Ogier chiude in testa la prima tappa del Rally di Monte-Carlo, ma Neuville è a un passo

condivisioni
commenti
Ogier chiude in testa la prima tappa del Rally di Monte-Carlo, ma Neuville è a un passo
Di:
25 gen 2019, 17:23

Il 6 volte iridato della Citroen non commette errori ed è davanti a tutti, ma il belga della Hyundai è a 2" dopo aver vinto la PS8. Mikkelsen entra in zona podio proprio al termine della giornata davanti a Latvala.

Il WRC 2019 è scattato ieri sera con le prime due prove del Rallye Monte-Carlo, mentre oggi è andata in scena la prima giornata completa della gara prologo del nuovo Mondiale Rally. Nuovo Mondiale, vecchio duello, perché al termine della prima tappa troviamo in vetta due piloti che si sono sfidati per tutta la giornata, ma anche nelle ultime tre stagioni.

Stiamo parlando di Sébastien Ogier e di Thierry Neuville. Il pilota francese del team Citroen Racing ha chiuso in testa con appena 2 secondi di vantaggio sul pilota di punta del team Hyundai Motorsport dopo una giornata ricca di colpi di scena. Alla fine ad avere la meglio è stato il 6 volte iridato, ma solo grazie a un errore dell'avversario.

Nella prima speciale del pomeriggio, la PS6, Neuville ha imboccato la strada sbagliata a un bivio in uscita da una curva sinistrorsa cieca. Questo gli ha fatto perdere circa 20 secondi che lo avrebbero portato comodamente a chiudere la giornata in testa alla classifica. Neuville ha sprecato una bella occasione, perché in quella speciale era in vantaggio nella scelta gomme. Infatti è riuscito a recuperare tutto il divario che lo separava da Ogier in quella prova e a chiudere pressoché pari all'avversario.

Ha però pagato tanto nella PS7, per poi rifarsi molto bene nella PS8 vincendo la sua seconda speciale in questo fine settimana e riportandosi a 2" dalla Citroen C3 WRC Plus numero 1. Questa prima giornata di gara ha già dato responsi molto interessanti: sebbene debba ancora essere ritoccata, la C3 è una macchina che può vincere se in mano a piloti di primo livello.

Punto numero 2, Hyundai sembrava poter andare in difficoltà al cospetto di Toyota, invece occupa 3 delle prime 5 posizioni della classifica generale. Insomma, dati di fatto non certo scontati all'inizio della gara. Un'altra grande sorpresa di questa prima giornata è il terzo posto nelle mani di Andreas Mikkelsen.

Il pilota norvegese della Hyundai sembrava non poter avere alcuna velleità, invece con una condotta di gara veloce e regolare si è trovato alle spalle dei due contendenti per la vittoria pur essendo molto staccato da loro (1'17"7 il suo ritardo). Alla vigilia in molti avrebbero puntato su una vittoria Toyota per mano di Ott Tanak o Kris Meeke, invece il pilota del team giapponese meglio piazzato in classifica è Jari-Matti Latvala, quarto a 7"4 dal terzo posto.

Dopo un avvio di giornata difficile, Latvala ha cambiato strategia di gomme e questo ha pagato. Domani potrà giocarsi il terzo posto con Mikkelsen e Sébastien Loeb che lo segue ad appena 8 decimi di distacco. Il 9 volte iridato ha pagato una scelta gomme infelice pur avendo vinto 2 prove speciali. Domani potrà però lottare per cogliere un podio che sarebbe importante per lui, ma anche per Hyundai in ottica Mondiale Costruttori.

Giornata nera, da dimenticare per Ott Tanak e Kris Meeke. L'estone si trovava al terzo posto quando, nella PS7, si è dovuto fermare al chilometro 7 per cambiare una gomma, forata pochi istanti prima. Nella stessa prova si è fermato anche Meeke per sostituire un cerchio rotto. Per lui si tratta della terza rottura di un cerchio in poco più di una giornata di gara. Ora Tanak è settimo e Meeke lo segue a quasi 3 monuti di distacco.

Davanti a loro c'è un solido Elfyn Evans, sesto al volante della prima e unica Ford Fiesta WRC Plus ufficiale in gara. Il gallese è stato lontano dai guai e ora è l'unico pilota del team M-Sport che può portare a casa punti. Suninen si è ritirato ieri, mentre oggi è toccato a Pontus Tidemand dopo aver rotto una sospensione nella PS7.

Se Citroen ride per la grande gara di Ogier, l'umore per quanto occorso a Esapekka Lappi è diametralmente opposto. Lappi, sino alla PS6, era in piena lotta per la Top 5. A 11 chilometri dal termine della prova ha centrato una roccia rovinando la sospensione anteriore sinistra. Il finlandese si è fermato a bordo strada per controllare l'entità del danno una volta finita la prova, ma oltre alla sospensione si è rotto anche l'albero della trasmissione sulla sua Citroen C3 WRC Plus. Per questo è stato costretto al ritiro.

Per quanto riguarda il WRC2 ci sono ancora notizie non proprio edificanti per Citroen. Dopo aver dominato tutta la giornata, Yoann Bonato ha perso la vetta della classifica generale di categoria proprio nell'ultima speciale. Ora davanti a tutti c'è la Ford Fiesta R5 EVO2 di Gus Greensmith, mentre la C3 R5 di Bonato è in seconda posizione, a 6"6 dal pilota britannico del team M-Sport.

Rallye Monte-Carlo 2019 - Classifica generale dopo la PS8

  Posizione Pilota/navigatore Vettura Tempo/distacco
1 Ogier/Ingrassia Citroen C3 WRC 1.37'17”3
2 Neuville/Gilsoul Hyundai i20 Coupé WRC +2"0
3 Mikkelsen/Jaeger Hyundai i20 Coupé WRC +1'17"7
4 Latvala/Anttila Toyota Yaris WRC +1'25"1
5 Loeb/Elena Hyundai i20 Coupé WRC +1'25"9
6 Evans/Martin Ford Fiesta WRC +1'47"5
7 Tanak/Jarveoja Toyota Yaris WRC +2'34"9
8 Meeke/Marshall Toyota Yaris WRC +5'33"0
9 Greensmith/Edmonson Ford Fiesta R5 EVO2 +7'00"1
10 Bonato/Boulloud Citroen C3 R5 +7'06"7
Prossimo Articolo
Monte-Carlo, PS7: Loeb concede il bis, ma Ogier ha le gomme giuste e va in testa alla corsa!

Articolo precedente

Monte-Carlo, PS7: Loeb concede il bis, ma Ogier ha le gomme giuste e va in testa alla corsa!

Prossimo Articolo

Monte-Carlo, PS9: Toyota riparte forte con Tanak e Meeke. Loeb sale terzo

Monte-Carlo, PS9: Toyota riparte forte con Tanak e Meeke. Loeb sale terzo
Carica commenti

Su questo articolo

Serie WRC
Evento Rally di Monte Carlo
Autore Giacomo Rauli