundai Motorsport svela anche la line up piloti titolare per il Rally di Cina
Articolo precedente

Hyundai Motorsport svela anche la line up piloti titolare per il Rally di Cina

Prossimo Articolo

Ogier si racconta a Motorsport.com: ecco cosa c'è dietro al campione

Ogier si racconta a Motorsport.com: ecco cosa c'è dietro al campione
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri Prime

Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri

Prosegue la nostra review PRIME delle gare più belle del 2021. Questa volta è il turno del Rally dell'Acropoli di WRC, con Rovanpera che coglie il secondo successo in carriera dopo il Rally d'Estonia, ma è il primo in cui domina in lungo e in largo. Non c'è mai stata storia e il futuro sembra suo.

WRC
27 dic 2021
Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato Prime

Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato

Il Rallye Monte-Carlo, ovvero l'evento più conosciuto al mondo per quanto riguarda il WRC, ha regalato nel 2021 un'edizione in cui abbiamo potuto assistere all'one man show di Sébastien Ogier, diventato il pilota più vincente della storia nel Principato grazie a una prova di forza senza precedenti.

WRC
23 dic 2021
I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC Prime

I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC

Sébastien Loeb correrà part time nel WRC con M-Sport, al volante della Ford Puma Rally1 ibrida. Analizziamo pro e contro di questa scelta che riporta il 9 volte iridato nel Mondiale Rally all'età di 47 anni.

WRC
21 dic 2021
Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra Prime

Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra

Quando punti i tuoi fondi al 2022 e quando punti sull'inesperienza, ottieni il 2021 di M-Sport. Andiamo ad analizzare il campionato del team britannico in questo video di Motorsport.com, con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
14 dic 2021
WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo Prime

WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo

Andrea Adamo ha lasciato la guida di Hyundai Motorsport WRC dopo 36 mesi e 2 titoli iridati, i primi della storia per la casa coreana nel Mondiale Rally. Ecco qual è l'eredità del manager italiano e quali sono i punti da cui Hyundai dovrà ripartire.

WRC
8 dic 2021
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
7 dic 2021
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021