Monte-Carlo, Shakedown: Ogier è subito un mostro con la Fiesta Plus!

Sébastien Ogier avverte tutti nello Shakedown di Monte-Carlo e mostra di essere in sintonia con la Fiesta 2017. Gran secondo posto per Mikkelsen con una Skoda Fabia R5! Bene Tanak, terzo, davanti alle Hyundai.

Monte-Carlo, Shakedown: Ogier è subito un mostro con la Fiesta Plus!
Sébastien Ogier, Julien Ingrassia, M-Sport, Ford Fiesta WRC
Sébastien Ogier, M-Sport
Atmosfera
Atmosfera
Hayden Paddon, John Kennard, Hyundai i20 Coupe WRC, Hyundai Motorsport
Thierry Neuville, Nicolas Gilsoul, Hyundai i20 Coupe WRC, Hyundai Motorsport
Dani Sordo, Marc Marti, Hyundai i20 Coupe WRC, Hyundai Motorsport
Skoda Fabia R5, livrea celebrativa, Skoda Motorsport

A chi pensava di poter vedere un Ogier in difficoltà nelle prime uscite ufficiali con la nuova Ford Fiesta RS WRC Plus, il quattro volte campione del mondo in carica ha risposto con uno schiaffo spaventoso nello Shakedown che ha aperto ufficialmente il Mondiale Rally 2017.

Il francese del team M-Sport ha infatti ottenuto il miglior tempo assoluto dello Shakedown del Rally di Monte-Carlo con un crono eccellente: 2'18"1. Ogier ha compiuto i suoi tre giri in un percorso nei pressi di Gap montando un set di gomme chiodate date le difficili condizioni dell'asfalto, apparso ghiacciato e bagnato.

Nessuno è riuscito a tener testa ai tempi di Séb, che anche al secondo passaggio ha quasi replicato il suo miglior tempo, facendo però peggio di pochi decimi. M-Sport può essere soddisfatta del proprio inizio perché al terzo posto c'è Ott Tanak con la seconda Fiesta 2017. L'estone, al rientro nel team britannico dopo una stagione con DMACK, è staccato di 6"1 dal leader della classifica del giro di prova.

Andreas Mikkelsen ha ottenuto il secondo tempo assoluto, separando così le due Fiesta M-Sport. Tutto normale, se non fosse che il norvegese era al volante di una Skoda Fabia... R5! L'ex pilota Volkswagen, a Monte-Carlo con Skoda Motorsport, ha ottenuto un tempo strepitoso con una vettura che dovrebbe lottare per il successo nel WRC2, non certo con le WRC di nuova generazione. Vedremo nelle prime speciali di domani se potrà ripetersi o se quello di oggi non è stato altro che un fuoco di paglia.

Sorrisi anche in casa Toyota, perché al quarto posto assoluto c'è la Yaris Plus di Jari-Matti Latvala. Il finnico è stato molto veloce nei primi due giri, mentre negli ultimi due ha pagato un distacco molto più alto da Ogier. Bene anche Juho Hanninen al volante della seconda Yaris. L'esperto finnico ha chiuso la giornata con il settimo tempo, a soli 6 decimi da Daniel Sordo.

Inizio in sordina per la Hyundai. Il migliore dei tre piloti di Alzenau è stato Hayden Paddon, anche se è risultato più lento di 7"7 rispetto a Ogier. 2 decimi più lento del neozelandese è stato Daniel Sordo, che ha chiuso in sesta posizione. Ha fatto peggio Thierry Neuville, solo ottavo, ma costante nel passo mostrato nei quattro giri compiuti (lo stesso numero di Latvala).

Le Citroen, a differenza dei diretti rivali, hanno montato gomme SuperSoft, pagando un divario ampio dal leader della classifica odierna. Stéphane Lefebvre, il migliore dei due piloti della Casa francese dotati di una vettura 2017, non è andato oltre il 18esimo tempo. Kris Meeke si è dovuto accontentare addirittura del 22esimo, mentre Craig Breen è 16esimo con una DS3 WRC del 2016.

Capitolo italiani. Andrea Crugnola è stato bravo a salire sino in 17esima posizione, a un passo da Breen. 19esimo invece Giandomenico Basso. Entrambi i nostri portacolori sono stati protagonisti di un'uscita di strada rivelatasi innocua e senza riportare danni alle rispettive vetture. 27esimo tempo invece per Simone Tempestini.

Classifica dello Shakedown (primi 10)

PosizionePilota/copilotaVetturaTempo
1 Ogier-Ingrassia Ford Fiesta RS WRC Plus 2'18”1
2 Mikkelsen-Jaeger Skoda Fabia R5 2'22”3
3 Tanak-Jarveoja Ford Fiesta RS WRC Plus 2'24”2
4 Latvala-Anttila Toyota Yaris WRC Plus 2'25”2
5 Paddon-Kennard Hyundai i20 Coupé Plus 2'25”8
6 Sordo-Martì Hyundai i20 Coupé Plus 2'26”0
7 Hanninen-Lindstrom Toyota Yaris WRC Plus 2'26”6
8 Neuville-Gilsoul Hyundai i20 Coupé Plus 2'26”9
9 Camilli-Veillas Ford Fiesta R5 EVO 2'29”4
10 Kopecky-Dresler Skoda Fabia R5 2'29”9
condivisioni
commenti
Monte-Carlo, Toyota: anno di transizione puntando tutto sul 2018

Articolo precedente

Monte-Carlo, Toyota: anno di transizione puntando tutto sul 2018

Prossimo Articolo

Monte-Carlo, M-Sport: con Ogier si torna a puntare al titolo!

Monte-Carlo, M-Sport: con Ogier si torna a puntare al titolo!
Carica commenti
Pagelle WRC: In Grecia Rovanpera perfetto, Hyundai per...niente Prime

Pagelle WRC: In Grecia Rovanpera perfetto, Hyundai per...niente

Se da un parte il Rally dell'Acropoli ha regalato a Kalle Rovanpera la seconda - e strepitosa - vittoria in carriera, dall'altra ha generato una contrapposizione di emozioni: con Hyundai in difficoltà, Ogier conquista un bronzo che vale oro. Ecco le pagelle stilate e commentate da Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
15 set 2021
Ora è Hyundai il riferimento prestazionale del WRC Prime

Ora è Hyundai il riferimento prestazionale del WRC

Toyota e Ogier dominano le classifiche Mondiali del WRC, ma i dati che abbiamo in mano devono essere interpretati. Ecco perché Hyundai non ha solo recuperato il gap prestazionale dalla Casa giapponese, ma l'ha addirittura superata.

WRC
18 ago 2021
Pagelle WRC Belgio: Neuville perfetto, Ogier irriconoscibile Prime

Pagelle WRC Belgio: Neuville perfetto, Ogier irriconoscibile

Andiamo a dare i voti alla tappa belga del Mondiale WRC in compagnia di Giacomo Rauli e Beatrice Frangione. Thierry Neuville ritrova la vittoria sul suolo di casa, un successo che al portacolori Hyundai mancava dal Rally di. onte Carlo 2020. Ogier, invece, conquista un'insufficienza...

WRC
17 ago 2021
WRC 2022: il cooling dell'ibrido aiuterà il recupero di downforce Prime

WRC 2022: il cooling dell'ibrido aiuterà il recupero di downforce

Le vetture Rally1 ibride 2022 non avranno più il diffusore e saranno meno raffinate dal punto di vista aerodinamico. I team lavorano per recuperare carico al posteriore sfruttando il raffreddamento delle batterie del motore elettrico da 100 kW. Ecco come.

WRC
12 ago 2021
WRC, mercato piloti 2022: tutti i dubbi di Toyota e M-Sport Prime

WRC, mercato piloti 2022: tutti i dubbi di Toyota e M-Sport

Giunti a metà stagione 2021, facciamo il punto sul mercato piloti per la stagione WRC 2022. Solo Hyundai si è assicurata top driver. Toyota attende le mosse future di Ogier, M-Sport le occasioni migliori.

WRC
24 lug 2021
WRC: Rovanpera fa la storia, ma ora arriva la parte difficile Prime

WRC: Rovanpera fa la storia, ma ora arriva la parte difficile

Al Rally Estonia Kalle Rovanpera è diventato il pilota più giovane ad aver vinto un rally Mondiale, togliendo il record al suo attuale team principal Jari-Matti Latvala. Ora, per il finnico, arriva la parte difficile: confermarsi e migliorare ancora.

WRC
21 lug 2021
Pagelle WRC: In Estonia Tanak padrone di casa senza chiavi Prime

Pagelle WRC: In Estonia Tanak padrone di casa senza chiavi

Il Rally Estonia ha regalato tanti promossi, tanti bocciati e...tante sorprese. Le pagelle stilate e commentate da Giacomo Rauli e Beatrice Frangione.

WRC
20 lug 2021
WRC: come e perché M-Sport ha scelto la Puma come Rally1 Prime

WRC: come e perché M-Sport ha scelto la Puma come Rally1

Analizziamo la nuova arma del team M-Sport Ford per il WRC 2022, la Puma Rally1 ibrida. Differenze e peculiarità con la Fiesta WRC Plus, ma anche novità dettate dal regolamento e dalla necessità di ritrovare il carico aerodinamico perso.

WRC
11 lug 2021