M-Sport: la Ford non risponde a Wilson. Ogier decide il suo futuro

Wilson ha incontrato i vertici di Ford a Detroit la scorsa settimana e ha rivelato a Motorsport.com che i risultati non sono stati quelli sperati. Sarà così Ogier a scegliere se rimanere oppure accettare l'offerta Citroen.

Tutti in M-Sport attendevano le ultime due settimane del mese di settembre, e anche con una certa trepidazione. Il 21 di questo mese, infatti, Malcolm Wilson ha avuto il fatidico incontro a Detroit con i vertici di Ford. L'obiettivo del fondatore del team britannico era tentare di coinvolgere la Casa americana per farla rientrare ufficialmente nel Mondiale e, soprattutto, avere l'appoggio economico per avere la forza di trattenere Sébastien Ogier, garantendogli una vettura veloce e costantemente aggiornata.

La missione era sicuramente difficile, nonostante qualche mese fa alcuni emissari di Ford siano andati a valutare la situazione con i propri occhi al Rally di Monte-Carlo.

"Ford può rientrare nel WRC? Eravamo a Monte-Carlo per dare uno sguardo a questa opportunità. Abbiamo intenzione di rendere il WRC parte del nostro futuro", ha affermato Dave Pericak, direttore generale di Ford Performance, presente nel Principato.

"Con una vettura tutta nuova e regole completamente nuove, questa stagione si preannuncia davvero spttacolare. Un grande anno. Inoltre avere Sébastien in macchina è un sogno che si avvera. Siamo davvero molto eccitati".

Dopo l'incontro avvenuto la settimana scorsa, le possibilità di un rientro di Ford sembrano affievolite ancora di più. Malcolm Wilson, presente alla celebrazione dei 40 anni di Sparco al Museo dell'Automobile di Torino nel fine settimana appena trascorso, ha affermato a Motorsport.com di non aver ricevuto una risposta da Ford riguardo il suo possibile coinvolgimento nel WRC 2018.

L'aspetto che più lo preoccupa è legato a Sébastien Ogier. Wilson ha ammesso che senza l'aiuto di Ford non sarebbe riuscito a riproporre una stagione con le stesse armi a disposizione. Si riferiva chiaramente al francese, il quale, ora, ha il proprio futuro nelle mani. Proprio come 12 mesi or sono. Rimanere in M-Sport sarà esclusivamente una scelta del pilota se Ford dovesse continuare a non dare risposte.

In Citroen, a questo punto, si fregano le mani. Carlos Tavares, boss del gruppo PSA, ha dato il benestare sull'offerta da presentare al 4 volte iridato e Matton non ha esitato a indirizzare tutte le risorse per la prossima stagione arrivate dalla Casa madre per l'acquisizione di piloti per il 2018 nell'offerta a Sébastien.

Sul tavolo di Ogier ci sono due proposte. Quella M-Sport che, almeno al momento, non prevede la presenza di Ford e un budget più risicato rispetto a quello avuto a disposizione quest'anno. E poi c'è quella certamente più ricca e promettente anche dal punto di vista tecnico di Citroen Racing. Ogier ha affermato che prenderà una decisione sul suo futuro prima del Rally di Catalogna, dunque entro le prossime due settimane e non sarebbe affatto una sorpresa rivederlo uscire dalla fabbrica di Satory...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WRC
Piloti Sébastien Ogier
Team M-Sport
Articolo di tipo Ultime notizie