Monte-Carlo, PS1: Toyota super con Tanak e Meeke. Neuville prova l'azzardo con gomme senza chiodi

Tanak apre il WRC 2019 con un tempo eccezionale davanti al compagno di squadra Meeke. Ogier terzo con la prima Citroen, mentre Loeb e Neuville chiudono la Top 5. Suninen perde tanto tempo finendo in un fosso.

Monte-Carlo, PS1: Toyota super con Tanak e Meeke. Neuville prova l'azzardo con gomme senza chiodi

Il WRC 2019 è finalmente iniziato. Dall'oscurità della Prova Speciale 1 dell'87esima edizione del Rallye Monte-Carlo è uscito per primo uno strepitoso Ott Tanak. Il pilota estone ha vinto con distacco la "La Bréole - Selonnet" di 20,76 chilometri. La prima delle due speciali notturne che aprono in maniera suggestiva e imprevedibile questo Mondiale Rally.

Tanak è arrivato al traguardo della prova e tutti i presenti lo hanno guardato a occhi sbarrati. Il suo tempo è stato davvero eccezionale, grazie anche al perfetto utilizzo delle Michelin chiodate a causa del fondo ghiacciato della prova. Lui, serafico, ha affermato di non aver fatto nulla di particolare.

L'unico che ha davvero tenuto testa a Ott è stato il suo nuovo compagno di squadra, Kris Meeke. Il nord-irlandese aveva davvero voglia di tornare in gara e si è visto subito. Lui conosce relativamente poco la Yaris, ma il suo secondo crono a 5" da Tanak è un biglietto da visita da tenere in considerazione, perché è stato l'unico ad avvicinare il grande crono del 31enne.

Toyota, invece, è ripartita da dove aveva lasciato nel 2018. Ossia mostrandosi subito molto forte con una Yaris in grande forma e due piloti partiti subito con il piede giusto. Sébastien Ogier ha ottenuto il terzo tempo con la prima Citroen C3 WRC Plus ufficiale.

Il padrone di casa ha aperto la strada, dunque un compito particolarmente difficile considerando le condizioni impervie del fondo. Eppure la sua esperienza e il suo talento hanno fatto sì che sia riuscito a portare a termine la prova con un tempo degno di nota. Il suo debutto in gara con la C3 è stato considerevole, anche se il 6 volte iridato ha mostrato preoccupazione perché nella prossima prova il fondo non sarà ghiacciato. Per cui le sue gomme chiodate - al pari dei principali avversari, meno Neuville - dovrebbero andare in crisi.

Hyundai ha fatto da spettatrice in questa prova, pensando però al risultato finale. Sébastien Loeb ha ottenuto il quarto tempo, sintomo che la classe non svanisce mai, nemmeno a 44 anni e dopo una Dakar accorciata ma comunque dura come quella che ha completato proprio una settimana fa. Dietro di lui Thierry Neuville, che è ha riservato la grande sorpresa di questa prova.

Il belga della Hyundai ha deciso di non usare gomme chiodate, ma di montare 4 gomme Supersoft in ottica PS2. In questa ha faticato pur chiudendo in quinta posizione. La scommessa è la seguente: provare a recuperare tutti i secondi persi in questa nella prossima stage, confidando che le gomme degli avversari possano andare in crisi.

Inizio difficile per il team M-Sport Ford. Teemu Suninen aveva ben impressionato nello Shakedown di questa mattina ma al chilometro 3,2 è finito in un fosso, perdendo tanti minuti. Il pubblico presente in quella zona lo ha aiutato a riprendere la gara, ma le sue velleità di classifica sono ormai spente. Elfyn Evans, invece, è stato molto più cauto, cogliendo un buon sesto tempo.

A 4 decimi di secondo dal gallese troviamo la seconda Citroen C3 WRC Plus, quella di Esapekka Lappi. Il finlandese ha optato per un assetto troppo morbido rispetto al fondo della prova e questo gli ha fatto perdere confidenza con la vettura. Stesso discorso per Jari-Matti Latvala, il quale non è riuscito a ripetere le grandi prove dei compagni di squadra.

Il veterano finlandese è ottavo, a oltre 35" da Tanak. Dovrà per forza mettere mano all'assetto della sua Yaris se vorrà rimontare posizioni importanti in vista della giornata di domani. Andreas Mikkelsen sembra non essere ancora uscito dal loop negativo in cui era entrato nel 2018. Il suo nono tempo è emblematico, mentre la Top 10 è completata dalla Ford Fiesta WRC Plus ufficiale di Pontus Tidemand, all'esordio con il team di Cockermouth.

Rallye Monte-Carlo 2019 - Classifica generale dopo la PS1

   Posizione Pilota/navigatore Vettura Tempo/distacco
1 Tanak/Jarveoja Toyota Yaris WRC 13'02”0
2 Meeke/Marshall Toyota Yaris WRC +0"5
3 Ogier/Ingrassia Citroen C3 WRC +10"6
4 Loeb/Elena Hyundai i20 Coupé WRC +23"2
5 Neuville/Gilsoul Hyundai i20 Coupé WRC +26"8
6 Evans/Martin Ford Fiesta WRC +32"3
7 Lappi/Ferm Citroen C3 WRC +32"7
8 Latvala/Anttila Toyota Yaris WRC +35"4
9 Mikkelsen/Jaeger Hyundai i20 Coupé WRC +37"0
10 Tidemand/Floene Ford Fiesta WRC +52"2
condivisioni
commenti
Ogier: "Con la C3 posso fare bene subito. Nelle prove di stasera si può già perdere la gara!"

Articolo precedente

Ogier: "Con la C3 posso fare bene subito. Nelle prove di stasera si può già perdere la gara!"

Prossimo Articolo

Monte-Carlo, PS2: Neuville risponde alla grande. Meeke fora, ma quanti errori nella scelta gomme!

Monte-Carlo, PS2: Neuville risponde alla grande. Meeke fora, ma quanti errori nella scelta gomme!
Carica commenti
WRC, cos'ha messo in pericolo la vittoria di Neuville in Spagna? Prime

WRC, cos'ha messo in pericolo la vittoria di Neuville in Spagna?

Thierry Neuville ha dominato il Rally di Spagna, ma ha rischiato di perdere tutto a causa di un problema verificatosi prima della Power Stage. Ecco di cosa si tratta.

WRC
21 ott 2021
Pagelle WRC: Ogier e Tanak (ancora) dietro la lavagna Prime

Pagelle WRC: Ogier e Tanak (ancora) dietro la lavagna

Dal Rally di Spagna, il mondiale WRC ne esce con tanti promossi, tanti bocciati e... due titoli ancora da assegnare. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano le prestazioni dei protagonisti della tappa spagnola.

WRC
18 ott 2021
Pagelle WRC: Ogier bocciato, manca la zampata del campione Prime

Pagelle WRC: Ogier bocciato, manca la zampata del campione

Il Rally di Finlandia ha riaperto un mondiale che sembrava già chiuso. Merito del "ritorno" di Evans; mentre chi avrebbe dovuto tirare la zampata finale, come Ogier, porta a casa una prova totalmente incolore. Ecco le pagelle della tappa finlandese di Motorsport.com con Giacomo Rauli e Beatrice Frangione.

WRC
5 ott 2021
Pagelle WRC: In Grecia Rovanpera perfetto, Hyundai per...niente Prime

Pagelle WRC: In Grecia Rovanpera perfetto, Hyundai per...niente

Se da un parte il Rally dell'Acropoli ha regalato a Kalle Rovanpera la seconda - e strepitosa - vittoria in carriera, dall'altra ha generato una contrapposizione di emozioni: con Hyundai in difficoltà, Ogier conquista un bronzo che vale oro. Ecco le pagelle stilate e commentate da Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
15 set 2021
Ora è Hyundai il riferimento prestazionale del WRC Prime

Ora è Hyundai il riferimento prestazionale del WRC

Toyota e Ogier dominano le classifiche Mondiali del WRC, ma i dati che abbiamo in mano devono essere interpretati. Ecco perché Hyundai non ha solo recuperato il gap prestazionale dalla Casa giapponese, ma l'ha addirittura superata.

WRC
18 ago 2021
Pagelle WRC Belgio: Neuville perfetto, Ogier irriconoscibile Prime

Pagelle WRC Belgio: Neuville perfetto, Ogier irriconoscibile

Andiamo a dare i voti alla tappa belga del Mondiale WRC in compagnia di Giacomo Rauli e Beatrice Frangione. Thierry Neuville ritrova la vittoria sul suolo di casa, un successo che al portacolori Hyundai mancava dal Rally di. onte Carlo 2020. Ogier, invece, conquista un'insufficienza...

WRC
17 ago 2021
WRC 2022: il cooling dell'ibrido aiuterà il recupero di downforce Prime

WRC 2022: il cooling dell'ibrido aiuterà il recupero di downforce

Le vetture Rally1 ibride 2022 non avranno più il diffusore e saranno meno raffinate dal punto di vista aerodinamico. I team lavorano per recuperare carico al posteriore sfruttando il raffreddamento delle batterie del motore elettrico da 100 kW. Ecco come.

WRC
12 ago 2021
WRC, mercato piloti 2022: tutti i dubbi di Toyota e M-Sport Prime

WRC, mercato piloti 2022: tutti i dubbi di Toyota e M-Sport

Giunti a metà stagione 2021, facciamo il punto sul mercato piloti per la stagione WRC 2022. Solo Hyundai si è assicurata top driver. Toyota attende le mosse future di Ogier, M-Sport le occasioni migliori.

WRC
24 lug 2021