Paddon ammette: "Non potevo sbattere in Sardegna. Avrei rovinato il mio futuro"

condivisioni
commenti
Paddon ammette:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
16 giu 2018, 09:24

Il neozelandese ha chiuso quarto, ai piedi del podio, dopo una gara regolare, aiutando Hyundai a rendere più solida la prima posizione nel Mondiale Costruttori. Così ha rilanciato le sue ambizioni di rimanere ad Alzenau per i prossimi 2 anni.

Hayden Paddon, Sebastian Marshall, Hyundai Motorsport Hyundai i20 Coupe WRC
Hayden Paddon, Sebastian Marshall, Hyundai Motorsport Hyundai i20 Coupe WRC
Hayden Paddon, Sebastian Marshall, Hyundai Motorsport Hyundai i20 Coupe WRC
Hayden Paddon, Sebastian Marshall, Hyundai Motorsport Hyundai i20 Coupe WRC
Hayden Paddon, Sebastian Marshall, Hyundai Motorsport Hyundai i20 Coupe WRC
Hayden Paddon, Sebastian Marshall, Hyundai Motorsport Hyundai i20 Coupe WRC
Hayden Paddon, Sebastian Marshall, Hyundai Motorsport Hyundai i20 Coupe WRC
Hayden Paddon, Sebastian Marshall, Hyundai Motorsport Hyundai i20 Coupe WRC

Nel corso delle ultime due settimane, Hyundai ha potuto gioire per ben due volte grazie alle due vittorie consecutive ottenute da Thierry Neuville prima al Rally del Portogallo, poi la settimana scorsa al Rally Italia Sardegna. Grazie a queste due vittorie il belga è saldamente in prima posizione nel Mondiale Piloti, mentre Hyundai è riuscita ad aprire un piccolo gap nei confronti dei rivali di M-Sport Ford.

Per il team di Alzenau le buone notizie non si sono fermate ai successi del 29enne belga, perché in Sardegna è riuscito a ritrovare un Hayden Paddon finalmente concreto dopo quasi un anno e mezzo. Il neozelandese ha portato a casa un quarto posto molto importante per il Mondiale Costruttori, buono anche per aumentare la sua autostima dopo il brutto incidente avvenuto in Portogallo.

"Ho dovuto fare tanta riabilitazione prima del Rally Italia Sardegna dopo l'incidente avuto in Portogallo e la preoccupazione di fare un altro incidente in Sardegna era davvero alta. Le conseguenze avrebbero avuto un impatto molto alto sul mio futuro. Ho pensato molto a quello e non avrei mai potuto permettermi di fare un altro incidente", ha ammesso Hayden al termine della gara sarda.

La sua comprensibilmente scarsa forma fisica, dovuta al riposo effettuato nelle due settimane precedenti per riprendersi dall'incidente lusitano, lo ha penalizzato nella prima giornata di gara, ma poi Paddon è riuscito a trovare un passo decoroso, che lo ha premiato alla fine arrivando ai piedi del podio.

"Venerdì è stata una giornata complicata, molto dura. Ero davvero affaticato. Ho dovuto fare le cose con estrema calma nelle due settimane successive al Rally di Portogallo e per questo motivo ero indeciso se correre in Sardegna o meno. E' stata una buona cosa riuscire a correre e finire la gara".

"Sono contento di aver portato a casa punti importanti per il team e finire la gara, questo mi ha tolto un po' di pressione di dosso". Ulteriore pressione gli è stata tolta dal team principal Hyundai, Michel Nandan, che il giorno seguente la gara ha detto a Motorsport.com di volerlo tenere almeno per tutto il resto della stagione. Un attestato di stima nei suoi confronti e sicuramente una mossa per cercare di sfruttare il suo talento su sterrato per vincere l'agognato titolo che Hyundai insegue dal 2014.

Leggi anche:

Paddon ora tornerà a prepararsi bene dal punto di vista fisico. Il tempo non manca, perché il prossimo appuntamento è programmato per l'ultimo fine settimana di luglio, ma dovrà anche pensare a trovare un miglior feeling con la i20 Coupé. Sono previsti alcuni giorni di test in Estonia per preparare il Rallyt di Finlandia.

"Ci sono aree in cui dovremo lavorare sulla vettura e, per quanto mi riguarda, dovrò cercare di migliorare il mio ritmo. Ho sempre fatto fatica con l'anteriore. Sappiamo quali sono le risposte che dovremo cercare nei prossimi test, che faremo in Estonia, quindi lavoreremo su alcune aree in cui la vettura fatica".

Prossimo Articolo
Ogier: "In Sardegna ho perso per piccoli errori, a volte stupidi. Ma la Fiesta deve migliorare"

Articolo precedente

Ogier: "In Sardegna ho perso per piccoli errori, a volte stupidi. Ma la Fiesta deve migliorare"

Prossimo Articolo

Ufficiale: Citroen ha scelto Mads Ostberg per sostituire il licenziato Meeke sino al termine del 2019

Ufficiale: Citroen ha scelto Mads Ostberg per sostituire il licenziato Meeke sino al termine del 2019
Carica commenti

Su questo articolo

Serie WRC
Evento Rally d'Italia
Sotto-evento Giorno 3
Piloti Hayden Paddon
Team Hyundai Motorsport
Autore Giacomo Rauli