Paddon-Kennard il primo equipaggio non europeo a podio in Svezia

Strepitosa prova del neozelandese, che ha regalato alla Hyundai il secondo podio consecutivo dopo quello di Monte-Carlo. Paura dopo la Power Stage per un guasto al radiatore della nuova i20 WRC New Generation numero 4.

L'impatto sul Mondiale Rally di Hayden Paddon si fa sempre più importante. Il neozelandese, in collaborazione con il copilota John Kennard, è riuscito a cogliere un risultato mai raggiunto da nessun altro pilota non europeo al Rally di Svezia: salire sul podio.

L'equipaggio della Hyundai ha così regalato al team di Alzenau il secondo podio nei primi due rally della stagione 2016 dopo quello di Thierry Neuville a Monte-Carlo, segno che la nuova i20 WRC New Genration è nata sicuramente sotto i migliori auspici. Il "kiwi" è stato autore di una rimonta entusiasmante nella seconda delle tre tappe previste dopo la decurtazione del programma a causa della mancanza di neve in numerose prove speciali. 

Dall'ottava posizione è riuscito a risalire sino al secondo posto, complici anche i ritiri del compagno di squadra Thierry Neuville e Kris Meeke. Questi K.O. non tolgono nulla alla rimonta del ventottenne, che è tornato sul secondo gradino del podio dopo quello centrato lo scorso anno al Rally Italia-Sardegna. Al termine della Power Stage ci sono stati momenti di apprensione a causa di una rottura al radiatore della i20, dovuta a un contatto con un bastone segnalatore nel corso dell'ultima stage. Fortunatamente per lui il guasto non è stato di grande entità.

"Il podio è un risultato fantastico per me e per il team. Speravamo però di avere un finale meno stressante di quello che abbiamo avuto, perché un guasto al radiatore ci ha messo in apprensione proprio al termine della Power Stage. Dunque abbiamo dovuto provvedere a fare veloci riparazioni per arrivare al Parco Assistenza. A parte questo momento di tensione abbiamo avuto un ottimo fine settimana e abbiamo potuto appurare la competitività della nuova i20 WRC New Generation".

"Alla fine abbiamo deciso di mantenere e difendere la nostra posizione e di non attaccare per lottare per la vittoria. In futuro tenteremo di lottare maggiormente per la vittoria, ma abbiamo bisogno di lavorare ancora sul set-up della vettura. Non siamo lontani dalla vetta, ma, per il momento, siamo felici di questa seconda posizione", ha terminato Paddon.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WRC
Evento Rally di Svezia
Sub-evento Tappa 3
Piloti Hayden Paddon
Team Hyundai Motorsport
Articolo di tipo Intervista