Ogier: "Abbiamo vinto, ma nella Tappa 2 ho preso il rischio più grande della carriera"

Il campione del mondo in carica ha centrato il secondo successo consecutivo del 2016 ed è già in fuga dopo aver ottenuto 56 punti sui 56 disponibili nei primi due rally.

Sébastien Ogier ha iniziato la stagione 2016 replicando quanto già fatto lo scorso anno, ovvero vincere le prime due gare in programma, facendolo con grande autorità e sicurezza. A Wolfsburg continuano a fregarsi le mani guardando con che classe il transalpino riesca a cogliere certi risultati che, a conti fatti, rimangono unici nel loro genere. A oggi, infatti, nessun pilota del WRC è in grado di avvicinare ciò che ottiene Séb al volante della sua Polo R WRC.

Nella seconda tappa del Rally di Svezia, il "Cannibale 2.0" ha dovuto sudare per mantenere la prima posizione. Nel corso delle speciali della seconda giornata ha infatti visto avvicinarsi in maniera pericolosa un Hayden Paddon in grande forma. Per respingere l'attacco del neozelandese, Ogier ha dovuto prendere rischi calcolati, ma altrettanto pericolosi. Se avesse commesso un errore, la sua gara sarebbe certamente terminata anzitempo. Il rischio ha però pagato, e ora può godersi l'ennesimo successo della carriera, il 34esimo nel WRC.

"Vincere nuovamente il Rally di Svezia dà sensazioni incredibili. Semplicemente amo questa gara. Le condizioni erano ben lontane dall'essere ideali all'inizio della settimana a causa della pioggia e delle alte temperature. Questo però ha reso questa vittoria ancora più bella. Nella seconda tappa, inoltre, abbiamo dovuto prendere il rischio più grande della nostra carriera, quando abbiamo toccato un albero nel tentativo di tenere alle spalle Paddon, ma questo ha pagato e siamo davvero incredibilmente felici per quanto siamo riusciti a ottenere".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WRC
Evento Rally di Svezia
Sub-evento Tappa 3
Piloti Sébastien Ogier
Team Volkswagen Motorsport
Articolo di tipo Intervista