Neuville domina anche la Tappa 2 in Portogallo. Brutto incidente di Meeke

condivisioni
commenti
Neuville domina anche la Tappa 2 in Portogallo. Brutto incidente di Meeke
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
19 mag 2018, 17:39

Il belga domina con grandi tempi di stage e un'ottima strategia gomme. Evans allunga su Sordo, mentre lo spagnolo dovrà difendere il podio dall'assalto di un grande Teemu Suninen.

Thierry Neuville è stato il vero e proprio mattatore della seconda tappa del Rally del Portogallo, sesto appuntamento del World Rally Championship 2018. Il pilota della Hyundai è riuscito a vincere una sola speciale, ma ha sempre ottenuto tempi vicini ai piloti autori degli scratch di giornata, gestendo molto bene il suo vantaggio e, soprattutto, le sue gomme per tutto l'arco della giornata.

Neuville ha preparato molto bene il giro mattutino, spingendo nella prova d'apertura, controllando in quella centrale e dando tutto nella Amarante 1 lunga ben 37 chilometri. Proprio nelle due prove composte da un alto chilometraggio è riuscito a fare la differenza nei confronti di un Elfyn Evans comunque molto positivo.

Neuville non ha fatto errori nemmeno di guida e questo è stato un aspetto fondamentale nel pomeriggio, quando la pioggia ha reso molto più insidiose le ultime due speciali della giornata. Gli avversari hanno invece fatto anche piccole sbavature, ma importanti ai fini della classifica generale.

Ottima gara di Elfyn Evans, che continua a confermarsi in seconda posizione grazie a un ottimo ritmo di gara. Il pilota del team M-Sport Ford ha prima staccato Daniel Sordo creando un buon margine per difendere la seconda posizione, poi ha provato a raggiungere Neuville, ma invano. Troppo forte sino a ora il 29enne della Hyundai.

Daniel Sordo potrebbe invece aver rovinato quanto di buono fatto nei primi due giorni di gara perché nell'ultima speciale di oggi, la Amarante 2, ha commesso un errore nella prima parte finendo in testacoda. Questo gli ha fatto perdere tanti secondi e ha permesso a Teemu Suninen di avvicinarsi sensibilmente sino ad arrivare a 4"7 dallo spagnolo.

Suninen si sta confermando un pilota dal grande futuro e domani potrebbe sferrare l'attacco decisivo nei confronti di Sordo per cercare di centrare il primo podio della sua carriera nel Mondiale Rally al volante di una vettura Plus. Esapekka Lappi ha provato in tutti i modi ad avvicinare il connazionale, invece l'unico pilota Toyota con ancora qualche velleità di classifica dopo i ritiri di Tanak e Latvala (oggi rientrato con la Formula del Rally2) non è riuscito a trovare un ritmo uniforme e nemmeno più veloce di quello di Suninen.

Per lui non è ancora detta l'ultima parola, potrebbe ancora rientrare nella battaglia per il terzo posto, ma dovrà attaccare subito nelle prime due prove di domani. Mads Ostberg ha avuto una piccola disavventura nella PS14 in cui è finito fuori strada, probabilmente tradito dal fondo reso umido dalla pioggia. Fortunatamente per lui alcuni spettatori lo hanno aiutato a rientrare in gara, ma non ha possibilità di lottare per la Top 5.

Dietro di lui Craig Breen con la seconda Citroen C3 WRC, il quale ha dovuto aprire tutte le speciali di oggi. E' andata molto peggio a Kris Meeke, perché nella PS12 è stato costretto al ritiro dopo un brutto incidente avvenuto al chilometro 31,1 della stage.

Kris è uscito largo da una curva sinistrorsa ed è finito fuori strada, colpendo più volte alcuni alberi situati in quella zona. La sua C3 numero 10 è apparsa immediatamente distrutta, specialmente all'anteriore e nella parte dell'abitacolo destinata all'equipaggio. Fortunatamente sia Meeke che il navigatore Paul Nagle sono usciti autonomamente dalla vettura.

Meeke è stato successivamente trasportato in elicottero in ospedale a Porto per alcune analisi di rito, volte a scongiurare danni derivanti dall'incidente di questo pomeriggio. Per il nord-irlandese è comunque arrivato l'ennesimo ritiro della stagione a causa di un incidente. Dovrà cambiare marcia nelle prossime gare se vorrà tentare di ottenere il rinnovo con Citroen Racing.

Clamoroso ribaltone nel WRC2. Nell'ultima speciale della giornata è accaduto di tutto. Pontus Tidemand è clamorosamente diventato il nuovo leader della classifica di categoria al volante della Skoda Fabia R5 ufficiale davanti a quella privata di Lukasz Pieniazek. Stéphane Lefebvre, che aveva comandato la classifica per tutta la giornata con la nuova Citroen C3 R5 è crollato nell'ultima prova, scivolando addirittura in terza posizione a causa di un problema alla trasmissione e ai freni. Gus Greensmith è stato ancora più sfortunato, perché dopo aver dominato nella giornata di ieri, oggi è stato costretto al ritiro proprio nell'ultima speciale della giornata.

Il protagonisti del Rally del Portogallo torneranno in gara nella giornata di domani per disputare l'ultima tappa di questa gara che ha riservato tante emozioni sin dall'inizio. La prima prova di domattina, la PS16, scatterà alle ore 9:35 italiane.

Rally del Portogallo - Classifica generale dopo la PS15

    PosizionePilota/navigatoreVetturaTempo/distacco
1 Neuville/Gilsoul Hyundai i20 Coupé WRC 3.16'30”0
2 Evans/Barritt Ford Fiesta WRC +39"8
3 Sordo/Del Barrio Hyundai i20 Coupé WRC +57"2
4 Suninen/Markkula Ford Fiesta WRC +1'01"9
5 Lappi/Ferm Toyota Yaris WRC +1'13"0
6 Ostberg/Eriksen Citroen C3 WRC +3'14”1
7 Breen/Martin Citroen C3 WRC +4'53"1
8 Tidemand/Andersson Skoda Fabia R5 +12'52"7
9 Pieniazek/Mazur Skoda Fabia R5 +14'12"1
10 Lefebvre/Moreau Citroen C3 R5 +15'00"4
Prossimo articolo WRC

Su questo articolo

Serie WRC
Evento Rally di Portogallo
Sotto-evento Giorno 2
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Tappa