Neuville: "Dopo la vittoria ho pianto! Era una gara troppo importante"

Al termine del Tour de Corse Neuville si è lasciato andare a un pianto liberatorio dopo un inizio di stagione difficile. Ora il belga e la Hyundai tornano a puntare ai titoli mondiali a partire dall'Argentina.

Neuville: "Dopo la vittoria ho pianto! Era una gara troppo importante"
Winners Thierry Neuville, Nicolas Gilsoul, Hyundai i20 Coupe WRC, Hyundai Motorsport
Winner Thierry Neuville, Hyundai i20 Coupe WRC, Hyundai Motorsport
Thierry Neuville, Nicolas Gilsoul, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport
Thierry Neuville, Nicolas Gilsoul, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport
Winner Thierry Neuville, Hyundai Motorsport
Thierry Neuville, Nicolas Gilsoul, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport
Thierry Neuville, Nicolas Gilsoul, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport

Finalmente Thierry Neuville è riuscito a spezzare la maledizione che lo ha accompagnato da inizio stagione 2017 vincendo il Tour de Corse, quarto appuntamento del Mondiale Rally. Il pilota della Hyundai ha così regalato al team di Alzenau il primo successo stagionale dopo aver prima sfiorato e poi gettato al vento altre due ghiotte occasioni a Monte-Carlo e in Svezia.

Il risultato è stato accolto come una liberazione dal 28enne, che iniziava a sentire la pressione sulle spalle dopo un inizio di stagione molto difficile. Obiettivo dunque raggiunto e ora Thierry potrà preparare serenamente il prossimo appuntamento che si svolgerà in Argentina.

"Abbiamo quasi vinto due gare prima del Tour de Corse, ma non lo abbiamo fatto", ha affermato il belga a fine Tour de Corse. "Ho detto a me stesso che non avrei più dovuto permettere una cosa del genere dopo due errori così, per di più commessi uno dopo l'altro. Ho detto a me stesso che tutto sarebbe andato nella maniera giusta e finalmente siamo riusciti a gestire la gara molto bene".

Dopo aver torato un sospiro di sollievo, Neuville ha ammesso di essersi commosso una volta tagliato il traguardo. Tutti nel team erano consapevoli dell'importanza di quella vittoria e averla conseguita può valere il definitivo rilancio delle ambizioni di Hyundai Motorsport nel Mondiale 2017.

"Io penso sia stata la prima volta che mi sono messo a piangere dopo aver tagliato il traguardo. Di solito non mi emoziono così, ma questa volta sapevo che per noi era un risultato davvero importante".

Nel corso del fine settimana per Neuville si è rivelato fondamentale il lavoro svolto tra la prima e la seconda tappa. I suoi meccanici hanno messo mano alla ripartizione del differenziale centrale e all'assetto delle sospensioni, rendendo la i20 Coupé numero 5 una vettura imprendibile.

"Nel weekend scorso avevo aspettative molto alte perché abbiamo visto quanto siamo forti sull'asfalto. Non siamo partiti molto bene, però. Non nel modo che avevamo previsto. Così abbiamo reagito alla grande lavorando sulla vettura tra la prima e la seconda tappa. Le strade erano differenti il secondo giorno e questo ci ha dato l'opportunità di mostrare l'intero potenziale della nostra vettura in differenti tipologie di strade e vincere in Corsica".

condivisioni
commenti
Analisi: Hyundai e Citroen forti ovunque. I problemi Ford spaventano Ogier
Articolo precedente

Analisi: Hyundai e Citroen forti ovunque. I problemi Ford spaventano Ogier

Prossimo Articolo

Hyundai teme Citroen e prepara aggiornamenti per il Rally di Germania

Hyundai teme Citroen e prepara aggiornamenti per il Rally di Germania
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri Prime

Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri

Prosegue la nostra review PRIME delle gare più belle del 2021. Questa volta è il turno del Rally dell'Acropoli di WRC, con Rovanpera che coglie il secondo successo in carriera dopo il Rally d'Estonia, ma è il primo in cui domina in lungo e in largo. Non c'è mai stata storia e il futuro sembra suo.

WRC
27 dic 2021
Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato Prime

Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato

Il Rallye Monte-Carlo, ovvero l'evento più conosciuto al mondo per quanto riguarda il WRC, ha regalato nel 2021 un'edizione in cui abbiamo potuto assistere all'one man show di Sébastien Ogier, diventato il pilota più vincente della storia nel Principato grazie a una prova di forza senza precedenti.

WRC
23 dic 2021
I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC Prime

I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC

Sébastien Loeb correrà part time nel WRC con M-Sport, al volante della Ford Puma Rally1 ibrida. Analizziamo pro e contro di questa scelta che riporta il 9 volte iridato nel Mondiale Rally all'età di 47 anni.

WRC
21 dic 2021
Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra Prime

Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra

Quando punti i tuoi fondi al 2022 e quando punti sull'inesperienza, ottieni il 2021 di M-Sport. Andiamo ad analizzare il campionato del team britannico in questo video di Motorsport.com, con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
14 dic 2021
WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo Prime

WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo

Andrea Adamo ha lasciato la guida di Hyundai Motorsport WRC dopo 36 mesi e 2 titoli iridati, i primi della storia per la casa coreana nel Mondiale Rally. Ecco qual è l'eredità del manager italiano e quali sono i punti da cui Hyundai dovrà ripartire.

WRC
8 dic 2021
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
7 dic 2021
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021