Neuville trionfa in Portogallo ed è il nuovo leader del Mondiale WRC!

condivisioni
commenti
Neuville trionfa in Portogallo ed è il nuovo leader del Mondiale WRC!
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
20 mag 2018, 12:51

Secondo successo stagionale per il pilota della Hyundai, che ora ha 19 punti di vantaggio su Ogier (ritiratosi nella prima tappa). Primo podio stagionale per Evans, che chiude 2°. Suninen coglie il primo podio della carriera!

Una gara capolavoro per prestazioni, continuità, solidità mentale ha consentito a Thierry Neuville di centrare una meritata vittoria al Rally di Portogallo, sesto appuntamento del WRC 2018. Il pilota della Hyundai, dopo un avvio in sordina, si è issato al vertice della classifica generale dell'evento alla PS7 e non l'ha più lasciata.

Un assolo di grande qualità, impreziosito da alcuni tempi notevoli nel corso delle speciali e di una tattica legata alle gomme risultata perfetta nella seconda tappa, quando è riuscito a creare quel margine sul primo degli inseguitori - un ottimo Elfyn Evans - che è riuscito a gestire sino al traguardo della Power Stage.

Neuville era arrivato in Portogallo da secondo in classifica, con un ritardo di 10 punti dal rivale Sébastien Ogier. Dopo tre giorni davvero duri, perché la gara ha visto tanti ritiri e quasi tutti eccellenti, Neuville lascia la penisola iberica da leader del Mondiale grazie alla vittoria ottenuta oggi e al contemporaneo ritiro di Sébastien Ogier, avvenuto nella PS5.

Ora il belga della Hyundai, giunto alla seconda vittoria stagionale (l'ottava della carriera nel WRC), potrà gestire ben 19 punti di vantaggio sul 5 volte iridato, frutto della vittoria e del secondo posto ottenuto nella Power Stage Fafe 2, in cui ha ottenuto il secondo tempo alle spalle di Esapekka Lappi. Ora Neuville dovrà essere bravo a gestire questo bottino senza commettere errori nelle prossime gare, anche se sarà penalizzato perché dovrà sempre aprire tutte le speciali del venerdì sino a quando rimarrà leader del Mondiale Piloti.

Il ritiro di Sébastien Ogier aveva reso immediatamente nero il fine settimana di M-Sport Ford, ma a risollevare le sorti del team diretto da Malcolm Wilson sono stati gli eccellenti Elfyn Evans - al primo podio da quando veste i colori M-Sport - e Teemu Suninen, al primo podio assoluto della carriera nel Mondiale Rally.

Evans ha provato a impensierire Neuville per tutto l'arco della corsa, forse per cercare di indurlo in errore e rendere così meno pesante il ritiro di Ogier, ma non è riuscito nel suo intento. Il secondo posto è però un bel premio dopo un avvio di stagione al di sotto delle aspettative.

Chi invece continua a stupire e a confermare quanto di buono si dice su di lui è proprio Suninen, bravo all'inizio dell'ultima giornata a passare sia Esapekka Lappi che Daniel Sordo, accaparrandosi così il terzo posto. La lotta per l'ultimo posto sul podio è stata entusiasmante, con Lappi e Sordo che hanno tentato in tutti i modi di riprendere il rivale finlandese, ma con scarsi risultati.

Bisogna sottolineare però come Lappi sia stato l'ancora di salvezza di Toyota, in un fine settimana partito con aspettative enormi dopo la bella vittoria in Argentina e diventato sportivamente tragico dopo appena tre speciali. Ott Tanak è stato costretto al ritiro a causa di una pietra rimasta in traiettoria che gli ha forato il radiatore della sua Yaris.

Jari-Matti Latvala ha invece commesso il terzo errore di fila in altrettante gare, andando a sbattere contro un cumulo di rocce e sfondando la sospensione anteriore destra. Tanak non è ripartito per la rottura del motore della sua vettura, Latvala è invece tornato in gara con il Rally2 vincendo per altro alcune speciali, sintomo di quanto le Yaris siano diventate competitive nel corso delle ultime settimane.

Eccellente la gara di Daniel Sordo, alla fine quinto a causa del parabrezza rotto dal suo lato a causa di una roccia schizzata sulla sua vettura. Lo spagnolo ha tentato in tutti i modi di resistere agli attacchi di Suninen e Lappi, ma la visibilità è risultata troppo compromessa per prendere troppi rischi.

Bel rientro nel Mondiale Rally per Mads Ostberg, sesto e miglior pilota Citroen Racing al traguardo. Il norvegese ha commesso un solo errore nella PS14. E' finito fuori strada ma grazie all'intervento di alcuni spettatori è riuscito a rientrare in gara e a finire davanti al compagno di squadra Craig Breen. Il nord-irlandese è stato frenato da una foratura alla posteriore destra nella PS7, che gli ha fatto perdere tanto tempo e lo ha relegato ai margini della Top 5.

La gara portoghese è anche stata teatro di due incidenti molto brutti. Il primo è capitato ad Hayden Paddon nella PS7. Il neozelandese della Hyundai è stato prelevato da un'ambulanza e portato all'ospedale di Porto per alcuni accertamenti clinici. Dopo una notte in osservazione, Hayden è tornato al Parco Assistenza dal suo team.

Il secondo incidente è stato addirittura più violento ed è capitato a Kris Meeke nella PS12. Anche in questo caso il pilota della Citroen e il navigatore Paul Nagle sono stati portati in ospedale per accertamenti, ma per fortuna entrambi stanno bene. Ed è quasi un miracolo, perché nell'incidente il roll-bar della C3 numero 10 si è addirittura piegato, con i montanti anteriori praticamente briciolati nell'impatto contro alcuni alberi.

Nel WRC2 è clamoroso il successo do Pontus Tidemand. Skoda ha dominato gran parte della stagione in corso, ma le modalità di questo successo sono a dir poco incredibili. Sino a metà gara lo svedese di Skoda Motorsport era relegato in quinta posizione e lontanissimo dai primi tre, poi il ritiro di Gus Greensmith, i problemi sulla Citroen C3 R5 di Stéphane Lefebvre e sulla Fabia di Lukasz Pieniazek lo hanno proiettato in testa e così è arrivato l'ennesimo successo della carriera nella classe minore del WRC. Secondo posto per il polacco Pieniazek davanti a Lefebvre, che ha colto il secondo podio per la nuova C3 R5.

Rally del Portogallo 2018 - Classifica finale

   PosizionePilota/navigatoreVetturaTempo/distacco
1 Neuville/Gilsoul Hyundai i20 Coupé WRC 3.49'46”6
2 Evans/Barritt Ford Fiesta WRC +40"0
3 Suninen/Markkula Ford Fiesta WRC +47"3
4 Lappi/Ferm Toyota Yaris WRC +54"7
5 Sordo/Del Barrio Hyundai i20 Coupé WRC +1'00"9
6 Ostberg/Eriksen Citroen C3 WRC +3'33"5
7 Breen/Martin Citroen C3 WRC +5'23"0
8 Tidemand/Andersson Skoda Fabia R5 +14'10"8
9 Pieniazek/Mazur Skoda Fabia R5 +16'17"3
10 Lefebvre/Moreau Citroen C3 R5 +16'34"3
Prossimo Articolo
Fotogallery WRC: la seconda tappa del Rally del Portogallo 2018

Articolo precedente

Fotogallery WRC: la seconda tappa del Rally del Portogallo 2018

Prossimo Articolo

Toyota: Lappi penalizzato in Portogallo. Sordo sale al quarto posto

Toyota: Lappi penalizzato in Portogallo. Sordo sale al quarto posto
Carica commenti

Su questo articolo

Serie WRC
Evento Rally di Portogallo
Sotto-evento Giorno 3
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Gara