Italia, PS9: Neuville domina la tappa, Scandola primo in WRC2

Il pilota della Hyundai vince ben cinque delle otto speciali in programma e a fine giornata ha un margine di 11"1 sulla Volkswagen del finlandese. Ogier è terzo, ma lontano, mentre Paddon si è ritirato. L'italiano della Skoda vola in WRC2.

Una giornata praticamente perfetta. Non c'è altro modo per descrivere quella vissuta oggi in Sardegna da Thierry Neuville. Sfruttando una posizione di partenza favorevole, il pilota della Hyundai ha vinto ben cinque delle otto prove speciali e si è preso meritatamente la leadership del Rally d'Italia.

Portandosi a casa anche la PS9, il belga ha chiuso con un margine di 11"1 sulla Volkswagen Polo R WRC di Jari-Matti Latvala. Il finlandese aveva piazzato una zampata ad inizio pomeriggio, portandosi al comando, ma poi si è dovuto arrendere alla tripletta del rivale, lamentando anche qualche noia al differenziale anteriore.

Nonostante abbia dovuto fare da "apripista", grande handicap sullo sterrato, il leader iridato Sebastien Ogier è riuscito a limitare i danni, chiudendo spesso e volentieri con il terzo crono. Non a caso, è proprio questa la posizione della sua Polo R WRC, anche se il gap è di ben 40"3 dalla vetta.

Alle sue spalle, proprio in occasione dell'ultima prova di giornata, Andreas Mikkelsen è riuscito a portare la sua Volkswagen in quarta posizione, scavalcando la Ford Fiesta RS WRC del connazionale Mads Ostberg, anche se per appena un secondo. Dietro di loro invece è più distanziata l'altra Hyundai di Dani Sordo, ma non è un mistero che lo spagnolo non ami particolarmente questo tipo di fondo.

Più indietro poi c'è stato un altro avvicendamento con Henning Solberg che è andato a riprendersi la settima posizione, nonostante un problema all'acceleratore della sua Ford. Il norvegese ha approfittato delle difficoltà di Ott Tanak, che ha dovuto affrontare l'ultima prova con le gomme DMack della sua Fiesta RS WRC praticamente finite.

Peccato invece per Hayden Paddon: il neozelandese si era reso protagonista di una toccata nel giro mattutino, ma era riuscito a proseguire con la sua Hyundai. Nel pomeriggio poi era ripartito forte, ma nella PS7 è finito fuori strada, dovendo dire addio quindi al suo tentativo di rimonta.

Ottima anche la prima tappa di Umberto Scandola: il pilota italiano è nono assoluto e leader della classe WRC2 con la sua Skoda Fabia R5, anche se alle sue spalle Esapekka Lappi lo pressa a soli 3"3. E non bisogna sottovalutare neppure Teemu Suninen, terzo a circa 12", che però ha perso la vetta del raggruppamento solo a causa di una foratura arrivata nella PS7.

Pos.PilotaVetturaTempo/Gap
1 Thierry Neuville Hyundai i20 WRC N.G. 1.14'03"2
2 Jari-Matti Latvala Volkswagen Polo R WRC +11"1
3 Sébastien Ogier Volkswagen Polo R WRC +40"3
4 Andreas Mikkelsen Volkswagen Polo R WRC +57"5
5 Mads Ostberg Ford Fiesta RS WRC +58"5
6 Daniel Sordo Hyundai i20 WRC N.G. +1'18"6
7 Henning Solberg Ford Fiesta RS WRC +2'32"5
8 Ott Tanak Ford Fiesta RS WRC +2'35"6
9 Umberto Scandola Skoda Fabia R5 +2'35"9
10 Esapekka Lappi Skoda Fabia R5 +2'39"2

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WRC
Evento Rally d'Italia
Sub-evento Tappa 1
Piloti Jari-Matti Latvala , Thierry Neuville , Umberto Scandola
Team Hyundai Motorsport , Volkswagen Motorsport , Skoda Motorsport
Articolo di tipo Tappa